Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 19 Gennaio 2009

Bookmark and Share

Trieste Film Festival dà spazio al cinema greco. Proseguono i concorsi di lungo e cortometraggi

scena da “WOLKE9” di Andreas Dresen

Trieste (TS) - Molto intensa la giornata di martedì 20 gennaio al Trieste Film Festival. Dalle ore 15, al Cinema Excelsior, ampio spazio alla sezione dedicata al Cinema Greco con la programmazione di cinque cortometraggi della selezione, tutti presentati in anteprima italiana e diretti da registi giovani ed emergenti. I restanti tre corti della sezione sono programmati in Sala Azzurra dalle 18.

A seguire, invece, in programma le selezioni del concorso con il cortometraggio “UCCELLI DEL PARADISO” della regista bulgara Kristina Grozeva sulla storia di un’insolita amicizia, che anticipa il lungometraggio in concorso “PROGNOZA” (Previsione): protagonista ancora la Bulgaria con il ritorno a Trieste della regista di “Mila ot Mars”, Sophia Zomitsa questa volta impegnata nel racconto di un intrigo balcanico.

Da segnalare, nella sezione lungometraggi, che il film di Petr Zelenka "KARAMAZOVI" viene presentato alle ore 22 di martedì, mentre il suo posto è stato preso dal film diretto da Andreas Dresen “WOLKE9” (Al settimo cielo), che quindi non è più nella programmazione di martedì. Visto il cambio di programma, l’attesissimo film di Dresen - già osannato dalla critica alla sua uscita in Germania, che rompe con il tabù della sessualità nella terza età presentando un intensa storia d’amore tra over settanta raccontata con esplicite scene di sesso tra i protagonisti – sarà replicato giovedì 22 gennaio alle 22.30.

Da segnalare, per Zone di Cinema, il racconto dei rapporti tra Italia e Slovenia nel lavoro del regista sloveno Filip Robar Dorin autore de “IL VENTO NON CI BADA” che ripercorre un lungo arco temprale dalla caduta dell’impero austro-ungarico al secondo dopoguerra. Ancora, il Progetto Joyce propone il film di Pat Murphy “NORA” (alle ore 17, al Cinema Ariston) mentre alle ore 20.30 in Sala Azzurra molta attesa per “PARIS WAS A WOMAN”.

Prosegue ancora il ricco concorso dei documentari con due proposte in concorso: alle ore 17.45 “KAVIJAR KONEKSN” (LA CONNECTION DEL CAVIALE) del serbo Dragan Nikolic che racconta la pesca dello storione sulle sponde del Danubscena da "PARIS WAS A WOMAN"io.. alle 20.00 in Sala Excelsior “MEINH HALBES LEBEN” (A metà della mia vita) del tedesco Marko Doringer, ritratto di un’intera generazione di trentenni, un romanzo di formazione trasferito nella vita reale.

Due importanti appuntamenti, infine, anche per la fortunata rassegna “WALLS OF SOUND” con Full Metal Villane, alle 22.30, seguito da Castle party 2006.

Leggi le Ultime Notizie >>>