Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 12 Febbraio 2009

Bookmark and Share

Società dei Concerti: il pianista ungherese András Schiff rende omaggio al genio di Haydn

András Schiff

Trieste (TS) - “Der Genius von J. Haydn”, ovvero un appassionato omaggio al genio compositivo di Joseph Haydn: sarà questo il filo conduttore del concerto del grande pianista ungherese András Schiff, in programma lunedì 16 febbraio alle ore 20.30, al Politeama Rossetti, nell’ambito della Stagione Concertistica 2008 – 2009 della Società dei Concerti di Trieste. La serata riserva dunque pagine scelte da Haydn, con il Capriccio G-Dur über "Acht Sauschneider müssen sein" Hob. XVII:1, le Sonate Nr. 32 g-Moll Hob. XVI:44, e ancora Fantasie C-Dur Hob. XVII:4, le Sonate Nr. 53 e-Moll Hob. XVII:34, Variationen f-Moll Hob. XVII:6 e le Sonate Nr. 62 Es-Dur Hob. XVI:52.

Il pianista András Schiff è nato nel 1953 a Budapest, dove ha studiato all’Accademia Franz Liszt. Ha attirato l’attenzione internazionale vincendo la medaglia d’oro al Concorso Tchaikovsky di Mosca nel 1974. Ha registrato in seguito tutti i concerti per pianoforte di Mozart e molte composizioni di J.S.Bach; molti credono che le sue interpretazioni di Bach sono tra i suoi lavori più raffinati. Alla fine degli anni ‘90 ha cominciato a lavorare come direttore d’orchestra allargando il suo repertorio a compositori come Reger, Haydn e Sándor Veress.

Dal 2004 ha eseguito cicli completi delle 32 Sonate per pianoforte di Beethoven in ordine cronologico (gli otto concerti dati alla Tonhalle di Zurigo furono registrati live). András Schiff ha lavorato con la maggior parte delle principali orchestre internazionali e con i maggiori direttori, ma attualmente si esibisce soprattutto come direttore e solista. Nel 1999 ha creato una sua orchestra da camera, la Cappella Andrea Barca, costituita di musicisti di varie parte del mondo, cameristi e amici.

Oltre a lavorare con questa orchestra, suona ogni anno con la Philharmonia Orchestra di Londra e con la Chamber Orchestra of Europe. Fin da bambino Schiff ha amato suonare in gruppi da camera. Dal 1989 al 1998 è stato direttore artistico del festival internazionale “Musiktage Mondsee” di Salisburgo. Nel 1995, assieme a Heinz Holliger, ha fondato gli “Ittinger Pfingstkonzerte” a Kartause Ittingen, in Svizzera. Nel 1998 ha avviato una iniziativa simile, intitolata “Omaggio a Palladio”, al Teatro Olimpico di Vicenza.

Dal 2004 al 2007 è stato artista in residenza del Kunstfest di Weimar. András Schiff ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali. Nel giugno 2006, in considerazione dell’eccellenza delle sue interpretazioni beethoveniane, è stato scelto quale membro onorario della Casa Beethoven di Bonn.

Nel maggio 2007 ha ottenuto il prestigioso “Premio della critica musicale Franco Abbiati” per il suo ciclo delle Sonate di Beethoven. Nell’ottobre 2007 ha ricevuto il Bach Prize della Royal Academy of Music, sponsorizzato dalla Fondazione Kohn. Questo premio è destinato ad artisti che abbiano dato un significativo contributo all’esecuzione e/o allo studio della musica di Johann Sebastian Bach ed è legato all’edizione, nello stesso anno, dei due volumi del “Clavicembalo ben temperato” curata da András Schiff in collaborazione con il musicologo Henle. András Schiff è professore onorario nelle istituzioni musicali di Budapest, Detmold e Monaco.

Per informazioni: SdC - via Beccarla, 8 Trieste; tel. 040-362408 www.societadeiconcerti.net.

Leggi le Ultime Notizie >>>