Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 15 Dicembre 2017

Bookmark and Share

Chamber Music: auguri di Natale al Ridotto del Verdi con il duo Torbianelli-Beels

Duo Torbianelli-Beels (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - Auguri di Natale in musica: si rinnova la tradizione tutta mitteleuropea del brindisi da condividere insieme agli amici e alle persone care, dopo aver gustato sonorità scintillanti ed emozione sonore affidate a grandi interpreti. Una proposta sotto l’albero che da molte Stagioni sigla il gran finale di cartellone dell’associazione Chamber Music: e anche in questo 2017 l’appuntamento con gli Auguri di Natale Chamber sarà siglato da due vere star delle scene internazionali, il pianista Edoardo Torbianelli, maestro della tastiera moderna così come del clavicembalo di cui è uno dei massimi interpreti del nostro tempo, e il violinista belga Wietse Beels, che dal Duemila si esibisce in Duo con il triestino Torbianelli, attesissimo di rientro in un ‘live’ nella sua città.

Appuntamento lunedì 18 dicembre alle 18 a Trieste, nella Sala del Ridotto “Victor de Sabata” del Teatro Verdi. Il concerto sarà scandito da un affascinante leitmotiv tematico: “Un ritratto, un dialogo romantico: Niels Gade”. Proprio al compositore danese che ispirò con la sua verve sinfonica la musica scandinava del Novecento – a cominciare dal norvegese Edvard Grieg – è dedicato il repertorio della serata, che propone la Sonata per violino e pianoforte n.1 in la maggiore op.6 e la Sonata per violino e pianoforte n.2 in re minore op.21 di Gade, intervallate dalla Sonata per violino e pianoforte in fa minore, op.4 di Felix Mendelssohn Bartholdy. Compositore e direttore d’orchestra, Nils Gade fu violinista solista e direttore d’orchestra: il concerto si preannuncia un’occasione preziosa per ritrovare note ispirate da un elegante equilibrio di atmosfera classico – romantico.

L’evento è realizzato per la direzione artistica di Fedra Florit ed è promosso da Chamber Music con Banca Mediolanum. Il concerto si concluderà con un brindisi festoso per tutti gli spettatori.
Biglietti in prevendita presso TicketPoint Trieste (info: Associazione Chamber Music, tel. 040.3480598, www.acmtrioditrieste.it).


Edoardo Torbianelli, triestino, è al giorno d'oggi una figura di spicco in Europa nel campo della ricerca interpretativa del repertorio pianistico romantico. Dopo i diplomi in pianoforte e clavicembalo conseguiti nella città natale, ha compiuto studi superiori alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale dei Filarmonici di Torino, al Reale Conservatorio delle Fiandre di Anversa, al Conservatorio Superiore di Tillburg (NL) e si è perfezionato privatamente a Parigi con Jean Fassina. Come interprete al pianoforte moderno e su pianoforti antichi ha tenuto concerti in tutta Europa ed in Colombia per prestigiose stagioni e festival ed ha suonato strumenti storici delle maggiori collezioni museali d'Europa. La sua discografia è già molto ampia (per Harmonia Mundi, Pan Classics, Glossa, Gramola, Phaedra, Amadeus...) e le sue produzioni sono state accolte con entusiasmo dalla critica internazionale. Ha ottenuto due Diapason d'Or ed una Medaglia d'Onore della Società Nazionale Ungherese di Studi Lisztiani di Budapest nell'ambito del Grand Prix du Disque 2012 (CD Gramola, Liszt and the Violin, con Thomas Albertus Irnberger). E’ attivo nel campo della composizione in stili storici ed ha pubblicato per la casa editrice musicale svizzera BIM. Da molti anni svolge un'intensa attività didattica ed è uno dei massimi esperti europei delle tecniche pianistiche del XVIII e XIX secolo, tema sul quale ha pubblicato alcuni interventi su riviste internazionali e sul quale è spesso invitato a riferire in convegni specializzati. Docente di pianoforti storici e prassi esecutiva del repertorio classico-romantico alla Schola Cantorum Basiliensis (istituto superiore di musica antica di Basilea) dal 1998 e alla Hochschule der Künste di Berna dal 2008, ha diretto nel 2010 presso quest'ultima un progetto di ricerca sull'estetica e la didattica del pianismo tra 1800 e 1850. Dal 2014 è responsabile della formazione strumentale del nuovo master in musicologia e prassi del pianoforte romantico all'università La Sorbonne di Parigi. Artist en Résidence 2016-2018 al centro di Studi francese Abbaye de Royaumont, vi tiene dal 2014 concerti, corsi e seminari.

Allievo di Guido de Neve al Reale Conservatorio delle Fiandre di Anversa e di Jean Jaques Kantorow Ilia Grubert al Conservatorio di Rotterdam, Wietse Beels è vincitore di due edizioni del Debuutprijs Kamermuziek e dal 2012 è membro fondatore del quartetto d'archi Taurus. Con queste formazioni ha sviluppato un'intensa carriera concertistica internazionale suonando in Belgio, in Olanda, Francia, Germania, Regno Unito, Austria, Italia, Svezia, Romania, Spagna e Sud Africa. Collabora con gruppi e solisti di prestigio europeo quali il Prometheus Ensemble, Oxalys, il Nederlands Blazers Ensemble, i solisti dell'orchestra del Koninklijk Concertgebouw Amsterdam, la pianista Eliane Rodrigues, la violoncellista France Springuel, ed è stato solista con la Vlaamse Radio Orkest, I Fiamminghi, la Brussel Interantional Youth Orchestra, la Limburgs Symphonie Orkest Maastricht. La collaborazione con Edoardo Torbianelli risale all'inizio del 2000 e i due musicisti si sono esibiti insieme a più riprese in Belgio, Italia e Svizzera, registrando anche per la Radio Suisse Romande. Wietse Beels ha effettuato nel corso della carriera numerose registrazioni radiofoniche e televisive (Radio1, Radio3, Klara, Baeyrische Rundfunk, Radio Catalane...) e diversi CD, con il Trio Dor, il Narziss und Goldmund Trio, il Sexteto/Orquesta Tanguedia ed il Taurus Kwartet, per i labels Phaedra e Wildboar. Insegna alla Stedelijke Muziekacademie di Lier.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>