Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 20 Marzo 2018

Bookmark and Share

"Festa mondiale della poesia" a Trieste, tra flash mob e letture poetiche a leggìo

Luigia Sorrentino (foto Ufficio Stampa Festa della Poesia e della Letteratura)

Trieste (TS) - Il concorso internazionale di poesia "Castello di Duino" è nato anche per festeggiare la Giornata Mondiale della Poesia istituita dall’Unesco il 21 marzo. Questa ricorrenza viene celebrata con particolare passione durante la Festa della Poesia e della Letteratura, sia in città con la gioiosa invasione dei flash mob poetici (“Oggi regaliamo poesia” sarà lo slogan dei poeti che vi parteciperanno) sia con una presentazione a leggio di alcune poesie di Luigia Sorrentino, dalla voce di Mariella Terragni e con il contributo musicale del duo Paolo Martino Delmarco (violino) e Adelajid Zhuri (pianoforte).

Per il flash mob poetico l’appuntamento è alle 16.30 in Piazza Unità, da cui si partirà per diffondere versi in tutto il centro cittadino. Alle 18.30 invece, alla Casa della Musica (via Capitelli 3, Trieste), sarà la volta dell’incontro dedicato alla poesia di Luigia Sorrentino. Giornalista RAI, conduttrice di programmi culturali e ideatrice nonché curatrice per RaiNews24 di un blog di poesia, è poetessa raffinata, che ha pubblicato diverse raccolte di poesia, di cui “Inizio e Fine” (2016) e “Figure dell’acqua” (2015) tradotte in francese. Scrive di lei Milo De Angelis, nella prefazione a “Olimpia” (2013): “Olimpia punta all’essenza, tocca in profondità le grandi questioni dell’origine e della morte, dell’umano e del sacro, del nostro incontro con i millenni”.

Nel blog francese “Aller aux essentiells” (“Andare all’essenziale”, come nell’osservazione di Milo De Angelis) si legge una recensione del suo “Figure dell’acqua”: “L’essere e la natura sembrano fare tutt’uno: non c’è pelle, linguaggio, frontiera ponte fra l’interno e l’esterno” si legge. E si pensa allora a “Inizio e fine”, forse l’ultimo libro di un percorso che ha portato la poetessa a interrogarsi su nascita e morte, quasi che dal punto di vista dell’essenza inizio e fine si tocchino senza che si possa riconoscere fra i due un confine visibile o percepibile. Scopriremo la voce dell’autrice, il suo respiro trattenuto, il suo lirismo classico. L’autrice sarà presente a renderci un messaggio in sintonia.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Festa della Poesia e della Letteratura

Leggi le Ultime Notizie >>>