Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 01 Ottobre 2017

Alla Fondazione Carigo si presenta il volume biografico dell’attore Gianfranco Saletta

Gianfranco Saletta (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Gorizia (GO) - Evento speciale per la mostra “Gorizia magica. Libri e giocattoli per ragazzi (1900-1945)”, promossa dalla Fondazione Carigo e visitabile fino al 7 gennaio 2017 nella sede della stessa Fondazione (via Carducci 2 a Gorizia). Mercoledì 4 ottobre alle 18, nella sala espositiva della Fondazione, riflettori sulla presentazione del volume biografico dell’attore Gianfranco Saletta, recentemente pubblicato da Hammerle Editori.

“De divertirme gò zercà … e’l teatro gò trova” ripercorre la lunga carriera teatrale di uno dei più noti e amati attori della nostra regione, il goriziano Gianfranco Saletta, classe 1930. Fra ricordi, aneddoti e brevi intermezzi tratti dai testi di Carpinteri e Faraguna, (Maldobrie e Serbidiole), Saletta rievocherà successi ed incontri eccezionali, oltre all’attività con il Gruppo teatrale per il dialetto, che dirige da oltre vent’anni.

Gianfranco Saletta ha recitato in prestigiosi Teatri Stabili, in importanti compagnie teatrali nazionali ed anche al cinema. È stato attore e annunciatore per la sede Rai del Friuli Venezia Giulia e ha partecipato al Festival dell’Operetta dell’Ente Lirico Teatro Verdi per oltre trent’anni. Il suo è stato un dialogo costante e spontaneo con gli spettatori: l’artista ha lavorato con i più grandi maestri della scena teatrale, come Strehler, Grassi, Ronconi, Fabrizi, Albertazzi, Landi, Bosetti, Lavia, Sciaccaluga, Squarzina, Pagni, Dorelli e molti, molti altri … Il libro riporta alla memoria spettacoli “mitici” nel ricordo del pubblico e le mille avventure di un attore, spesso alle prese con situazioni impossibili e al limite di ogni immaginazione, e colleghi altrettanto mitici come Lina Volonghi.

Mercoledì 4 ottobre sarà una data importante per la mostra “Gorizia magica”, perché segnerà anche l’ingresso nell’esposizione di nuovi materiali: fino al 5 novembre la sezione “Dai nostri scaffali: i ricordi dei bambini di ieri e degli appassionati di oggi” sarà interamente riservata a Tamara Badini, collezionista di Torino ma di origine goriziana, che espone una parte della sua collezione di libri e materiali inerenti all’infanzia, databili dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni ’50 del Novecento.

Il materiale orienterà i visitatori nell’affascinante mondo dell’illustrazione e della letteratura infantile, accompagnado in un fantastico viaggio attraverso “Pinocchio in Italia” e “Alice in wonderland”, facendo riaffiorare in qualcuno ricordi di libri letti in tempi lontani e ormai dimenticati. Curata da Simone Volpato (Libreria Antiquaria Drogheria 28) e da Marco Menato (direttore della Biblioteca Statale Isontina) e realizzata in collaborazione con la Ludoteca del Comune di Gorizia e la Biblioteca “Feigel” di Gorizia, la mostra è una potente macchina dell’immaginazione che ricostruisce la Gorizia letteraria della prima metà del XX secolo, dove Carlo Michelstaedter e Carolina Coen Luzzatto scrivevano fiabe. Dagli scaffali di collezionisti privati e di istituzioni pubbliche sono riemersi libri illustrati e giocattoli didattici di pregio, che mettono in moto sentimenti, emozioni, ricordi.

"Gorizia magica" è visitabile con ingresso libero il mercoledì dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19. Inoltre la mostra ospiterà il 7 e 8 ottobre gli eventi “Invito a palazzo” (sabato 7) con visite guidate e l’apertura al pubblico del caveau della Fondazione e (domenica 7) la Giornata nazionale delle “Famiglie al museo” con laboratori per bambini, gratuiti su prenotazione.

Info: www.fondazionecarigo.it


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>