Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 11 Maggio 2009

Bookmark and Share

Conservatorio Tartini: dal 13 maggio all’8 luglio undici serate concerto con artisti internazionali

Alexandre Leger

Trieste (TS) - Undici serate concerto con artisti italiani e internazionali, da mercoledì 13 maggio fino all’8 luglio: è quanto il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste con il nuovo cartellone primavera-estate 2009 dei “Mercoledì del Conservatorio”, curati dal direttore, Massimo Parovel, con il prof. Roberto Turrin.

A inaugurare il programma, nella serata di mercoledì 13 maggio (come sempre nell’Aula Magna del Conservatorio, in via Ghega 12 con inizio alle 20.30), sarà il piano recital dell’artista serba Antonina Tea Sala, su musiche di Ludwig van Beethoven, Frédéric Chopin, Alexander Scriabin. Antonina Tea Sala, precoce talento musicale, partecipa a un prestigioso progetto artistico organizzato da Fondazione Martha Argerich, Fondazione di Sua Maesta Principe Ranieri e Orchestra filarmonica di Monte Carlo, e ha registrato per Radio Francia, Radio Monte Carlo, per la Radio-televisione serba, e per la RAI - Radio-televisione italiana. Si prosegue, mercoledì 20 maggio, con una vivacissima serata concerto per Strings and keyboards, che vedrà protagonisti Margherita Berlanda alla fisarmonica, Francois Stride alla chitarra, Michela Dapretto al violino e Ana Čuić al pianoforte, su musiche di Petr Fiala, Hans Brehme, John Field, Robert Schumann, Antonin Dvorak.

Evento speciale lunedì 25 maggio, in collaborazione con l’Università degli Studi di Trieste: alle 18, nell’Aula Magna dell’Università sarà di scena la Kammerakademie del Conservatorio di Klagenfurt, per un concerto straordinario su pagine di Alfred Stingl, Ottorino Respighi e Antonin Dvorak.

L’atteso recital di Massimo Gon, interamente in omaggio a Frédéric Chopin, nella serata del 27 maggio offrirà l’occasione per ritrovare l’eccellente pianista, docente al Tartini, che predilige il repertorio romantico e quello del Novecento con un’attenzione particolare rivolta alla musica contemporanea, spesso proponendo opere in prima esecuzione. Gon è periodicamente invitato a tenere corsi e masterclass presso importanti istituzioni, dal Conservatorio Cajkovskij di Mosca all’Accademia Liszt di Budapest, al Trinity College di Londra.

Mercoledì 3 giugno, riflettori sul recital violino – pianoforte che impegnerà i musicisti Giorgio Selvaggio e Patrizia Tirindelli in un programma dedicato a Johannes Brahms e Antonin Dvorak. Per la serata del 10 giugno ancora un notevolissimo recital pianistico, affidato al concertista Alexandre Leger, in un repertorio dedicato a Johann Sebastian Bach, Béla Bartok, György Kurtag e Franz Schubert. Il noto pianista francese, che insegna dal 1997 presso il Conservatorio Regionale di Rennes, viene regolarmente invitato dall'Orchestre de Bretagne, dal Quartetto Manfred e dall'Ensemble Rhizome in programmi dedicati a musicisti quali Bério, Barraqué, Cage, Stokhausen et Lindberg. Il suo interesse per l'opera di Kurtag l'ha portato ad un'attività di conferenziere e direttore di ateliers consacrati al compositore. Profondo conoscitore del repertorio vocale, ha accompagnato in vari récital Elisabeth Vidal, André Cognet, Jean-François Novelli. insegna dal 1997 presso il Conservatorio Regionale di Rennes.

Lunedì 15 giugno, ancora una serata speciale con il Flaute recital delle musiciste scandinave Riina Kalmet e Faritamo Leis, che presenteranno musiche di Bruno Bettinelli, Henri Dutilleux, Otar Taktakishvili, Eduard Tubin, Heino Eller, Lepo Sumera. Mercoledì 17 giugno, il testimone passerà al recital dell’organista Jacopo Brusa, affermato interprete di musica antica, a Trieste impegnato su musiche di Girolamo Frescobaldi, Nicolas de Grigny, Dietrich Buxtehude, Johann Sebastian Bach, Flor Peeters, Joseph Gabriel Rheinberger, Charles-Marie Jean Albert Widor.

Saranno invece le musiche di Claude Debussy e Maurice Ravel ad ispirare un altro atteso recital pianistico, quello di Luca Trabucco, di scena mercoledì 24 giugno: vincitore di vari concorsi pianistici nazionali, Luca Trabucco ha suonato per alcune tra le istituzioni più prestigiose e con importanti direttori, quali Donato Renzetti, Enrique Mazzola, Michele Marvulli, Klauspeter Seibel e molti altri. Nel corso degli anni si è dedicato alla realizzazione dell'opera integrale di Claude Debussy e di Maurice Ravel, ma è attivo anche come compositore e c ntemporaneamente si dedica all'attività didattica: attualmente è docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste.

Gran finale, nel mese di luglio, con l’originale marimba recital del primo luglio, protagonisti Matija Tavcar, Gabriele Petracco, e Francesca Hrast, e con il recital del Trio Lazzeri, nella serata dell’8 luglio, che impegnerà Sergio Lazzeri fagotto, Massimiliano Miani clarinetto e Rinaldo Zhok pianoforte, su musiche di Claude Debussy e Maurice Ravel.

Nei prossimi giorni al Conservatorio TartinLuca Trabuccoi anche due importanti masterclass: con la cantante tedesca Anna Marie Dur dall’11 al 13 maggio, e in tema di musica e nuove tecnologie, il 12 e 13 maggio con il musicista German Toro Perez. Ai concerti possono accedere, con ingresso libero, anche gli spettatori esterni al Tartini, previa prenotazione presso la Portineria del Conservatorio: tel. 040-6724911, www.conservatorio.trieste.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>