Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 09 Novembre 2017

Bookmark and Share

"Magredimusica": largo ai giovani e alla nuova produzione multidisciplinare del Midway Chorus

Midway Chorus (foto Ufficio Stampa Magredimusica)

Cordenons (PN) - Secondo fine settimana per "Magredimusica", il festival che esprime le ricchezze culturali e naturalistiche del territorio di Cordenons – realizzato dall’omonima associazione grazie a Comune di Cordenons, Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Coop Alleanza 3.0, Friulovest Banca, Baldissar e Tc impianti - con 2 appuntamenti all’Aldo Moro di Cordenons, protagoniste due giovani realtà locali, pene di entusiasmo energia e creatività.

Venerdì 10 novembre dunque, alle 21, largo ai giovani e alla musica pop e rock (nel suo sviluppo dagli anni Trenta ai giorni nostri passando dal classic al prog, al jazz al blues) con la serata “Per colpa di chi?” realizzata dalla MidBand: quattro musicisti con 4 percorsi musicali diversi, 4 personalità deflagranti che messe assieme sono incontenibili. Il repertorio è frutto di contaminazioni, fusioni, reinterpretazione di pezzi celeberrimi tratti dalla storia della musica leggera. Per colpa di quei quattro potrebbe succedere qualsiasi cosa, dai Pink Floyd a Caruso, da Zucchero ai Led Zeppelin.?
?
Alessandro Zanin suona la batteria da quando aveva 5 anni alla Nam Lab di Azzano Decimo con i maestri Paolo Vescovi, Gianni Measso e soprattutto Giorgio Zanier. Ha suonato con i The Creepers, i Prog Glass Project e i Soul Food.?
?
Alberto Ravagnin, diplomato in pianoforte col professor Roberto Turrin al Conservatorio di Udine, insegna pianoforte in diverse scuole della provincia di e collabora con diversi solisti in ambito cameristico (Anastasiya Petryshak, Sandro Bergamo, Nicola Di Benedetto, Clelia Gozzo), lirico (Valentina Volpe, Mary Rosada, Selena Colombera, Accademia Artecanto Pn) e corale (Midway Chorus, Coro Contrà Camolli). Attivo anche sul fronte della musica moderna con le cantanti Gloria Piccinin, Nancy Fiumara, Veronica Di Lillo. Simone Zancai al basso elettrico è l’anima rock della Midway Band. Pietro Rizzato studia chitarra con la Takam di Roveredo in Piano, con Francesco Cossetti e Alberto Milani. Voci della band sono Marta Baldo e Marco Oli Poletto, cantante, cantautore e compositore con un’esperienza negli studi Biplano di Roma al fianco di Calabrese e Fabiani (produttori di nomi famosi come Mengoni, Baroni, Giorgia) e che recentemente ha scritto un singolo di successo per Thomas, partecipante ad Amici 2016/17 e sta preparando il proprio Cd con l’aiuto di Stefano Calabrese.

Sabato 11 novembre sempre alle 21 all’Aldo Moro ci sarà l’atteso debutto della nuova produzione del Midway Chorus - che unisce musica, teatro, danza, pittura - ispirata alle figure mitologiche titolari delle arti “Divinemuse”, con nuove sorprendenti scenografie e omaggio finale a sorpresa al pubblico.
Clio musa della Storia, Euterpe musa della Musica, Talia musa della Commedia e Poesia, Melpomene musa della Tragedia, Tersicore musa della Danza, Erato musa della Poesia amorosa e del Canto corale, Polimnia musa degli Inni religiosi e dei Cori, Urania musa dell’Astronomia e Geometria, Calliope musa della Poesia lirica e epica, saranno solo il filo conduttore e le ispiratrici di uno spettacolo in cui tutte queste arti verranno rappresentate in forma classica e moderna. Non mancheranno le danze con la scuola di danza di Cecilia Faotto, i canti del Midway Chorus diretto da Laura Zanin, i poeti di Ortoteatro. E l’artista Andrea Venerus, che dipingerà la musica. Ingresso libero con ritiro biglietto segnaposto.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Magredimusica

Leggi le Ultime Notizie >>>