Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 14 Settembre 2017

Bookmark and Share

Trieste capitale della cameristica con l'intesa Chamber-Chigiana e lo Zerkalo Quartet

Zerkalo Quartet (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - Trieste, città erede della grande tradizione cameristica di un Trio di riferimento per gli Ensemble di tutto il mondo, sarà sede di un evento notevole per la scena musicale contemporanea: la firma del nuovo Protocollo d’intesa avviato dall’Associazione culturale Chamber Music con l’Accademia Chigiana di Siena. Il Protocollo sarà siglato ufficialmente lunedì 18 settembre e favorirà scambi e sinergie sia per le reciproche Stagioni musicali che sul versante del perfezionamento e valorizzazione dei giovani talenti musicali internazionali.

«L’iniziativa di creare un Protocollo d’intesa - spiega Fedra Florit, Direttore Artistico Associazione Chamber Music Trieste - ci affianca ad una realtà prestigiosa come la Chigiana e dà merito al nostro lavoro in favore dei giovani concertisti scelti accuratamente e che, attraverso tante ore di lavoro e affinamento, riescono a portare ai massimi vertici la qualità del loro naturale talento. Il “Premio Trio di Trieste” e le Stagioni concertistiche della Chamber Music questo si sono proposte in 22 anni di attività, ed è quindi un riconoscimento ed uno stimolo trovarsi a “fare rete” su argomenti analoghi e con un partner di tale eccellente livello. Gli eventi del 18 settembre sono solo il primo passo di una collaborazione futura ben più ampia!».

«Le due istituzioni - conferma il presidente dell’Accademia Chigiana Marcello Clarich – ospiteranno infatti, nelle rispettive stagioni concertistiche, le formazioni cameristiche di giovani musicisti che si saranno maggiormente distinti durante le masterclass estive chigiane o i talenti che si saranno affermati quali vincitori del Premio Chigiana - reintrodotto proprio quest’anno con una formula completamente rinnovata - o del Premio Trio di Trieste».

Concorda Nicola Sani, direttore artistico Accademia Chigiana di Siena: «Valorizzare e lanciare i migliori giovani talenti nel campo della musica da camera, così come contribuire alla formazione dei giovani e al loro inserimento nei più avanzati circuiti musicali, sono fattori rilevanti della crescita culturale ed economico-sociale del nostro Paese e dell’Europa».

Lunedì 18 settembre, alle 18.30 nel Salone di Rappresentanza della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia (piazza Unità d’Italia 1), appuntamento dunque per la firma del Protocollo d’intesa Accademia Chigiana Siena – Associazione Chamber Music Trieste.

Seguirà il Concerto affidato all’Ensemble d’Archi belga Zerkalo Quartet - ovvero Paul Serri e Joris Decolvenaer violino, Victor Guaita viola, Aubin Denimal violoncello – su pagine musicali di Ludwig van Beethoven (Quartetto per archi n.1 in fa maggiore op.18 n.1), Alberto Posadas (n.1 da Liturgia Fractal 2003 - 2008) e ancora di Ludwig van Beethoven (Quartetto per archi n.16 in fa maggiore op.135).

Lo Zerkalo Quartet risiede a Bruxelles e fin dalla sua nascita, nel 2013, ed ha voluto instaurare uno stretto rapporto con la capitale belga, immergendosi pienamente nella vita cittadina. Il desiderio è quello di esplorare i confini e le interazioni tra la musica e gli altri campi artistici, con la volontà di trovare un nuovo ruolo per la musica classica all’interno della società moderna.

Lo Zerkalo Quartet ha collaborato, tra gli altri, con Felix Kindermann al suo lavoro di installazioni “Separated” sul Quartetto n.1 di Janacek, ha partecipato ad uno spettacolo di moda e portato avanti un progetto che combina i testi di Tolstoj con la musica di Janacek. L’Ensemble ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento e lavorato con eminenti professori quali Günter Pichler (Alban Berg Quartett) all’Accademia Chigiana di Siena, Oliver Wille (Kuss Quartett), Guy Danel, Prazak Quartet, Zemlinsky Quartet, Quatuor Diotima e con compositori quali Hosokawa, Sciarrino e Widmann. L’attività del Quartetto Zerkalo è sostenuta dal ProQuartet-CEMC in Francia e dal 2014 è il Quartetto in residence per “Chamber Music for Europe”, in Belgio.

E da lunedì 25 settembre si riparte nel segno del pianoforte per la 16ª edizione del Festival pianistico “Giovani interpreti & grandi Maestri&rdqFedra Florit (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)uo;. In questo caso sarà ben definito il tema del “viaggio armonico”. Lunedì 25 settembre Emanuele Arciuli ci accompagnerà in un emozionante recital attraverso pagine di Liszt, Kurtág e Bartók, seguiranno i concerti di Filippo Gorini, Giuseppe Guarrera, Anna Kravtchenko, Benedetto Lupo.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>