Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 24 Gennaio 2009

Bookmark and Share

“Mercoledì del Conservatorio”: piano-recital del solista triestino Rinaldo Zhok

Rinaldo Zhok

Trieste (TS) - Pagine musicali di Joseph Haydn, Robert Schumann, Enrique Granados e Ludwig van Beethoven saranno al centro del Piano Recital del solista triestino Rinaldo Zhok, mercoledì 28 gennaio, in occasione del prossimo appuntamento dei “Mercoledì del Conservatorio” al Conservatorio Tartini di Trieste in via Ghega 12. L’inizio dell’esibizione è previsto alle ore 20.30, a ingresso libero (prenotazioni e informazioni: www.conservatorio.trieste.it, tel. 040-6724911).

Rinaldo Zhok, classe 1980, dopo il diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio Tartini di Trieste si è perfezionato con Lazar Barman, Riccardo Zadra (Accademia pianistica di Padova), Dario De Rosa (Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste) e Pier Narciso Masi (Accademia di Musica di Fusignano). Attualmente è allievo di Boris Bloch presso la Folkwang Hochschule di Essen.

Alla carriera solistica ha sempre affiancato una considerevole attività cameristica, incentrata soprattutto sul duo pianistico, formazione con la quale ha avuto modo di perfezionarsi dal 2006 al 2008 presso l’Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera sotto la guida del duo Yaara Tal e Andreas Groethuysen, grazie al sostegno della borsa di studio della Fondazione Ananian. Ha tenuto concerti in Italia, Slovenia, Austria, Germania, Francia, come solista, in formazioni cameristiche e con orchestra riscuotendo consensi da parte del pubblico e della critica.

E’ vincitore diimportanti competizioni solistiche, dal Mendelssohn International Competition di Milano alla “Giulio Viozzi” International Competition, alla “Città di Cesenatico” National Competition, oltre che cameristiche (“Camillo Togni” International Competition for piano duet and chamber music, “Roma 2005” International Competition for piano duet). Ha registrato, per “Rainbow Classics”, due Cd con musiche per pianoforte dei compositori italiani Mario Zafred e Antonio Bibalo. La Fondazione Filantropica Ananian spicca per il sostegno ai giovani negli studi superiori ed universitari, nonché nella loro formazione culturale.

I suoi interventi sono destinati ai cittadini italiani residenti a Trieste da almeno cinque anni, ancheConservatorio Tartini - Trieste (logo) se parte non maggioritaria degli interventi è aperta a cittadini italiani residenti nel Friuli Venezia Giulia ed in alcune località del Veneto, nonché a connazionali della vicina penisola istriana. Trae la sua origine nelle volontà testamentarie di Gregorio Ananian - magnate armeno vissuto a Trieste e deceduto nel 1857 - e nel contributo di altri benefattori.

Leggi le Ultime Notizie >>>