Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 04 Novembre 2008

Tanti gli appuntamenti del “Puppet&Music” 2008 fra spettacoli, performance, incontri e laboratori

Mottram

Gorizia (GO) - Spettacoli, performance, incontri e video proiezioni, masterclass, workshop e giornate di studio scandiranno, da lunedì 10 a domenica 16 novembre, a Gorizia, Trieste e Lubiana il festival “Puppet&Music 08”, appuntamento tematico biennale promosso dal Cta Gorizia per la direzione artistica di Antonella Caruzzi, Fernando Marchiori e Roberto Piaggio, dedicato in questa edizione al rapporto tra l’universo del teatro di figura e la musica contemporanea. Artisti come Sylvano Bussotti, John Mc.Cormick, Peter Kus, Claudio Cinelli, Neville Tranter e Stephen Mottram, autori e critici come Alfonso Cipolla e Luca Scarlini, compagnie teatrali di riferimento per il teatro d’animazione internazionale - Controluce Teatro d’Ombra, Tam Teatro Musica, Piccoli Principi - saranno fra i protagonisti dell’evento, occasione privilegiata di ricerca e promozione del teatro di figura attraverso percorsi innovativi e sperimentali, aperti a contaminazioni di diversi linguaggi.

“Puppet&Music”, nell’arco di ventiquattro mesi, ha chiamato artisti e studiosi a confrontarsi sul rapporto tra musica e puppet nel teatro contemporaneo, promuovendo nuove produzioni incentrate sulla ricerca di simultaneità e consonanza tra i due linguaggi artistici. Nel corso della fase conclusiva, a Gorizia, verrà presentato in prima assoluta anche lo spettacolo che una giuria internazionale di esperti ha decretato vincitore del concorso Puppet&Music.

Sempre a Gorizia si svolgeranno diversi workshop, parte integrante del progetto e straordinaria occasione di formazione e aggiornamento professionale per quanti – attori, manipolatori, cantanti, tecnici, ombristi ecc. – saranno interessati ad approfondire specifiche tecniche riconducibili al mondo del puppet o con esso in dialogo, ma sempre all’insegna dell’ascolto reciproco tra le due forme espressive della musica e delle figure.

Puppet&Music 08 è realizzato con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Gorizia / Assessorato alla Cultura, della Provincia di Gorizia-Assessorato alla Cultura, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e dell’Ert (Ente Regionale Teatrale del Friuli-Venezia Giulia). Molteplici le collaborazioni attivate per la manifestazione, che trova la partnership dell’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare (Grugliasco – Torino), dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Conservatorio Musicale” (Novara), di INCANTI - Rassegna Internazionale di Teatro di Figura (Torino), del Lutkovno Gledalisce Ljubljana, di Bonawentura/Teatro Miela (Trieste) e dei Musei Provinciali di Gorizia.

PUPPET&MUSIC 08 - GLI SPETTACOLI
Raccontare una storia “togliendo la parola ai burattini” e immergendoli in un “discorso sonoro” è una sfida che apre nuove possibilità di ricerca nelle relazioni tra figure e musica: intorno a questo filo rosso si dipaneranno gli stage, gli incontri e soprattutto gli spettacoli di “Puppet&Music” 2008, a partire dalla pièce vincitrice del concorso per la realizzazione di uno spettacolo ispirato al rapporto fra Musica e Puppet nel teatro contemporaneo, rivolto ad artisti e compagnie teatrali europee, lanciato alcuni mesi fa e vinto dal progetto “La leggenda di coniglio volante”, uno spettacolo che debutterà in prima assoluta a Gorizia, venerdì 14 novembre (Gorizia, Kulturni Center Bratuz), su testo e regia di Gigio Brunello, con l’attore-burattinaio Alberto De Bastiani affiancato da Salvador Puche, Anna Paola Barolo, Marta De Bastiani. Una storia epica, quella del Coniglio Ginetto, che vive di musica, immagini, di pause incantate e non di parole. I burattini, le sagome che ballano e le ombre cinesi stampate sui vetri di una finestra diventeranno pagine animate, come in un libro per i lettori più piccini.

“Puppet&music” 2008 ospiterà inoltre uno degli artisti più acclamati dalla critica europea, il regista, autore e attore inglese Stephen Mottran, che firma “The seed carriers”, spettacolo acclamato dalla critica internazionale, di cui sono protagoniste marionette con sembianze umane, intimamente intessute alla musica della pièce (sabato 15 novembre, ore 22.30 Gorizia – Kulturni Bratuz);

Fra gli spettacoli in cartellone vanno ricordati ancora: “Fuori dalla norma. Devastazioni liriche”, una pièce di e con Claudio Cinelli che vedrà in scena anche la soprano Bianca Barsanti e la pianista Emanuela Longo (giovedì 13 novembre, Gorizia – Kulturni Center Bratuz ore 22). Lo spettacolo ruba al varietà il divertimento e il piacere di parodiare il teatro melodrammatico ottocentesco, con l'arte sublime di smontare il sublime.

