Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 09 Aprile 2019

Bookmark and Share

Successo per la 24esima edizione della Trieste Opicina

Trieste - Opicina

Trieste (TS) - Si è conclusa con grande successo la 24esima edizione della Trieste Opicina Historic - Memorial Mario Marchi 2K19, la manifestazione di due giorni che, con un percorso di regolarità, ricordava i fasti della leggendaria gara in salita che si svolse fino al 1971. Ancora aperto invece il concorso fotografico dedicato alla gara (bando su www.mc59.com e consegna delle opere entro la mezzanotte del 30 aprile) e il concorso per le vetrine a tema più belle di Opicina (è possibile votare la preferita fino al 9 aprile).

Successo anche per il prologo con il Match Race del 2 aprile in Porto Vecchio, esibizione di regolarità a cronometro a eliminazione diretta con tempo di percorrenza previsto di 45 secondi per due giri di anello da 200 metri a una media di 18 km orari. Sedici le autovetture storiche iscritte. A prevalere al termine delle prove è stato Amedeo Cicuttin su Fiat 1100 Export affiancato dal giovanissimo navigatore Giovanni Dionisi di appena 11 anni.

E grande festa a Opicina - dove per da venerdì a domenica si sono tenuti i festeggiamenti organizzati dal Consorzio insieme a Opicina - per abbracciare le "vecchie signore" che sabato sono rimaste parcheggiate per le foto di rito dei numerosissimi appassionati fino alle 22, salutate dalle note della banda Viktor Parma e dalla Vecia Trieste. Per l’occasione, la vettura storica non marciante del tram grazie a Trieste Trasporti è stata visibile per due giorni presso la stazione tranviaria di Opicina. Successo anche per le visite ai bunker a cura dell'ASC Tergeste e per le presentazioni in collaborazione con Autostar di tre autovetture elettriche – una BMW i3, una smart EQ fortwo e una MINI Countryman S E Hype - per promuovere il rispetto dell'ambiente e la cultura "green", della colonnina di ricarica Bluenergy e della prima auto elettrica - uso scuola guida - in Italia presso l'Autoscuola Bizjak.


Grandi riscontri poi per il Mercatino dell'usato e dell’hobbistica a tema a cura dell'Associazione Culturale “Cose di Vecchie Case” e dello stand del Tram dei Libri, la Mostra di Pittura “Alla Corte degli Artisti” a cura della pittrice Dilva Musizza e dello studio del pittore Fulvio Cazzador. Particolarmente apprezzata la presenza le 10 modelle con acconciature, trucco e abbigliamento anni '30 a cura del Lookmaker concept store di Antonella Abbondanza.

Tutti gli esercizi pubblici e i negozi di Opicina aderenti al Consorzio hanno proposto un programma di attività specifico e predisposto menù per favorire la conoscenza dei prodotti tipici del territorio. Lungo il percorso, sono stati posizionati gli addobbi di benvenuto, creati da Nonna Bruna Carli e dalle frequentatrici del Centro diurno Capon. Fino al 9 aprile in Piazzale Monte Re saranno espositi i disegni delle allieve e degli allievi del Ricreatorio comunale F.lli Fonda Savio di Opicina. E’ stato indetto anche un Concorso per le Vetrine a tema nelle attività aderenti di Opicina contrassegnate con un numero. Fino al 9 aprile si potranno ammirare le vetrine dedicate e votare la preferita.

Anche quest’anno alla Trieste Opicina Historic è abbinato il Concorso fotografico - gratuito e aperto a fotografi e fotoamatori sia privati che iscritti a Circoli Fotografici - “Trieste Opicina Historic” 6a Edizione, organizzato dal Club dei Venti all’Ora con il supporto tecnico di mc59.com. Tre le categorie ammesse: La Gara, Reportage e Particolari. Informazioni e bando su www.mc59.com.

