Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 18 Aprile 2018

Bookmark and Share

Incontro con Enos Costantini su “La vite nella storia del paesaggio friulano” alla Fondazione Carigo

Giardino Viatori (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Gorizia (GO) - Si preannuncia ancora di grande interesse il nuovo appuntamento con gli incontri a tema botanico organizzati nella sala conferenze della Fondazione Carigo e inseriti nel cartellone legato all’apertura del Giardino Viatori, la splendida e sempre più fiorita area verde di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia visitabile ogni week end grazie alla collaborazione dell’associazione Amici del Giardino Lucio Viatori.

Giovedì 19 aprile, alle 18.00, sarà la volta del giornalista ed esperto di tradizioni agricole e alimentari Enos Costantini, voce della storica trasmissione domenicale di Radio Rai1 Friuli Venezia Giulia “Vita nei campi” che parlerà di “La vite nella storia del paesaggio friulano”, dove si esplorerà la vite nella storia del paesaggio friulano, i sistemi di allevamento, le consociazioni, i vitigni, le cantine, i caratelli e i vini: un grande passato di storie, aneddoti e qualche bevuta…

Enos Costantini ha insegnato Agronomia e Zootecnia presso l’Istituto Agrario di Cividale del Friuli dal 1974 al 2006 e dal 1980 collabora con riviste del settore agricolo, sia a livello locale che nazionale. In ambito regionale ha pubblicato numerosi libri sul rapporto tra agricoltura e ambiente, sulla storia dell’agricoltura e sulla biodiversità coltivata. Attualmente è coordinatore redazionale de periodico “Tiere furlane” edito dalla Regione Friuli Venezia Giulia e si dedica soprattutto allo studio della viticoltura nei suoi aspetti storico-linguistici. L’incontro è ad ingresso libero.

Prosegue poi l’apertura al pubblico del Giardino Viatori: anche questo week end, sabato 21 e domenica 22 aprile sarà possibile accedere agli spazi di via Forte del Bosco, dalle 15 alle 19, con visita guidata alle 17.00. A dominare gli spazi verdi centinaia di specie in fioritura tra cui rododendri, collezioni di lillà, ortensie, spiree, viburni, osmanti, peonie, rose rampicanti, pruni e meli da fiore, ed un centinaio di magnolie caducifoglie, ultimo grande amore del professor Viatori, appassionato di botanica e creatore di questo affascinante parco urbano. E ancora l'ombrosa e sempre fresca valle delle azalee, il laghetto delle ninfee e il roseto, solo per citare alcune delle meraviglie del Giardino che presto saranno in fiore.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>