Da una novella di Italo Calvino è tratto il lavoro dell’artista sloveno Peter Kus “A king listens”: così, laddove nel testo originale, “Il re in ascolto”, Italo Calvino descrive un sovrano preso dal terrore di perdere il potere, nello spettacolo di Peter Kus si sperimentano i possibili collegamenti di questo plot con le suggestioni e le magie del teatro musicale (domenica 16 novembre, ore 16.30 – Kulturni Dom). Puppet&Music 2008 ospita anche il ritorno di “Cenerentola all’opera”, una produzione CTA Gorizia intimamente intessuta fra musica e teatro di Figura, realizzata su ideazione, testo e regia di Antonella Caruzzi, con scene e figure di Francesco Tullio Altan per le musiche originali di Gioacchino Rossini. Protagonista della pièce è l’attrice Serena Di Blasio (venerdì 14 novembre, ore 10.30 Gorizia - Kulturni Dom).

“Tutto e’ vivo!” titola ancora la produzione di Tam Teatro Musica, dedicata alla musica ed al suo rapporto con l’immagine: in scena il pennello luminoso mette in relazione il segno prodotto dal pittore con la materia su cui viene proiettata. La luce e il colore dialogano con lo spazio, con i corpi dei performers e gli strumenti sonori. Tutto, dalle musiche all’immagine, è rigorosamente live, su direzione e pittura digitale di Michele Sambin, performers/musicisti Pierangela Allegro, Kole Laca, Alen Sinkauz, Nenad Sinkauz (sabato 15 novembre, ore 21.00 Gorizia - Kulturni Dom).

“Puppets parade”, uno spettacolo di Roggero Rizzi & Scala, finalista al concorso Puppet&Music, che verrà presentato in breve forma di studio, trova invece la sua ispirazione in “Parade”, balletto degli inizi dello scorso secolo, frutto della collaborazione intrecciata di Jean Cocteau, Pablo Picasso, Erik Satie, Leonide Massine. Una rivisitazione del mondo circense che gioca sul lato occulto, sul prolungamento dei personaggi, sulle parti nascoste del baraccone della fiera (giovedì 13 novembre, ore 21.00 – Kulturni Bratuz).

“Obraztsov, tema e variazioni” è uno spettacolo di cabaret per attori e figure prodotto dalla compagnia toscana Piccoli Principi, su drammaturgia e regia di Alessandro Libertini e Véronique Nah. In scena cinque “romanze per burattini”, come amava chiamarle Obraztsov: per lo più canzoni accompagnate al pianoforte, con l’animazione di burattini a guanto, a bastone, marottes e semplici mani nude dietro un paravento (sabato 15 novembre, Gorizia ore 18.30).

Infine “Aida”, uno spettacolo di Controluce Teatro d’Ombre, prosegue la ricerca della compagnia torinese intorno al teatro d'opera. In questo caso al centro dell’indagine e della scena è l’"Aida" di Giuseppe Verdi, nello spettacolo su ideazione, messinscena e regia di Cora De Maria, Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas. Lo spettacolo vede insieme ombre, musica, danza, tre linguaggi che si sovrappongono e si intersecano a interpretare e sottolineare i temi e le emozioni portanti del capolavoro verdiano, in una lettura che si muove tra il carattere intimistico dell’opera e l’antico Egitto così come immaginato dall’iconografia ottocentesca. (domenica 16 novembre, ore 18.00 - Gorizia, Kulturni Center Bratuz).

PUPPET&MUSIC 08 – OMAGGIO A VITTORIO PODRECCA
Le marionette sono fatte della stessa stoffa della musica: da queste premesse nasceva la poetica artistica di Vittorio Podrecca, autore, regista e fondatore di una prestigiosissima tradizione italiana di marionette teatrali a filo lungo, animate da attori-manipolatori e perfettamente sincronizzate, nel loro movimento, a musiche che non rappresentavano semplicemente la colonna sonora dello spettacolo, ma contribuivano piuttosto a scandirlo e a rappresentarlo.

Il Teatro dei Piccoli fondato da Podrecca nel 1914 può essere considerato il corrispettivo italiano dei Balletti russi di Diaghilew. Fine musicologo, Podrecca poté contare anche su collaborazioni eccellenti, allestendo non solo i celebri Balli Plastici di Fortunato Depero (musiche di Casella, Bartok, Malipiero), ma anche La bella dormiente di Ottorino Respighi, e opere di Cui, Ferrari Trecate, Lualdi, Luizzi, Carabella, Massarani... Inoltre Podrecca fu il primo a recuperare certo repertorio musicale del nostro Sette-Ottocento (Pergolesi, Paisiello, Rossini...) e a mettere in scena il Jazz.

