Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

MEDEA 50: PIER PAOLO PASOLINI, MARIA CALLAS E GRADO
ex Cinema Cristallo
Grado
Dal 15/06/19
al 28/07/19
manifesto
GLI “ANNIVERSARI” AL CENTRO DELLA NUOVA EDIZIONE DI “A TAVOLA CON…” DEL PICCOLO TEATRO DI SACILE
varie
SACILE, POLCENIGO
Dal 15/06/19
al 29/06/19
banchetto rinascimentale
Musica per il pubblico di Femmes 1900
Pordenone
Dal 22/06/19
al 23/06/19
femmes 1900

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Incontri > 16 Gennaio 2019

Bookmark and Share

Al Circolo della Stampa il video “Viaggio in Dalmazia” di Franco Viezzoli

Franco Viezzoli

Trieste (TS) - Venerdì 18 gennaio alle 17.30, nella Sala Paolo Alessi del Circolo della Stampa di Trieste (Corso Italia 13), il Presidente Pierluigi Sabatti e l’arch. Marianna Accerboni, curatrice e ideatrice dell’evento, presenteranno il video “Viaggio in Dalmazia” (1996) di Franco Viezzoli, che parteciperà all’incontro.

Un amarcord interessante e poetico - scrive Accerboni - che racconta un itinerario percorso via mare sull’aliscafo, che oggi non esiste più. Viezzoli sa calibrare con molto equilibrio le immagini, che sono tutte foto scattate da lui stesso, a volte anche dall’aereo, con i brani - pezzi della cultura musicale fiumana o del Rondò veneziano per esempio - selezionati con grande sensibilità a seconda dei luoghi, della loro atmosfera e della loro storia. In un incontro felice fra terra, mare, architettura e arte in una Dalmazia deserta di turisti, colta nel periodo immediatamente successivo al conflitto dell’ex Yugoslavia. La storia e i luoghi - si potrebbe dire - narrati con gli occhi dell’amore.

Franco Viezzoli è originario di Pirano, come tutta la sua famiglia, ma è nato ad Albona perché nel 1937 il padre era minatore ad Arsia. Fortunatamente i Viezzoli fecero ritorno a Pirano prima del febbraio 1940, quando un violento scoppio nella miniera di carbone provocò 185 vittime e altrettanti intossicati. Nel 1951, finita la scuola media, andò a lavorare nella rimessa del tram di Pirano, dove rimase fino all’esodo del 1954, in seguito al quale si trasferì con la famiglia a Trieste, accolto in diversi campi profughi. Nel 1956 entrò nella Società Italia di Navigazione e, dopo sei mesi di Scuola Alberghiera a Bordighera, s’imbarcò come cameriere sulla Monotonave Saturnia e quindi sulle altre grandi navi passeggeri della stessa Società che facevano rotta verso il Nord America. Nei primi anni ‘60 si fermò a terra, lavorando nel ristorante Suban di Trieste e nel 1977 aprì la Trattoria Trieste Mia, che condusse con notevole successo, ma che purtroppo dovette chiudere nel 2000 causa demolizione dell’edificio.
In contemporanea alla passione per il mare e per la cucina, Viezzoli ha sempre amato i viaggi, la fotografia, i documentari e i video. Già dai primi anni ‘70 aveva infatti iniziato a viaggiare in Europa, prima con la roulotte e poi con il camper, con il quale arrivò fino in Africa. Durante ogni viaggio realizzava un documentario dedicato ai luoghi visitati, soprattutto sull’Istria, la Dalmazia, la Grecia, la Turchia ecc. Un percorso che lo condusse infine alla realizzazione di un documentario puro, interamente dedicato a un personaggio o a un luogo. Ed ecco quelli ispirati a Giuseppe Tartini, Cesare Dell’Acqua, Ugo Carà, Aldo Bressanutti e altri, 10 documentari sui Castelli del Valvasor, 4 sul Liberty a Trieste, 15 sull’Istria e 15 su Dalmazia e Montenegro, per un totale di un centinaio di video. In sostanza l’attività di realizzare e presentare documentari ha costituito l’interesse principale della sua vita, dopo il lavoro, e di tale disciplina è attualmente docente all’Università della Terza Età Danilo Dobrina di Trieste.

Leggi le Ultime Notizie >>>