Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 20 Marzo 2009

Bookmark and Share

FilmForum 2009: a Gorizia arrivano le performance di video-artisti italiani e internazionali

Film Forum - video arte

Gorizia (GO) - E’ conto alla rovescia per l’avvio di FilmForum 2009, che si arricchirà quest’anno, per la seconda fase dedicata alla Spring School e al binomio Cinema/Contemporary Visual Arts, di una nuova importante sede: la città di Gorizia, che si affianca all’altra location storica della manifestazione, Udine. Dal 24 marzo al 2 aprile, a Udine e Gorizia, FilmForum 2009 offrirà dieci giorni di proiezioni, incontri, workshop nuove pubblicazioni, studi e premi di scrittura sul cinema e sulla sua evoluzione, dalle origini ai nuovi media, dai Fratelli Lumière a Internet, al cinema per telefono cellulare.

Giunto quest’anno alla XVI edizione, FilmForum è come sempre promosso dall’Università degli Studi di Udine, per la direzione artistica del docente e studioso Leonardo Quaresima, ed è organizzato in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Fondazione CRUP, il Ministero per i Beni Culturali – Direzione Generale per il Cinema e la Fondazione CARIGO.

FILMFORUM 09, Gorizia 27 marzo – 2 aprile
Cinema & Contemporary Visual Arts -
La Spring School del FilmForum, in programma a Gorizia dal 27 marzo al 2 aprile, è incentrata su “Cinema e Arti Visive Contemporanee”, un progetto che permetterà di indagare, nel segno della performance – individuata elemento caratterizzante di questa edizione - i rapporti tra cinema, cartoon, animazione digitale e forme di animazione performativa, nonché i rapporti tra cinema, media e videogame, con la presenza di celebri video-artisti contemporanei, da Stefano Ricci a Davide Toffolo, fumettista e frontman della Band Tre Allegri Ragazzi Morti.
Quella di Gorizia sarà una settimana scandita da incontri e matinée di studio (Gorizia, via Carducci – Palazzo della Fondazione CARIGO), da workshop presso la sede del Dams Cinema di Gorizia (Piazza Vittoria 41) e da serate di proiezione, con pellicole-evento legate al rapporto fra cinema e nuovi media e performance (Gorizia, Palazzo del Cinema e Kulturni Center Bratuz).

Il progetto coinvolge diverse università europee (Paris III, Amsterdam, Bochum, Bremen, Valencia, Lugano, Praga, Milano Cattolica, Pisa, Udine) e indagherà quest’anno:
- CINEMA/COMICS/ANIMATION, ovvero i rapporti tra cinema, cartoon, animazione digitale e forme di animazione performativa;
- FILMING THE GAME/PLAYING THE FILM, ovvero i rapporti tra cinema, media e videogame e tra i rispettivi ambiti di studio;
- FOUND FILMS, sui modi di raccogliere, conservare e ripresentare i “film ritrovati”.

FILMFORUM 09, GLI INCONTRI DELLA SPRINGSCHOOL -
Ogni giorno, dalle 18 al Palazzo del Cinema di Gorizia, gli incontri della Spring School permetteranno al pubblico di conoscere artisti italiani e internazionali del mondo del fumetto e dell’animazione, e di avviare con loro un dialogo aperto e “interattivo”. Di primissimo piano il parterre degli artisti che animeranno gli incontri pubblici alla VII Spring School: si parte sabato 28 marzo con Anke Feuchtenberger, quindi il 29 marzo Michelangelo Setola, e ancora il 30 marzo Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti della Societas Raffaello Sanzio, il 31 Stefano Ricci, il primo aprile Sara Colaone, per chiudere il 2 aprile con Davide Toffolo.

FILMFORUM 09, LE SERATE LIVE DELLA SPRINGSCHOOL -
Si dipanerà dunque nel segno della “performance” il cartellone di eventi serali di FilmForum 2009 a Gorizia. Le quattro proposte centrali saranno ricche non solo di proiezioni, ma anche di veri e propri momenti spettacolari, comparabili ad eventi concertistici. Ogni sera, dalle 21.00, Spring School Movies con un fitto programma di proiezioni e installazioni, presentati da artisti e curatori e aperti al pubblico (Gorizia, Palazzo del Cinema e Kulturni Center Bratuz), proposti sempre ad ingresso libero.

Venerdì 27 marzo al Kinemax (ore 21), alla presenza degli autori e del curatore della serata, Stefano Ricci, saranno presentati alcuni lavori di Anke Feuchtenberger (Somnambule, 15’), e di Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti della Socìetas Raffaello Sanzio (“Tragedia Endogonidia” di Romeo Castellucci). Un’occasione davvero preziosa per confrontarsi con opere della più interessante scena video-sperimentale del nostro tempo.