Puppet&Music 2008 dedica un appassionato omaggio a Vittorio Podrecca con - la presentazione del libro “Le note dei sogni. I compositori del Teatro dei Piccoli di Vittorio Podrecca”, a cura di Alfonso Cipolla, edizioni Titivillus, di uscita imminente. Il volume raccoglierà saggi di Ettore Borri, Bruno Cagnoli, Alfonso Cipolla, Roberta D'Errico, Enrico Maria Ferrando, Pier Giuseppe Gillio, Alberto Jona, Renato Meucci, Eugenio Monti Colla, Anelide Nascimbene, Attilio Piovano, Pompeo Vagliani.

Inoltre, nel corso di Puppet&music 2008 è prevista la presentazione dei cortometraggi a colori realizzati negli Stabilimenti di Tirrenia Film, e premiati alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia del 1952 (I Piccoli di Podrecca in circo, I Piccoli di Podrecca in varieta’, I Piccoli di Podrecca in concerto). E ci sarà anche un concerto omaggio a Vittorio Podrecca, proposto dall’ISSM Conservatorio “G. Cantelli” di Novara in collaborazione con L’istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare di Grugliasco con giovani cantanti del Conservatorio accompagnati dalla pianista m° Elisa Triulzi (domenica 16 novembre, Gorizia -. Ore 11 Palazzo Attems Petzenstein). Il programma prevede musiche di Giovanni Battista Pergolesi, Gioacchino Rossini, Adriano Lualdi, Ottorino Respighi, Luigi Ferrari Trecate, Erik Satie, Manuel De Falla.

PUPPET&MUSIC 08 – LABORATORI E WORKSHOP
Molteplici saranno le occasioni di approfondimento, workshop e laboratorio per attori, operatori ed appassionati di teatro e musica. Dal 10 al 16 novembre, a Gorizia, Puppet&Music propone:

STUFFED PUPPET THEATER (OLANDA)
STUFFED IN WORKSHOP - laboratorio condotto da Neville Tranter.
Lo stage permette agli artisti-manipolatori di usare la loro voce attraverso la bocca smisurata dei pupazzi e di sostenere così un dialogo con loro in un gioco dove diventa fondamentale l’apparire e il nascondersi ora del personaggio ora del manipolatore stesso. Neville Tranter, uno dei maestri del teatro di figura internazionale, guiderà i partecipanti a sperimentare contemporaneamente la tecnica musicale del canto e quella della manipolazione dei pupazzi. Il laboratorio è dunque rivolto sia a cantanti interessati a scoprire le possibilità offerte dalla concreta relazione con il puppet, sia ad artisti del teatro di figura interessati a sperimentare l’interazione con l’espressione vocale.
Palazzo Attems-Petzenstein, da lunedì 10 a mercoledì 12 novembre 2008

TAM Teatromusica
DISEGNARE LA SCENA CON LA LUCE - laboratorio condotto da Pierangela Allegro e Michele Sambin; assistente: Alessandro Martinello.
Scopo del laboratorio è compiere una serie di esperienze pratiche legate alla conoscenza e all’utilizzo di un dispositivo, la pittura digitale in tempo reale per la scena, ideato da Michele Sambin e destinato ad affermarsi come una delle più suggestive possibilità di evoluzione dell’illuminotecnica. Il computer, la tavola grafica e il videoproiettore consentono non solo di illuminare e colorare la scena, ma anche di disegnare in tempo reale con la luce attraverso il segno pittorico prodotto dalla mano dell’artista. Il laboratorio indagherà anche i possibili rapporti espressivi tra immagine e suono messi in atto tra corpi, oggetti e spazio scenico in relazione al tempo. Nella fase conclusiva del laboratorio sarà elaborata, su partitura e direzione di Pierangela Allegro e Michele Sambin, una piccola opera performativa ideata e scritta nel corso dell’attività seminariale e portata in scena dai partecipanti in una presentazione pubblica all’interno del festival Puppet&Music.
Palazzo Attems-Petzenstein, da lunedì 10 a venerdì 14 novembre 2008, con presentazione pubblica dei risultati venerdì 14 alle 17


CONTROLUCE Teatro d’Ombre
OMBRE E MUSICA - laboratorio condotto da Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas, Cora De Maria.
Musica e ombre sono accomunate da caratteristiche sensoriali simili, evanescenti ed effimere. Partendo dalla scelta di un brano musicale, il workshop ripercorrerà in modo semplice gli aspetti tecnici della costruzione di uno spettacolo, dall’ideazione allo storyboard fino alla realizzazione di una breve scena. Dopo una fase propedeutica di presentazione degli aspetti sia teorici che pratici del teatro d’ombre, i partecipanti, divisi in gruppi, lavoreranno su una traccia proposta dai docenti, secondo la poetica concreta del gruppo torinese. Il laboratorio consentirà di conoscere e di avvicinarsi all’utilizzo di alcuni materiali fondamentali di questa antica arte forniti dai professionisti
Palazzo Attems-Petzenstein, da mercoledì 12 a venerdì 14 novembre, con presentazione pubblica dei risultati sabato 15 alle 14.30

