Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Attualità > 21 Gennaio 2020

Bookmark and Share

“Magia d'Ali" un progetto dedicato a rondini e non solo

“Magia d'Ali"

Trieste (TS) - “Magia d'Ali" è un progetto vasto e ben strutturato che comprende una centrale e preponderante parte didattica che coinvolge scuole di diverso ordine e grado, dalle “materne” alle elementari e medie per tutta la durata dell'anno scolastico, stante appunto il grande rilievo che si vuole dare alla maturazione di una forte coscienza e conoscenza ambientale nei nostri più piccoli cittadini; quindi una indispensabile parte di attenzione e sostegno alla vita stessa delle popolazioni di piumati che la “Liberi di Volare” rivolge in particolare (ma non solo) alle rondini, rondoni e balestrucci predisponendo e collocando appositi nidi in vari punti del territorio quale aiuto al loro stanziamento e riproduzione; inoltre, un programma di manifestazioni collaterali di sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini di tutte le età, come una mostra di elaborati in tema (disegni e foto) realizzati da bambini e ragazzi (che si terrà a metà aprile nei locali del Cral Autorità Portuale alla Stazione Marittima, comprensiva di un piccolo concorso a premi), una serie di appuntamenti teatrali anche essi rivolti ai bambini con
sei rappresentazioni (due per mattinata per tre successivi lunedì, il 9, 16 e 23 marzo presso l'Auditorium del Museo “Revoltella”) dello spettacolo “Camomilla e Cipolla, un grande amore”, basato sulla storia (realmente accaduta) di due rondoni e del loro salvataggio, che potrà venir visto da un totale di ben 1100 piccoli grazie alla determinante collaborazione del Comune; e infine una serie di visite guidate al CRAS di “Liberi di Volare”, in Strada di Fiume 527 (il
Centro Recupero Animali Selvatici specialmente dedicato a rondini e rondoni), e alle oasi e riserve naturali del Friuli Venezia Giulia, anche per vedere e ammirare la vita di altre specie di pennuti.
Infine, per quanto concerne l'altra parte essenziale e qualificante del Progetto ovvero la collocazione di mangiatoie e nidi (grazie alla generosità di Nature Protection, società leader del settore, che ha donato le mangiatoie), la Di Mauro ha concluso evidenziando come una gran parte di essi (ben 81 sui 181 nidi totali previsti) saranno posizionati proprio su alcuni edifici scolastici cittadini: al “Dante”, alla “Cirillo e Metodio” di San Giovanni, alla elementare “Rossetti” di Valmaura e alla “De Marchi” di Servola.

Leggi le Ultime Notizie >>>