Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Victor Vasarely - Grande mostra del Maestro della Optical Art a Parigi
Centre Pompidou
Parigi
Dal 06/02/19
al 06/05/19
Victor Vasarely
Inaugurazione mostra "Inside the Abstract" di Renato De Marco
Spazio Espositivo EContemporary
Trieste
Dal 16/02/19
al 31/03/19
scultura legno e ferro
Aldo Famà. Lo stato dell’arte
Palazzo Costanzi - Sala "U. Veruda"
Trieste
Dal 16/02/19
al 11/03/19
Aldo Famà, "Canto d'amore", 2002 - olio su tela

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
www.saporiproloco.it Sapori Pro Loco
Passariano di Codroipo (UD)
Dal 11/05/19
al 19/05/19

Notizie > Manifestazioni > 12 Giugno 2018

Bookmark and Share

Le Giornate della Luce 2018: Maurizio Nichetti si racconta a trent’anni da “Ladri di saponette”

Maurizio Nichetti (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Spilimbergo (PN) - Ancora un grande ospite ad illuminare la quinta giornata del festival in corso a Spilimbergo “Le Giornate della Luce”, la manifestazione ideata da Gloria De Antoni per celebrare il ruolo degli autori della fotografia del cinema italiano contemporaneo che fino a domenica 17 giugno presenta proiezioni di film, compresi quelli in concorso per questa edizione, incontri con fotografi di scena, registi e attori, seminari e percorsi espositivi.

Il programma di mercoledì 13 giugno è tutto dedicato all’attore e regista Maurizio Nichetti che fa tappa al festival a trent’anni dal suo film-cult “Ladri di saponette”, del 1988.

Alle 18.00 al cinema "Miotto" sarà protagonista assieme al direttore della fotografia Mario Battistoni dell’incontro Allegro ma non troppo, titolo che cita il film, ancora unico nel suo genere, di Bruno Bozzetto interpretato dallo stesso Nichetti. L’incontro presenterà una riflessione sul cinema d’autore con uno dei più poliedrici dei nostri registi, da gustare nella sacralità di una sala cinematografica in contrapposizione alla fruizione distratta dei film a casa, davanti al televisore, dove imperversa la pratica di interromperli e contaminarli con spot pubblicitari sempre più frequenti. Ma si tratta anche di un approfondimento che promette di rivelare connessioni ed estraneità tra la produzione cinematografica e la pubblicità emozionale.

Alle 21.00 sarà proposto in sala proprio “Ladri di saponette” e il cortometraggio “Marlowe ci guarda”, realizzato con gli studenti del laboratorio teatrale dell’Istituto Superiore Il Tagliamento a cura di Livio Gnucci, diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani con la fotografia: di Renato Favro.

Attesi nei prossimi giorni al festival molti altri ospiti, focus e omaggi: giovedì partono le proiezioni dei film in concorso con l’arrivo a Spilimbergo della giuria composta quest’anno dai critici cinematografici Oreste De Fornari Mariuccia Ciotta e Roberto Silvestri, con l’attrice Ottavia Piccolo, il regista e sceneggiatore Giacomo Campiotti, il fotografo e Autore della fotografia spagnolo Ferran Parades Rubio e il direttore del Premio internazionale Sergio Amidei Giuseppe Longo.

Ospiti al festival nei prossimi giorni anche Marco Risi, Luciano Tovoli - con un focus in programma a Gemona del Friuli - e Gianni Amelio, fino al grande Nicola Piovani che suggellerà l’edizione nell’ultima serata di festival, quando si svolgeranno anche le premiazioni per il miglior "Autore della Fotografia".


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>