Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Arte > 14 Giugno 2018

Bookmark and Share

Atelier di via Donota: finissage con visita guidata della personale dell’artista Barbara Mapelli

Foto di Barbara Mapelli

Trieste (TS) - Venerdì 15 giugno alle 18 a Trieste, all’Atelier di via Donota 1, avrà luogo il finissage con visita guidata della personale dell’artista Barbara Mapelli, curata sul piano critico dall’architetto Marianna Accerboni: in mostra una trentina tra dipinti a olio recenti e foto realizzate negli ultimi anni. Il linguaggio pittorico figurativo e quello fotografico della Mapelli concorrono assieme nell’esprimere la realtà contemporanea, evidenziando con forza il paesaggio, e in particolare i sentimenti e le emozioni che pervadono l’animo umano.

Da una parte assistiamo a una pittura verista fatta d’immagini che ci trasportano in una realtà narrativa della quotidianità e raccontano il lato più sottile di noi stessi, le nostre paure e i nostri desideri; dall’altra incontriamo una fotografia che narra la vita degli “invisibili”, di chi è ai margini della società, dei clochard, dei musicisti di strada, di quel particolare e toccante universo dei “diversi”. E lo sguardo della Mapelli si volge con delicatezza e con misura a testimoniare anche la bellezza muliebre e la festosità degli eventi nuziali. (orario: tutti i giorni 16 - 19).

BARBARA MAPELLI (Trieste, 1979), pittrice, fotografa, grafica e video maker. Di madre triestina e padre milanese, dopo aver operato a Milano in ambito televisivo, occupandosi di grafica, montaggio e riprese video, oggi vive a Muggia (Trieste). Dopo il Liceo artistico e il conseguimento dell’attestato di tecnico multimediale e grafico pubblicitario alla Scuola Arte e Messaggio di Milano, nel 2007 si laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia con una tesi sull’artista triestino Arturo Nathan intitolata Arturo Nathan, tra arte e psicoanalisi.
Ha collaborato e collabora con diversi importanti studi grafici, fotografici e riviste a Trieste e Milano. Ha vinto vari concorsi fotografici e grafici, tra cui Progetta il Logo del Fonti del Vulture (premio dell’azienda e premio speciale della stampa) e il concorso fotografico Artefatto.
Al 2006 risalgono le prime personali di fotografia a Milano e nella Regione Friuli Venezia Giuli, tra cui quella al Circolo Filologico di Milano, intitolata Borderline. Tra i molti lavori, nel 2007 realizza un video backstage del film Barbarossa di Renzo Martinelli, nel 2009 il video “Arturo Nathan, puro, ingenuo e tormentato”, nel 2010 un lungo video reportage in Francia, sui castelli della Loira, nel 2011 alcuni documentari sul Territorio dell’Esagono, nel Veneto, nel 2015 il documentario inchiesta sull’inquinamento del territorio di Trieste.

Leggi le Ultime Notizie >>>