E sempre venerdì, riflettori sull’ultimo lavoro di Gianluigi Toccafondo, “La piccola Russia”, in cartellone all’ultimo Torino Film Festival. Celebre in tutto il mondo per il suo stile inconfondibile, nell’animazione e l’illustrazione, che l’ha reso uno degli artisti italiani più noti al mondo, Toccafondo è stato aiuto regia a Matteo Garrone per Gomorra. A seguire, ancora, le proiezioni di alcune opere di un pioniere assoluto del cinema sperimentale, Guy Sherwin, eccezionalmente ospite di FilmForum 2009. Saranno proposti Short Film Series,1975-1998, Animal Studies (Cat, Gnats, Coots, Tree Reflection), 1998-2003 e Flight, 1998. Imperdibile, a fine serata, la performance di cinema espanso che Guy Sherwin presenterà a Gorizia, Man With Mirror.

Sabato 28 marzo, sempre dalle ore 21 al Kinemax, appuntamento con una selezione dei Franz Winzentsen Animation Films, presente l’autore. A seguire la proiezione di opere selezionate e introdotte a Gorizia da Jean-Pierre Rehm, direttore di FIDMarseille, uno dei più importanti festival europei del Cinema documentario.

DAL 28 MARZO AL 2 APRILE, AL KINEMAX DI GORIZIA, SARÀ ALLESTITA LA VIDEOINSTALLAZIONE DELLA SOCÌETAS RAFFAELLO SANZIO, “TRAGEDIA ENDOGONIDIA”, di Romeo Castellucci, con video di Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti, visitabile nella sala espositiva negli orari di apertura del cinema. “Tragedia Endogonidia” è una tragedia capace di generarsi da sola, con modalità proprie dei microrganismi, assicurando cioè la sopravvivenza della specie con l’annullamento dell’individuo originario in due nuovi organismi. Quattro donne in nero per una partitura di voci, una video installazione che rimanda sequenze proteiche di un capro nero, sonorità elettroniche live potenti e dissonanti.

Questo è Cryonic Chants, concerto portato in scena dai Socìetas Raffaello Sanzio e da Scott Gibbons, che sviluppa una parte dell’universo musicale del Ciclo della Tragedia Endogonidia. L’idea di fondo, per una performance assolutamente unica, è quella di ottenere una serie di parole “oggettive”, “letterali”, ricavate dall’organismo di un capro vivente che, trasformandosi in corpo di scrittura, si fa tout court veicolo di lemmi e definizioni.

Uno schermo che scandisce innumerevoli sequenze di rette parallele, un obiettivo che si sposta costantemente sugli zoccoli e sulle corna dell’animale, lasciato volutamente libero di pascolare su un tappeto di lettere, per generare “Poesia”. Una modalità di creazione che - conferendo dignità all’animale piuttosto che all’ingegno del poeta - sposta la riflessione sull’arte in una dimensione non-narrativa, disconoscendo e sospendendo in qualche modo la tradizione della tragedia stessa, progenitrice e madre di ogni forma espressiva."

Domenica 29 marzo, alle ore 21 al Kulturni Center “Lojze Bratuz”, in proiezione sarà “Electric Edwardians”, una selezione dall’archivio Mitchell & Canyon, con accompagnamento al pianoforte di Stephen Horne. Introduce la serata Vanessa Toulmin (National Fairground Archive/University of Sheffield). A seguire la performance di cinema espanso di Bruce McClure “My Little Pugnacious Dog, Zipper!”. Raffinato artista newyorkese, audio-video performer, Bruce Mc Clure propone abitualmente le sue performances, o sessioni di cinema espanso, basate sul fenomeno della sintesi ottica del suono, spesso riprodotte all'interno di festival di arte elettronica, di festival di cinema sperimentale, ma anche all'interno di gallerie d'arte o di vere e proprie sale cinematografiche. La natura quasi scultorea della sua composizione audiovisuale, il rapporto fisico con l'oggetto/strumento e con la pellicola, la fisicità del suono, permettono di accostare le sue creazioni ai lavori di arte in movimento di "scultori" come Bruce Nauman o Paul Sharrits.

LUNEDÌ 30 MARZO, ALLE 21 AL KULTURNI CENTER LOJZE BRATUZˇ, SERATA EVENTO CON PHILL NIBLOCK E I SUOI EXPERIMENTAL FILMS “THE MOVEMENT OF PEOPLE WORKING” (China, Japan, Brasil) 1983-1988: il pubblico goriziano potrà così assistere alla Live sound performance del grande artista americano Phill Niblock, compositore e artista di espressività multimediale, noto sin dagli anni ’60 per le sue performance multimediali in musei e festival. Niblock, spesso definito come autore “minimalista”, tende a differenziarsi da artisti come Steve Reich, Philip Glass o Terry Riley, caratterizzando le sue composizioni con note lunghe e toni sostenuti, senza ritmo e melodie, ipersensibili tanto alla durata quanto al volume. Proprio Niblock sarà protagonista, la sera successiva – martedì 31 marzo - sempre al Bratuz, di una inedita collaborazione live con il giovane artista/filmmaker documentarista Carlos Casas, pluripremiato nei festival internazionali del cinema documentario: Niblock suonera’ una colonna sonora appositamente concepita per il nuovo documentario di Casas, che a sua volta presenterà, in prima nazionale a Gorizia, una retrospettiva/focus sulla sua acclamata Trilogia della Solitudine, Siberian Fieldworks (Fieldworks #10), 2006-2008, Aral Fieldworks (Fieldworks #05), 2005, Patagonian Filedworks (Fieldworks #01), 2002-2008. A seguire il curatore Sergio Fant introdurrà la selezione di Naoyuki Tsuji/Animation Films, in collaborazione con BilBolBul – Festival internazionale del fumetto, Bologna.

