Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 11 Giugno 2018

Bookmark and Share

Al Politeama Rossetti la seconda edizione della serata “Il sogno di Giulia”

Locandina evento

Trieste (TS) - Dopo il successo della prima edizione, ritorna “Il sogno di Giulia”, la serata musicale per ricordare la giovane concittadina Giulia Buttazzoni che si terrà martedì 19 giugno, alle ore 20.30, al Politeama Rossetti di Trieste. Promosso dalla parrocchia di Santa Caterina da Siena, assieme ai genitori Roberta e Silvio e al fratello Marco e con la co-organizzazione del Comune di Trieste, in collaborazione con la Polizia di Stato, all'evento benefico parteciperanno “The 1000 Streets' Orchestra”, Les Babettes, la Banda Berimbau, l’Adriatic Express, il gruppo vocale strumentale dell'Istituto Comprensivo "Iqbal Masih" e Leonardo Zannier in veste di animatore-presentatore e cantante. Special guest star della serata, sarà Maurizio Vandelli, leader carismatico e voce solista del più importante gruppo italiano degli anni '60, l'Equipe 84.

La serata-evento è stata presentata in Sala giunta del Comune di Trieste dall’'Assessore comunale ai Teatri, Serena Tonel alla presenza del padre Silvio, di don Lorenzo Magarelli, parroco di Santa Caterina da Siena, comunità che Giulia frequentava, del Maestro Walter Grison, direttore della “The 1000 Streets' Orchestra” e del Comandante della Sezione provinciale della Polizia Stradale Antonio Di Gregoli.

“Giulia voleva fare il medico. Con questa serata – hanno spiegato gli organizzatori - desideriamo proseguire con un’altra tappa per la realizzazione progetto finalizzato a offrire agli studenti “Deledda-Fabiani” l'opportunità di arricchirsi intellettualmente e come persone attraverso la conoscenza di nuovi luoghi, popolazioni e culture, nonché a contribuire alla realizzazione dell'aula di microbiologia dell'Istituto.”

Per volontà della famiglia e grazie alla collaborazione della Polizia di Stato – è stato sottolineato – la serata fornirà anche l’occasione per dedicare uno spazio di riflessione ai temi più attuali della sicurezza stradale, con un appello rivolto non solo ai giovani ma a tutti i presenti in sala, affinché non succeda più ad altri quanto è accaduto a Giulia.

“Questa seconda edizione vuole essere una vera festa in musica affinché permanga un intenso ricordo di Giulia con i suoi desideri, le sue aspirazioni: diventare medico, aiutare gli altri grazie al suo impegno e la sua passione – ha detto l'assessore Tonel -. Con questa serata vogliamo portare avanti i suoi valori, i suoi principi, che sono importanti per tutti i giovani. E per la realizzazione del progetto finalizzato a offrire agli studenti “Deledda-Fabiani” l'opportunità di arricchirsi intellettualmente e come persone attraverso la conoscenza di nuovi luoghi, popolazioni e culture, nonché a contribuire alla realizzazione dell'aula di microbiologia dell'Istituto.”

Per volontà della famiglia, grazie alla collaborazione della Polizia di Stato – ha sottolineato don Magarelli – la serata fornirà anche l’occasione per dedicare uno spazio di riflessione ai temi più attuali della sicurezza stradale, con un appello rivolto non solo ai giovani ma a tutti i presenti in sala, affinché non succeda più ad altri quanto è accaduto a Giulia.

L'ingresso alla serata sarà libero, ma chi lo vorrà potrà contribuire per far sì che “il sogno di Giulia” possa realizzarsi. L'intero ricavato verrà infatti devoluto all'organizzazione di questo progetto di crescita personale e culturale dei giovani e di progresso degli studi medici, “Il sogno di Giulia”, appunto.

Ringraziando tutti coloro che sono stati così vicino alla famiglia e che aiutano a mantenere viva la memoria e il 'sogno di Giulia', il papà Silvio, visibilmente commosso, ha voluto ribadire che questa serata-evento “sarà il modo migliore per ricordare la sua Giulia, la sua voglia di vivere, la sua allegria, la sua contagiosa risata”.

Il Comandante Di Gregoli ha messo in evidenza l'importanza di un appuntamento al quale non può mancare la Polizia di Stato e nello specifico la Stradale, per il messaggio che si vuole dare in particolare ai giovani, in termini di sicurezza stradale. La maggior parte degli incidenti di oggi – ha detto - avvengono per 'distrazione'. In questa occasione, attraverso dei video, spiegheremo quanto poco sia sufficiente per evitare appunto la causa principale di tante tragedie.

L'ingresso alla serata sarà libero, ma chi lo vorrà potrà contribuire per far sì che “il sogno di Giulia” possa realizzarsi. L'intero ricavato verrà infatti devoluto all'organizzazione di questo progetto di crescita personale e culturale dei giovani e di progresso degli studi medici, “Il sogno di Giulia”, appunto.

Per quanto attiene agli aspetti più prettamente musicali, gli artisti protagonisti di una festa musicale certamente rivolta ai giovani, ma con un'attenzione anche per chi ha qualche capello grigio, saranno “The 1000 Streets' Orchestra” assieme a Les Babettes, la Banda Berimbau, l’Adriatic Express, un gruppo di 4 ballerini provenienti da Lubiana e il Coro Iqbal Masih, formato dai bambini della Scuola Collodi e dal Gruppo vocale e strumentale della scuola Rismondo diretto da Anna Stopper. Special guest star della serata, sarà Maurizio Vandelli, leader carismatico e voce solista del più importante gruppo italiano degli anni '60, l'Equipe 84.

L'ospite d’eccezione a cui è lasciata la seconda parte della serata sarà Maurizio Vandelli, con il quale l’orchestra eseguirà il brano conclusivo del concerto.

La serata sarà presentata da Leonardo Zannier che a sua volta canterà anche un brano con la big band.

L’evento si svolge in collaborazione con Polizia di Stato con il contributo del Comune di Trieste e con il patrocinio della Prefettura di Trieste.

Leggi le Ultime Notizie >>>