Nel corso del festival è inoltre in programma una masterclass condotta da Neville Tranter del Stuffed Puppet Theater: una magistrale lezione di come il teatro di figura può essere utile al lavoro dell’attore e del cantante per la costruzione di un personaggio. Alla masterclass prenderanno parte anche i cantanti: Adriana Vasquez, Loris Dogana e Laura Antonaz, Ilaria Zanetti

“Puppet&Music per la scuola”, a cura di Elisabetta Gustini. Diverse anche le iniziative di rivolte alle scuole: come il progetto “Cage. Musica per caso”, laboratorio di “musica aleatoria” ispirata alle tecniche compositive/esecutive di John Cage – forse il primo compositore capace di superare il concetto tradizionale di musica come pre-determinazione e di annientare la differenza tra autore, direttore, esecutore, e pubblico - curato da Elisabetta Gustini, direttore d’orchestra Lorenzo Castellarin. Si tratta di cinque di cinque performance/concerto che saranno realizzate ed eseguite dalla classe II A – dell’Istituto Scientifico-Tecnologico ITAS “Gabriele d’Annunzio” di Gorizia. Allestimenti a cura di Stefano Podrecca. Le performances potranno essere viste anche su Youtube.

Ancora da segnalare, per le scuole, il progetto “Cenerentola”, con laboratori/incontri di presentazione dello spettacolo “Cenerentola all’opera” nelle classi delle scuole goriziane, con Serena De Blasio ed Elisabetta Gustini, e il Progetto Ligeti. A tempo!, laboratorio musicale sul concerto sinfonico per 100 metronomi di György Lieti, a cura di Elisabetta Gustini con pupazzi di Maria De Fornasari. Lo stage prevede quattro performances/concerto realizzate ed eseguite dalla classe III A Scuola Media “Ascoli” di Gorizia. L’esplosione frenetica dei diversi ritmi provocati dai 100 metronomi, secondo il progetto di Ligeti, generò nel pubblico un effetto stroboscopico completamente inaspettato. ll'ultimo tic dell'ultimo metronomo seguì il silenzio. Pesante. Poi urla di protesta. La performance fu ripresa dalla tv olandese ma non andò mai in onda. Al suo posto venne trasmessa una partita di calcio.

PUPPET&MUSIC 08 – INCONTRI, CONFERENZE, SPETTACOLI
Il tema portante del festival e l’indagine a tutto campo fra musica e Teatro di Figure offrono l’occasione per un articolato percorso di incontri: a cominciare dal convegno a cura di Fernando Marchiori, “Le note Figure”, in programma sabato 15 novembre a Palazzo Atemmes-Petzenstein, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 17.30.
“Luce, ombra, musica” è invece il tema di una conversazione in programma venerdì 14 novembre, alle 18.00 al Kulturni Center Bratuz, con l’intervento di esperti quali Cristina Grazioli, Alberto Jona, Fernando Marchiori, John McCormick, Michele Sambin.

Particolarmente attesa, a Gorizia, la presenza del noto compositore e musicologo Sylvano Bussotti, già direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia e del Festival Pucciniano di Torre del Lago, tuttora Accademico di S. Cecilia, e Commandeur de l'Ordre des Artes e des Lettres dello Stato Francese: venerdì 14 novembre, alle 22.00 al Kulturni Center Bratuž, Bussotti sarà protagonista dell’incontro dedicato a “I fili della musica”, insieme allo studioso, critico e saggista Luca Scarlini. Proprio Scarlini, sabato 15 novembre alle 17.30 a Palazzo Attems-Petzenstein terrà una conferenza spettacolo sul tema “Il canto dell’automa”. Al centro del suo intervento sarà il saggio di Edgar Allan Poe dedicato al famoso giocatore di scacchi di Maelzel, un automa che sfidava il pubblico a scacchi e in cui si scoprì essere celato un nano che canticchiava a ogni mossa azzeccata. Una vera e propria saga che accompagnava l’eccezionale automa di città in città, dall’Europa all’America e da lìCenerentola; si arriva al Russolo all’inizio annunciato e alle macchine da suono futuriste raccontando una traiettoria.

PUPPET&MUSIC 08 – INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Informazioni: CTA - Centro Teatro Animazione e Figure
via dei Cappuccini, 19/1 – Gorizia
tel. 0039 0481 537280 / fax 0039 0481 545204
info@ctagorizia.it – sito web www.ctagorizia.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>