Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 22 Marzo 2009

Bookmark and Share

Conto alla rovescia per il FilmForum 09: a Udine la consegna dei Limina Awards per il cinema

il regista tedesco Edgar Reitz

Udine (UD) - A due giorni dall’avvio di FilmForum 2009, il festival di incontri, proiezioni, workshop e studi sul cinema di scena a Udine e Gorizia dal 24 marzo al 2 aprile, sono stati assegnati i Limina Award per il Cinema – edizione 2009, riservati al miglior libro di cinema edito in Italia e all’estero pubblicato nel corso del 2008.

Lo storico e critico cinematografico Gian Piero Brunetta (Università di Padova) vince il Limina Award 2009 per i miglior saggio professionista, con il volume "Il sergente nella neve. La sceneggiatura", omaggio all’opera di Mario Rigoni Stern ed Ermanno Olmi (Einaudi, 2008). Quella sceneggiatura, mai divenuta film per molte ragioni di cui dà conto Gian Piero Brunetta nel volume, "a distanza di poco meno di cinquant'anni si presenta ancora, così com'è, come esempio di sceneggiatura perfetta, capace di sfidare il tempo". Una sceneggiatura che può essere letta come un libro a sé stante: che diventa ancora più preziosa se accostata al testo de "Il sergente nella neve".

I Limina Awartd nazionali sono assegnati dalla CUC - Consulta Universitaria del Cinema, e per il miglior saggio italiano vanno, parimerito, a Marco Bertozzi, autore di "Storia del documentario italiano", Marsilio Venezia 2008 e a Marco Senaldi, per "Doppio sguardo. cinema e arte contemporanea", Bompiani Milano 2008.
Il Limina Award Internazional, assegnato dall’Editorial Board della rivista internazionale "CINEMA & Cie" va al critico ungherese András Bálint Kovács, autore di "Screening modernism european art cinema, 1950-1980", edito da University of Chicago Press. Infine, il Limina Award 2009 per la miglior traduzione è assegnato al saggio "L’uomo visibile. B.Balázs", a cura di Leonardo Quaresima, edizioni Lindau 2008. A più di ottant’anni dalla sua pubblicazione, uno dei più importanti saggi di teoria del cinema ha visto così la luce in traduzione italiana, introdotto da un robusto saggio dello studioso Leonardo Quaresima.

I LIMINA AWARD 2009 saranno consegnati a Udine nella cerimonia in programma giovedì 26 marzo, alle 11.30 nella Sala Convegni di Palazzo Antonini.
"Dall’inizio, alla fine (In The Very Beginning, At The Very End)": questo il tema del Convegno Internazionale di Studi sul Cinema di Udine che, martedì 24 marzo, alle 9.30, inaugura FilmForum 2009, diretto da Leonardo Quaresima e promosso dall’Università degli Studi di Udine.

Il convegno troverà sede a Palazzo Antonini e Palazzo Caiselli (ore 9.30 / 19), con la collaborazione del Permanent Seminar on History of Film Theories, per il coordinamento di Francesco Casetti e Jane Gaines. Settanta relatori, provenienti da Stati Uniti, Canada ed Europa, si alterneranno a Udine nelle Giornate del Forum: tra questi, diversi importanti studiosi di fama mondiale, come Marc Vernet (Francia), Roger Odin (Francia), Charlie Musser (Stati Uniti), Laurent Jullier (Francia), Phil Rosen (Stati Uniti).

Per la prima volta, al centro del Forum saranno da un lato il cinema delle origini, definito e inquadrato tra i fenomeni artistici e culturali della sua epoca, e dall’altro, il cinema di oggi, in costante trasformazione sotto la spinta della rivoluzione digitale, così come viene ri-definito e re-inquadrato nel rapporto con gli altri media contemporanei, dal computer al telefonino. Giovedì 26 marzo, alle 12.00, nell’ambito dei lavori del Convegno, è prevista la tavola rotonda dedicata al “caso” di Sergej Ejzenštejn, in rapporto agli studi teorici sul cinema.

In occasione dell’iniziativa, sarà presentata la pubblicazione curata da Francesco Pitassio “La forma della memoria. Memorialistica, estetica, cinema nell’opera di Sergej Ejzenštejn”. Il volume, edito Forum, contiene un testo inedito a firma di Sergej Ejzenštejn, “Le cinque epoche. A proposito della realizzazione del film La linea generale”, uscito unicamente sulla Pravda del 6 giugno 1926.

Inoltre da martedì 24 a giovedì 26 marzo, nell’atrio di Palazzo Antonini sarà visitabile la mlostra Palladipelledime, con i lavori prodotti nel laboratorio condotto da Stefano Ricci per il corso di fumetto e grafica contemporanea al D.a.m.s di Gorizia. Durante il corso le allieve si sono riprese mentre compivano un gesto quotidiano, personale. Sono poi entrate nella pelle di un animale e si sono trasformate in un koala, in un cavallo, in un orso e in un asino. Hanno poi ricopiato e rielaborato su carta lucida i fotogrammi del video girato, sotto le nuove spoglie animali.

I disegni (oltre un centinaio) sono stati fotografati, corretti e montati in un video d’animazione. I disegni originali sono stati, infine, impaginati in un libro e rielaborati ulteriormente per la mostra che ha selezionato solo alcuni frammenti delle storie. Sempre da martedì 24 a giovedì 26 marzo, al Cinema Visionario di Udine (dalle 21), FilmForum 2009 proporrà le serate di Forum Movies, con proiezioni legate al cinema delle origini ed al cinema contemporaneo, in dialogo con i nuovi media.

Evento speciale sarà la presenza, mercoledì 25 marzo a Udine, del grande regista tedesco Edgar Reitz, ospite d'eccFilmForum 2009 - logoezione, al Visionario, per illustrare e raccontare al pubblico due opere esemplari degli esordi, "Yucatan" e "Geschwindigkeit Kino Eins”.
FilmForum 2009 è organizzato in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Fondazione CRUP, il Ministero per i Beni Culturali – Direzione Generale per il Cinema, la Fondazione CARIGO ed altri enti.

Leggi le Ultime Notizie >>>