Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 08 Maggio 2009

Bookmark and Share

Dal 15 maggio prende il via il “Festival della musica per bambini”

Casa della Musica - logo

Trieste (TS) - Un evento unico in regione riempie i luoghi della cultura triestina nel mese di maggio: si tratta del primo Festival di musica per bambini, promosso da Casa della Musica / Scuola di musica 55.
Il Festival si svolge in alcuni luoghi “nevralgici” del mondo musicale e gode della collaborazione di alcune delle più importanti realtà culturali cittadine: oltre ai locali di Casa della Musica, gli eventi del Festival hanno luogo, infatti, anche al Civico Museo Schmidl, al Rossetti Teatro Stabile, alla Stazione Rogers e all’Immaginario Scientifico; sono coinvolte nella programmazione anche l’Orchestra da Camera del Friuli Venezia Giulia (diretta da Romolo Gessi), l’Associazione Musicale “Aurora Ensemble” (con il contributo della Regione) e l’Accademia di musica e canto corale di Trieste.

L’iniziativa (la prima del genere nel capoluogo giuliano, e sicuramente tra le poche che sul territorio nazionale), nasce dall’attenzione che da sempre Casa della Musica riserva al pubblico dei più piccoli: se migliaia di bambini, negli anni, hanno potuto avvicinarsi per la prima volta alla musica anche grazie ai corsi e ai concerti che la Scuola di Musica 55 ha loro dedicato e dedica, questo Festival vuole rappresentare qualcosa di più completo e variegato, non certo una semplice rassegna di concerti.

La volontà degli organizzatori e dei loro partner è infatti di offrire una serie di appuntamenti musicali diversi, dedicati ai bambini e alla loro famiglie, pensati e strutturati appositamente a loro misura.
I concerti hanno contenuti e modalità di presentazione differenti in funzione dell’età dei partecipanti: rappresentano un’esperienza di ascolto per tutta la famiglia, un’occasione per portare i bambini fuori delle mura domestiche, per incontrare e vivere l’arte in maniera diretta a contatto con la musica ed i musicisti.

Il programma prende il via venerdì 15 e sabato 16 maggio all’Auditorium di Casa della Musica, dove alle ore 17.00 e alle ore 18.30 di entrambi i giorni è messa in scena “La Musica dello gnomo Mirtillo”, il celebre “personaggio” ormai grande e vecchio amico di Casa della Musica e dei suoi bambini. La voce di Ornella Serafini e gli interventi musicali di Gabriele Centis (batteria), Daniele Dibiaggio (pianoforte), Vincenzo Stera (fiati) accompagnano i silenzi, i respiri, le voci del bosco, dove lo gnomo Mirtillo passeggia tutta la notte alla ricerca di una nuova casa: una continua esplorazione di suoni ora delicati e appena percettibili, ora impetuosi o penetranti, di dolcissime melodie, di ritmi incalzanti.

Domenica 17 maggio il Festival si sposta al Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl, con “Un museo in musica!”. A partire dalle ore 10.00 e con replica alle ore 11.00 gli insegnanti della Scuola di Musica 55 con alcuni solisti ridanno vita agli oggetti del Museo: suoni antichi e primitivi, perduti e ritrovati guidano i bambini tra le stanze del museo, per curiosare, ascoltare, osservare e … per saperne di più!

Mercoledì 20 maggio è la volta della Sala Bartoli del Rossetti che, alle ore 16.30 e alle ore 18.00, ospita il coro de “I Minicantori” dell’Accademia di musica e canto corale di Trieste diretto da Alessandro Pace e accompagnato al pianoforte da Teresa Pace. Dei giovanissimi coristi eseguono per un pubblico di coetanei una serie di brani scelti dal repertorio popolare infantile alla musica classica, dalle colonne sonore di film musicali alla musica “leggera”: curiosità e divertimento sono gli ingredienti principali delle interpretazioni.

Il programma prosegue giovedì 21 maggio, alle ore 16.30 e alle ore 18.00, quando l’Orchestra da Camera del Friuli Venezia Giulia, diretta da Romolo Gessi, entra nelle “viscere” de Il Rossetti: “Nella pancia del teatro … con l’orchestra!” è un’esplorazione guidata del teatro, del suo palcoscenico, attraverso l’esperienza del suono della formazione orchestrale, con l’aiuto delle animazioni degli insegnanti della Scuola di Musica 55. I bambini possono così incontrare e vivere l’arte in maniera diretta per respirare l’atmosfera musicale, per osservare da vicino gli strumenti, i musicisti ed i loro gesti. Un’esperienza da vivere con la totalità dei sensi.

