Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 22 Luglio 2018

Bookmark and Share

"Rossini! Rossini!" con l'Orchestra della Società Filarmonia all'auditroium Concordia

Sabina Willeit (foto: Ufficio Stampa Estate a Pordenone 2018)

Pordenone (PN) - “Da quando è morto Napoleone, c'è un altro uomo di cui si parla ogni giorno a Mosca come a Napoli, a Londra come a Vienna, a Parigi come a Calcutta”. Così scriveva lo scrittore francese Stendhal di Rossini, di cui era un fervente ammiratore. E davvero il percorso artistico di Rossini fu fulminante seppure non privo di qualche scivolone come la prima assoluta del “Barbiere di Siviglia” che sfociò in un tumulto: in poco meno di 20 anni scrisse 39 opere e come un ciclone travolse i palchi dell'intero continente.

Nel nel giro di pochi anni l'Europa intera, da Lisbona a San Pietroburgo, fu invasa da un incredibile "palpito rossiniano", che ancora oggi emoziona e diverte. L'umorismo di Rossini e la sua estrosità si manifestano in ogni riga della sua musica. Egli possedeva un'inventività melodica inesauribile e un'impulsività ritmica irresistibile, capacità che mandavano letteralmente in delirio il pubblico e che ancora oggi si rivelano trascinanti.

A 150 anni dalla morte la Società Filarmonia dedica dunque al "Cigno di Pesaro" il suo progetto artistico “Il Carro di Tespi” 2018, alla sua 14ª edizione dal titolo "Rossini! Rossini! Bravo bravissimo". Un concerto monografico, che farà tappa anche all’Estate a Pordenone all’auditorium Concordia, martedì 24 luglio alle 21.15, incentrato sulle pagine immortali del repertorio lirico-sinfonico di Gioachino Rossini.

Il programma prevede overture, arie e concerti tratti dalle sue opere più significative: “Il Barbiere di Siviglia”, “La Cenerentola”, “L’Italiana in Algeri”, “Il Tancredi”, “La pietra del paragone”, “Guglielmo Tell”, “La regata Veneziana”. L’Orchestra, sarà dell’Associazione Società Filarmonia diretta da Alfredo Barchi: 48 elementi che dialogheranno e accompagneranno cinque voci di giovani talenti internazionali dell’opera: la soprano Sabina Willeit, la mezzosoprano tedesca Inez Osina Ruez, i tenori Hui Jin e Li Biao, il baritono Tan Qipeng, tutti cinesi, e lo sloveno Neve Stipanov.

Tra essi spicca dunque la cantante gardenese Sabina Willeit, diplomata al Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano con il massimo dei voti, allieva effettiva all’Accademia Rossiniana di Pesaro e perfezionatasi con Mirella Freni, Renata Scotto e con il M° Beniamino Prior. Nel 2001 ha vinto il Concorso As.Li.Co di Milano. Sabina Willeit ha esplorato un vasto repertorio operistico, interpretando ruoli importanti in opere come Faust, L’Incoronazione di Poppea, Il Flauto Magico, Le Nozze di Figaro, Così fan tutte, La Clemenza di Tito, L’Italiana in Algeri, Il viaggio a Reims, Il barbiere di Siviglia, La Cenerentola, Falstaff, La Traviata, Don Carlo, Contes d’Hoffmann, Götterdämmerung, Arlecchino, Pulcinella, Ariadne auf Naxos e molte altre. È stata diretta da Maestri quali Metha, Santi, Zedda, Weikert, Kuhn, Fagen, Neuhold, Manacorda, esibendosi in numerosi teatri, come il Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Comunale di Bologna, Cremona, Brescia, Pavia, Ravenna, Cagliari, Bolzano, Lucca, Lecce, Opera di Roma, a Badkissingen, Ludwigsburg, Liège, Luxembourg nonché ai festival di Wexford, La Coruña e Aix-en-Provence. Dalla Stagione 2008-2009 è entrata a far parte dell’Ensemble dello Staatstheater di Karlsruhe (Germania). Sabina Willeit inoltre si esibisce regolarmente nel repertorio liederistico (con orchestra e con pianoforte) e nel repertorio sacro. Prevendita da Musicatelli in piazza XX Settembre.


INFO/FONTE. Ufficio Stampa Estate a Pordenone 2018

Leggi le Ultime Notizie >>>