Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > AttualitĂ  > 17 Aprile 2018

Bookmark and Share

Al Revoltella la "Conferenza internazionale sulla conservazione della Memoria della Grande Guerra"

Foto Ufficio Stampa Comune di Trieste

Trieste (TS) - Venerdì 20 aprile, dalle 10 alle 13, al Civico Museo Revoltella di via Diaz 27, si terrà la “Conferenza internazionale sulla conservazione della Memoria della Grande Guerra per le future generazioni. Per non dimenticare”.

L’evento, aperto al pubblico e gratuito – organizzato da Pro Loco Trieste, in collaborazione con il Comune e PromoturismoFVG - sarà un’occasione di confronto tra esperti storici della materia provenienti dal Regno Unito, dalla prestigiosa University of Oxford, dalle Università di Trieste e di Udine, rappresentanti di strutture museali del Comune di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Alla presentazione, che si è tenuta stamane, a Palazzo Gopcevich, sono intervenuti l'assessore comunale alla Cultura con Claudia Colecchia, responsabile della Fototeca dei Civici Musei di Storia ed Arte, per la Pro Loco Trieste, Michele Ciak e Marija Pudane, responsabile del progetto, ed Edward Hunt (socio Pro Loco).

La conferenza internazionale - è stato spiegato - si rivolge alla cittadinanza con l’obiettivo di sensibilizzare le attività di raccolta e conservazione del materiale storico in possesso delle famiglie frutto di una collaborazione congiunta nei due simboli “floreali” che la rappresentano: “Per non dimenticare” con il sommaco (simboleggia il sangie delle 12 battaglie dell'Isonzo) e “Lest we forget” con il papavero (il primo fiore comparso sui campi di battaglia). Storie di uomini divenuti soldati e di soldati che ritrovarono la dignità di uomini saranno raccontate da esperti e persone presenti. Epica, sangue e gloria, temi cari alla narrativa retorica dei tempi bellici che si tramutano in ricordi di tragedie e atti eroici che hanno per protagonisti capitoli di vita vissuta sul fronte, da conoscere, capire e tramandare. Immagini, ricordi, diari, cartoline, carteggi, per rianimare passi nascosti ma non sepolti, per non dimenticare.

Venerdì 20 aprile sarà un’opportunità di confronto con i ricercatori della University of Oxford e per Trieste e il Friuli Venezia Giulia, pertanto un’occasione unica per condividere le esperienze di conservazione della memoria storica relative alla Grande Guerra con esperti di livello internazionale. Con la finalità di conservare la memoria quale significativo impegno morale per le nuove generazioni, per capire e tramandare le tragiche conseguenze del male compiuto dagli uomini, ha sottolineato l'assessore.

Introdotti dalla responsabile del progetto Marija Pudane e dal dottor Edward Hunt, le ricercatrici della University of Oxford, la dottoressa Martin (responsabile del progetto “LestWeForget”) e la dottoressa YlvaPritz (UK-ITALY International project on Conservation of the Memory) descriveranno il lavoro nel Regno Unito.

Il professor Lucio Fabi (Cineteca del Friuli) relazionerà sulla cospicua raccolta di cinegiornali, frutto di una trentennale attività di ricerca, risalenti al periodo 1914-1918 relativamente al fronte italo-austriaco e agli altri fronti del conflitto mondiale.

Il lavoro di ricerca storica svolto dalla Pro Loco Trieste sarà presentato dal dottor Edward Hunt che parlerà e mostrerà il materiale messo a disposizione, per la prima volta, dagli archivi storico/militari di Leonardo, Fondazione Ansaldo e Oto Melara, aziende italiane d’importanza strategica, attive nel settore della difesa. I documenti (foto e filmati), di evidente ed eccezionale importanza storica, consentiranno di far comprendere al pubblico aspetti poco noti relativamente alla produzione dell’equipaggiamenti del Regio Esercito nella Grande Guerra, come vennero prodotti ed utilizzati, comparandone le qualità con quelli in possesso delle altre forze combattenti.

Si proseguirà poi con il prof. Fulvio Salimbeni ( Università di Udine) che parlerà della tutela e valorizzazione dei diari e delle lettere dei combattenti della Grande Guerra che fino a pochi anni fa venivano erroneamente considerate fonti di minore importanza storica.

Claudia Colecchia presenterà il progetto che vede coinvolto il Comune di Trieste sulla Grande Guerra e la Conservazione della Memoria cittadina.

Sarà poi la volta dello storico Roberto Todero che tratterà le tematiche relative a Trieste e alla “Memoria del Litorale”. Concluderà la serie d’interventi Luca Giuseppe Manenti, docente dell’Università di Trieste.

La Pro Loco di Trieste, in stretta collaborazione con la ProLoco Fogliano/Redipuglia, organizzerà, per la delegazione inglese, una serie di visite ai siti più importanti della Grande Guerra a Trieste, sul Carso triestino e goriziano. Al termine della permanenza in Regione, verrà stilata una relazione a cura dei professori della University of Oxford che sarà poi divulgata, attraverso i canali universitari, nel Regno Unito.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>