Sabato 23 maggio è la giornata più intensa del Festival: comincia alle ore 10.00 (con una replica alle ore 11.00), all’Auditorium di Casa della Musica, dove Angelo Comisso (pianoforte) e Vincenzo Stera (animazione) dialogano a “suon di musica” con i piccolissimi: i bambini dell’età non superiore ai due anni possono sedere attorno al pianoforte al centro della stanza e ascoltare ed esplorare con i musicisti tutti i suoni: leggeri, sinuosi, misteriosi, piccole tracce sonore, brevi melodie ed improvvisazioni.
Alle ore 10.30 e alle ore 11.30, alla Stazione Rogers, invece, i bambini più grandi possono assistere a un irresistibile “one man show” di teatro musicale da strada (protagonista dello spettacolo è Fabio Calabrò) dal titolo “Pim Pum Pam”.

I bambini a partire dai 6 anni trovano poi, all’Auditorium di Casa della Musica, alle ore 17.00 e alle ore 18.30 una prima guida alla musica jazz con “Kids love jazz”: pianoforte, sax, batteria, contrabbasso e la voce di Fabio Calabrò fanno “jazz per piccole orecchie”: il blues, lo swing, il canto …un racconto sonoro, visivo, musicale fatto di temi ed improvvisazioni, attraverso gli strumenti che lo caratterizzano e con musicisti d’eccezione.

Un percorso alla scoperta dei suoni, della musica da vivere assieme, concretamente, attraverso
punti di ascolto e laboratori interattivi guida i bambini e le loro famiglie attraverso “Le botteghe dei suoni e della musica” (domenica 24 maggio, Casa della Musica, ore 9.45, ore 10.45, ore 11.45): i “musicisti in erba” e i loro genitori possono curiosare, toccare, esplorare, ascoltare, vedere, conoscere da vicino il “fare musica”.

In Storie di suoni, messo in scena giovedì 28 maggio, all’Auditorium di Casa della Musica, alle ore 17.00, i bambini sono gli “attori”, assieme a Ornella Serafini (voce e narrazione) e Vincenzo Stera (suoni e animazione), in un laboratorio musicale che ha il compito di sonorizzare il racconto “Geraldina topo – musica” di Leo Lionni. I piccoli esploratori musicali passano dall’ascolto della storia all’esperienza, alla manipolazione, e sperimentazione di suoni e rumori per l’accompagnamento, fino all’esibizione finale di fronte al pubblico dei genitori.

L’invenzione e la scoperta, il piacere del “fare” sono le chiavi di lettura dell’appuntamento di sabato 30 maggio al Science Centre Immaginario Scientifico, a partire dalle ore 16.30.
”… è meglio stare zitti!” è il titolo del sentiero sonoro e musicale che i bambini possono percorrere, sostenuti dagli animatori della Scuola 55 e dell’Immaginario Scientifico.

In attesa del Festival, venerdì 8 maggio l’Auditorium di Casa della Musica, ospita, dalle ore 15.30 alle ore 19.00, il workshop “Gesto, suono, movimento,” con Gabriele Centis e Vincenzo Stera, dedicato agli insegnanti delle scuola dell’infanzia e delle scuole elementari ma anche a musicisti ed educatori: i relatori affrontano la didattica del ritmo a partire dai ritmi naturali. Il "piacere del far musica" sfruttando l’energia primitiva delle percussioni e la loro capacità di coinvolgimento fisico ed emotivo è alla base delle prime esperienze dell’insegnamento con l’uso del corpo, della voce, del movimento, di strumenti a percussione ed oggetti d’uso quotidiani.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito con invito da ritirare presso la segreteria della Casa della Musica fino ad esaurimento dei posti.

Casa della Musica:
via Capitelli, 3 Trieste (Piazza Cavana)
tel. 040-307309
da lunedì a venerdì, dalle 15.00 alle 19.00
lunedì, martedì e giovedì, dalle 10.00 alle 12.00
www.scuoladimusica55.it
info@scuoladimusica55.it

-----------------------------

Il Festival di musica per bambini è una collaborazione tra:

Casa della Musica/Scuola di Musica 55 di Trieste
Orchestra da camera del FVG diretta da Romolo Gessi
Associazione musicale Aurora Ensemble, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Accademia di Musica e Canto corale di Trieste
Il Rossetti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Science Centre Immaginario Scientifico
Civici Musei di Storia ed Arte, Comune di Trieste, Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl
Stazione Rogers

Con il contributo di
Camera di Commercio di Trieste

Ideazione, progettazione e coordinamento: Gabriele Centis, Vincenzo Stera
Amministrazione: Katia Naro
Segreteria: Rita Verh
Ufficio comunicazione: Clara Giangaspero / ConnectEventi
Progetto grafico: comunicarte

Leggi le Ultime Notizie >>>