Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
A SACILE GLI EX-ALLIEVI DEL TOTI DI TRIESTE CON LA NUOVA ESILARANTE COMMEDIA “LE NOZE DE VIRGINIA”
Teatro Ruffo
Sacile
Il 01/02/20
Scenario_Le noze de Virginia

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Notizie > Incontri > 14 Aprile 2018

Bookmark and Share

“Il futuro è oggi”: la terza edizione si chiude con i paesaggi del post-umano di Giuseppe O. Longo

Giuseppe O. Longo (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Pordenone (PN) - Giunge a conclusione lunedì 16 aprile la terza edizione de “Il futuro è oggi”, il ciclo di incontri promosso dal Gruppo Cgn con la Fondazione Pordenonelegge.it, a cura degli scrittori Gian Mario Villalta e Alberto Garlini. Quest’anno l’indagine ci ha accompagnato alla scoperta delle suggestioni più intriganti del nostro tempo, in rapporto agli anni che ci aspettano: ultimo appuntamento, lunedì alle 18.15 nella Sede Oceano del Gruppo CGN (via Linussio 1/B, Pordenone), per l’incontro affidato allo scrittore Giuseppe O. Longo sui “Paesaggi del post-umano”, con visioni di futuro precorse dalla migliore fantascienza. Intelligenza artificiale, cibernetica, algoritmi, automazione: le nostre vite appaiono sempre più spesso guidate da entità a cui si connette una intelligenza senza però il requisito della consapevolezza, mettendo in discussione i paradigmi dell'umanesimo e della centralità dell'uomo.

Lo scrittore, saggista e docente Giuseppe O. Longo ci guiderà in un viaggio nelle zone di confine fra ciò che conosciamo, e ciò che presto conosceremo. Ma è proprio vero che un aumento delle conoscenze è sempre positivo? Autore anche di “Homo technologicus”, l’autore riflette spesso sullo «sviluppo travolgente della tecnologia, la quale sembra animata da una volontà di potenza sua propria, che trascende e abbatte ogni nostra residua resistenza: qualche ipotesi? L’avidità incoercibile dell’uomo; gli ormoni ribollenti dei ricercatori; la hybris e l’orgoglio che ci spingono a imitare Dio facendoci a nostra volta creatori del second’ordine; l’oscuro presentimento collettivo che la specie umana possa scomparire presto, presentimento che ci spinge a lasciare qualche segno del nostro passaggio sulla Terra: per esempio operosi e infaticabili robot che eseguano con precisione inimitabile e superumana un’imitazione più che perfetta della vita, però del tutto priva di senso».

L’ingresso è libero, prenotazioni e informazioni presso Fondazione Pordenonelegge (tel. 0434.1573200 email fondazione@pordenonelegge.it, www.pordenonelegge.it).

Gli incontri de “Il futuro è oggi” sono a cura degli Esploratori Culturali del Gruppo CGN, un team liberamente costituito di collaboratori amanti della cultura in tutte le sue sfaccettature, un vero e proprio reparto di Ricerca e Sviluppo Culturale che ha l’obiettivo di assorbire e riversare in azienda quanto di più interessante avviene nel panorama culturale, a beneficio della creatività e della crescita personale di tutti i colleghi.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>