Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Prima nazionale di Jezabel a Cormons con Elena Ghiaurov
Teatro Comunale di Cormons
Cormons
Il 31/01/20
Jezabel foto di Luciano Perbellini
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 29 Settembre 2018

Bookmark and Share

“Giovani interpreti & grandi Maestri” ospita il pianista ucraino Antonii Baryshevskyi

Antonii Baryshevskyi (foto: Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - E’ Antonii Baryshevskyi, l’intenso pianista ucraino acclamato da pubblico e critica al prestigioso Premio Busoni 2011, il protagonista del terzo concerto in cartellone per la 17ª edizione del Festival Pianistico 2018 “Giovani interpreti & grandi Maestri” curato e promosso da Chamber Music per la direzione artistica della musicologa Fedra Florit: lunedì primo ottobre al Teatro Verdi di Trieste - Sala Ridotto Victor De Sabata (ore 20.30), è atteso dal pubblico della città, che già due anni fa gli aveva riservato un’accoglienza entusiastica.

Filo rosso della serata, nel segno di Ludwig van Beethoven, sarà “La razionalità smaterializzata, l’astratta meditazione”: un tema scandito dal “corpo a corpo” con le radicali invenzioni delle ultime tre Sonate di Beethoven: un terreno impervio e affascinante con tre opere assai diverse l’una dall’altra per costruzione e atmosfera, pagine che il raffinato Baryshevskyi ha nel suo DNA. Si partirà con la Sonata n.30 in mi maggiore op.109, per proseguire con la n.31 in la bemolle maggiore op.110 e infine chiudere con la Sonata n.32 in do minore op.111.

Primo Premio al Concorso Internazionale Arthur Rubinstein di Tel Aviv 2014, Baryshevskyi è in costante ascesa da quando, nel 2014, è stato invitato da Martha Argerich ad esibirsi in prestigiosi contesti internazionali. Collabora con grandi bacchette e con alcune delle maggiori orchestre europee con importanti direttori e ha inciso per numerose emittenti televisive e radiofoniche in Italia, Danimarca, Spagna, Ucraina e Serbia. Il suo primo CD è stato pubblicato nel 2010 dall’etichetta Naxos Records e contiene musiche di Scarlatti, Ravel, Debussy, Rachmaninov, Stravinsky e Mateos.

Nato a Kiev, Baryshevskyi ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di sei anni. A soli sedici anni ha ricevuto nel suo Paese il Premio “A Man of the Year 2005”. Ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale Premio Jaén 2009, il Secondo Premio al Concorso Internazionale “In Memory of Horowitz” di Kiev nel 2005, il Primo Premio al “Prix du piano Interlaken classic di Berna” 2014 e numerosi altri. Info e biglietti: TicketPoint – Trieste, Corso Italia 6/c e mezz’ora prima del concerto all’ingresso Sala, www.acmtrioditrieste.it.

La 17ª edizione del Festival Pianistico 2018 di Chamber Music è realizzata in collaborazione con il Comune di Trieste - Assessorato alla Cultura, con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e il MIBACT. Partner del Festival l’InCE-Iniziativa Centro Europea, Banca Mediolanum, ITAS Assicurazioni, Suono Vivo - Padova, mediapartner il quotidiano Il Piccolo e la sede regionale Rai Friuli Venezia Giulia.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>