Il programma della giornata conclusiva prevedeva per le autovetture Touring partite da piazza Unità il percorso storico della Trieste Opicina (1911-1971) con un giro turistico per Opicina e Villa Carsia in direzione Aurisina, dove si è volta una visita alla Cava Marmi Srl. e al relativo stabilimento di lavorazione della pietra. Gli equipaggi Classsic invece dopo un passaggio davanti al centro commerciale Il Giulia hanno fatto tappa a Rupingrande per poi ricongiungersi alle altre autovetture e ritrovarsi quindi tutte insieme in piazza Unità, dove sono rimaste esposte al pubblico fino alle 17 assieme a due bus storici dell’Inbus Club di Trieste e una fermata con cartellonistica d’epoca.

Le premiazioni di Trieste Opicina Historic, Trofeo Mario Marchi, Coppa Ada Pace, Young e dei premi speciali si sono tenute alle ore 16 al Savoia Excelsior Palace di riva del Mandracchio, 4 da parte del il Presidente del Club dei Venti all'Ora, Paolo Grava, alla presenza del commissario manifestazioni ASI Giuseppe Guglielmi e dell’assessore comunale al Turismo e promozione del territorio, Francesca De Santis che ha portato i saluti del Sindaco, Roberto Dipiazza e di tutta l’amministrazione comunale congratulandosi con gli organizzatori per il successo della manifestazione.

“Il Sindaco – ha detto - sabato è stato entusiasta di vedere la piazza piena e anche per me è stata una gioia: oltre a essere una gara di regolarità automobilistica - e lo dimostrano la piazza stracolma di gente e le 110 adesioni – la Trieste Opicina Historic rappresenta un evento importante per il turismo dato che il 40% degli iscritti proviene dall’estero (Austria, Croazia, Germania e Slovenia), un altro 40 dal resto d’Italia (Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige) e solo il 20 è costituito da triestini; si tratta quindi – ha aggiunto - di una manifestazione che accresce tantissimo il richiamo turistico della città”. Ringraziando gli intervenuti, De Santis ha formulato i migliori auguri affinché la prossima, la venticinquesima, sia un’edizione bella come questa e anzi, ancora più ricca.

Oltre alla classifica generale e per classi di vetture, sono stati assegnati la Coppa Ada Pace (Trofeo destinato alla pilota meglio classificata nelle prove della domenica tra gli 8 equipaggi femminili iscritti) intitolato all’unica pilota donna a vincere la Trieste Opicina di velocità nel 1959 a bordo di una Osca Maserati MT4 e il Trofeo Mario Marchi (riservato ai Soci del Club dei Venti all’Ora) dedicato al pilota triestino per tanti anni storico segretario del sodalizio e la cui premiazione verrà effettuata dal nipote, Giovanni Cortellino.

Tra le vetture più particolari, si segnalavano una Pontiac Racer two seater del 1928, una MG J2 del 1933, 15 Alfa Romeo, 12 FIAT, 9 Lancia e 7 Porsche.
Queste le classifiche:

Classifica Generale Trieste Opicina Historic 21K9 Assoluta:

1 Rugo Carlo/Varaschini Paola Porsche 356 B T5 (Regolaristi Friulani)

2 Pippo/Topolino (alias utilizzato per l’iscrizione dall’equipaggio) Lancia Fulvia Montecarlo (Ruote del Passato)

3 Mazzalupi Saverio/ Mazzalupi Luca Innocenti Mini Cooper MK3 (Vams Squadra Corse)

4 Colombo Fabio / Salvetti Paolo Fiat 1100 TV (Veteran Car Club Como)

5 Cicuttini Amedeo/Castellano Lia Fiat 1100 Export (Regolaristi Friulani)



Classifica finale Young:

1 Kershbaumer Lisa Maria – Unterfrauen Nadia Mercedes SL 500 (Veteran Car Team BZ)

2Fontanot Lorenzo – Braico/Lodi Fiat Panda (Club dei Venti all’Ora)

3 Zec Daniela / Zec Vesna Renault 8 Gordini (Oldtimer Club Istra)



Trofeo Mario Marchi:

Rugo Carlo/Varaschini Paola Porsche 356 B T5 (Regolaristi Friulani)

Dagnelut Giorgio / Scrigner Liliana Alfa Romeo Giulietta TI (Club dei Venti all’Ora)

Cicuttini Amedeo/Castellano Lia Fiat 1100 Export (Regolaristi Friulani)



Premio Ada Pace alla pilota donna meglio classificata:

1 Weber Andrea /Stimac Damir Alfa Romeo 2000 Berlina (AM OTK Starci Kotaci) HR

Premio al navigatore più giovane:
Giovanni Cortellino

Vetture Modern:

Demarin Ennio/ Bet Francesco Lancia Fulvia Coupe (Vams Squadra Corse)

Vetture Classic:

Tresoldi Achille/Tresoldi Enrico Alfa Romeo Giulietta Spider (Club dei Venti all’Ora)

Vetture Post Classic:

Ferro Giancarlo/Pittolo Sergio Alfa Romeo Gulietta Sprint (Regolaristi Friulani)

Classifica Scuderie:

1 Regolaristi Friulani

Premio Best in Show Classic: Citroen DS Cabrio

Premio Best in Show Touring: Fiat Balilla Fontana Pietro Gomi

Classifica generale completa su https://www.cronoasi.it/trieste-opicina-historic

Uno speciale ringraziamento a:

Trieste Trasporti S.p.A.

Il Giulia

Caffè degli Specchi

Autoscuola Bizjak

Autostar

Bluenergy

Gramar Marmi Srl.
INBus Club Trieste

Consorzio Centro in via Insieme ad Opicina - Skupaj na Op?inah

Associazione “Marino Simic”

Associazione per la Difesa di Opicina – ZdruĆŸenje za Zaš?ito Op?in

Media partner: Trieste Cafe





La “Trieste-Opicina

La “Trieste-Opicina”, definita la “Monza in salita”, è stata per 60 anni una delle gare automobilistiche di velocità in salita più veloci e più frequentate d'Europa. Sia i “piloti della domenica” che i più celebrati campioni del volante (Nuvolari, Rindt, Williams, De Adamich, Moretti, solo per citarne solo alcuni) volevano tutti cimentarvisi, per la gioia di un'intera città schierata ai bordi del percorso.



Trieste Opicina Historic

L’intento della “Trieste Opicina Historic” è quello di rievocare l'inizio di quell’epopea e cioè la prima gara del 1911 che venne animata da piloti leggendari della Belle Epoque come Otto, Kolowrat, Wetzka, Dreher, Nikodem, Bettaque.

Anche in questa edizione la manifestazione ha avuto un doppio percorso: Regolarità Classica (prove cronometrate e a media imposta) e Touring (percorso turistico slow senza cronometri).

La Trieste Opicina Historic è valida ai fini delle Finali Nazionali ASI e per il Trofeo Internazionale Alpe Adria Classic Challenge (campionato internazionale coorganizzato dal 2013 con il Club Gorizia Auto Storiche, 1 C.A.R. Team di Velden Austria, Stari Kotaci di Zagabria), KCC (Karntnen Classic Challenge), campionato dove la Trieste Opicina Historic è l’unica gara che si svolge fuori dai confini carinziani e Trofeo Nord Est, campionato triveneto per manifestazioni a calendario ASI coorganizzato con il Club Gorizia Auto Storiche, Ruote del Passato di Pordenone e Club Serenissima di Conegliano.

In collaborazione con Turismo FVG, Trieste - Opicinala Trieste Opicina Historic quest’anno ha toccato Grado e la sua laguna, Spilimbergo con una visita guidata alla scuola di mosaico e Aurisina con una visita guidata alla Cava e allo stabilimento Grama Marmi Srl. La carovana ha percorso inoltre le più spettacolari strade della regione, dal Carso Triestino a quello Goriziano con un’ormai tradizionale puntata nella vicina Slovenia.

Leggi le Ultime Notizie >>>