MERCOLEDÌ 1 APRILE, ANCORA AL KULTURNI CENTER LOJZE BRATUZˇ, OSPITE DI FILMFORUM 2009 SARÀ IL GRUPPO SLOVENO DEGLI OM PRODUCTIONS, noto e suggestivo collettivo sloveno attivo sin dagli anni ‘70, specializzato in live per più proiettori. FilmForum 2009, dunque, nel segno del cinema sperimentale, in quanto fondativo e pionieristico delle pratiche indagate al Forum, nonchè in perfetta sintonia con la più raffinata scena artistica mondiale. La serata sarà introdotta da proiezioni di Henk Kabos, a cura di Simona Ionizza (Nederlands Filmmuseum), e proseguirà con una selezione dedicata appunto a OM Productions, a cura di Sergio Fant e Alojz Sever (OM production), per l’Introduzione di Slobodan Valentincic (OM production Museum).

Infine, GIOVEDÌ 2 APRILE, ALLE 22 AL KULTURNI CENTER MOSTOVNA, Cesta IX korpusa 99 A (SOLKAN) appuntamento davvero imperdibile con un artista capace di coniugare una geniale ispirazione musicale alla creatività fumettistica, il frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti DAVIDE TOFFOLO, chiamato a suggellare FilmForum 2009 con la sua Live Animation interamente dedicata a Pier Paolo Pasolini. Si tratterà di una ‘performance di disegno in diretta, per voce di poeta e disegnatore’.

Da molti anni i Tre Allegri Ragazzi Morti, e Davide Toffolo in particolare, approfondiscono fra musica, scena e fumetto l’opera e la dimensione artistica di Pier Paolo Pasolini, ma questa volta c’è di più: Davide Toffolo è appena rientrato dalla Tasmania, dove è stato fra i protagonisti di Pasolini Project, una sorta di ‘internazionale artistica’ nel segno di Pasolini, un vero e proprio ‘collettivo’ di musicisti, pittori, registi, scrittori e, più in generale, di artisti che intorno e a partire da Pasolini si ritroveranno nel tempo, da diverse latitudini del pianeta, per ricordarne le intuizioni e riportarle via via alla dimensione del nostro tempo, attestandone così l’assoluta contemporaneità.

La performance di FilmForum 2009 a Gorizia deriva da Pasolini, un incontro di Tre allegri ragazzi morti, progetto nato da al Ppalazzo delle esposizioni di Roma, nel contesto di una rassegna che vedeva musica e letteratura intrecciarsi. Lo spettacolo dei Ragazzi Morti su Pasolini è la cosa più vicina all'improvvisazione che il gruppo avesse mai affrontato. Davide Toffolo disegna in diretta sulla voce del Poeta friulano.

Il risultato dei disegni, proiettato su uno schermo cinematorgrafico rinnova lo stupore del disegno che si crea sotto gli occhi dello spettatore. La voce del poeta si alza per raccontarci il suo presente, quello di quasi 50 anni fa, dove erano gia evidenti le contraddizioni della civiltà consumistica e globale che oggi viviamo nella sua drammatica attualità. «Pasolini – spiega Davide Toffolo - si fa carico, come intellettuale, di leggere la realtà, libera, senza condizionamenti di schieramento, politico o partitico. Un atteggiamento sconosciuto a molti intellettuali di oggi, e per questa ragione ancor più illuminante e risulta quasi profetico». Nella performace di Toffolo, cut up della voce del poeta, si alterneranno lettura di poesie e canzoni, per trenta minuti di suggestione e disegno “live”.

Film Forum 09
INFORMAZIONI: INFOLINE
http://udineconference.uniud.it
tel. +39 0432 55 66 48
r /> a Gorizia dal 27 marzo al 2 aprile 2009
sedi incontri: Sala Della Torre – Fondazione Carigo, via Carducci 2 Gorizia
Dams Gorizia (piazza Vittoria 41)
Palazzo del Monte di Pietà di Gradisca (via Dante, 29)
sedi proiezioni: Palazzo del Cinema di Gorizia (piazza Vittoria 41)
Kulturni Center Bratuz, v-le XX Settembre 85
Ingresso libero.

Leggi le Ultime Notizie >>>