Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 07 Maggio 2018

Bookmark and Share

Nuovi appuntamenti al convento di San Francesco nell'ambito di "Polinote - Musica in città"

Freedom Fighters (foto Ufficio Stampa "Polinote Musica in città")

Pordenone (PN) - Proseguono in settimana gli appuntamenti di Polinote Musica in città nel Convento di San Francesco a Pordenone

Martedì 8 maggio alle 20.45, "Giovani cantanti incontrano musicisti professionisti", ovvero Cesare Coletti, chitarra, Giovanni Gorgoni, basso, Simone Morettin, batteria. Gli allievi di canto moderno della scuola Polinote, seguiti dalle insegnanti di canto Lorena Favot, Michela Grena e Flavia Quass, potranno esibirsi accompagnati da una band di professionisti avendo così occasione di vincere l’emozione e confrontarsi con le incognite dell’esecuzione dal vivo.

Mercoledì 9 maggio alle 20.45, a dare vita al "Dialogo tra poesia e musica" saranno i ragazzi e le ragazze del Liceo Classico Majorana di Pordenone assieme alla scuola di musica Polinote seguiti dai rispettivi insegnanti: Roberto Cescon e Martina Chiarottin per il liceo, Andrea Andrian e Josuè Gutierrez, docenti della Segovia Guitar Academy. La serata prevede un'alternanza di poesie di autori del 900 e di musiche per chitarra di autori rinascimentali - barocchi (Luys de Narváez, Johann Sebastian Bach, Domenico Scarlatti), e del Novecento (tra cui Miguel Llobet, Heitor Villa-Lobos, Ennio Morricone). L'alternanza di testi ora musicali, ora letterari, crea una successione di sensazioni ed emozioni che nascono dai suoni e si riflettono sulle voci, e viceversa. Alle chitarre si esibiranno Costanza Lincetto e Andrea Peressin; le poesie saranno lette da Michelle Dassi, Miruna Drajneanu, Rebecca Garcia, Alessandro Stoppa. Il percorso tra letture, riflessioni e musiche, approfondisce il valore della diversità.
?
G?iovedì 10 maggio alle 18, saranno di scena i Freedom Fighters, ragazzi che provengono da diverse regioni del mondo, uniti in un progetto artistico, basato sulla ricerca di elementi comuni e diversità musicali, esempio di integrazione attraverso la musica, canale universale di comunicazione che supera ogni barriera culturale e linguistica. Verrà presentato il frutto dei laboratori musicali di body percussion tenuti dal docente di Polinote Giulio Salerno in collaborazione con la cooperativa Nuovi Vicini di Pordenone, che hanno visto la partecipazione di un gruppo di profughi ospitati dalla cooperativa. Alla serta parteciperanno anche il Corokò coro moderno di bambini e il Djdjoè coro moderno di ragazzi e adulti, due progetti musicali di Polinote diretti rispettivamente da Michela Grena e Flavia Quass.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa "Polinote Musica in città"

Leggi le Ultime Notizie >>>