Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 16 Giugno 2017

Bookmark and Share

"ShorTS": con "Nuove Impronte" il miglior cinema italiano emergente è a Trieste

"Babylonia Mon Amour" di P. Verdecchi (foto Ufficio Stampa ShorTS International Film Festi

Trieste (TS) - Dall’1 all’8 luglio a Trieste ShorTS International Film Festival propone le migliori opere del cinema italiano emergente.
«Crediamo che approcci insoliti, diversi e anticonformisti siano ancora possibili e che grazie al coraggio di autori ancora poco noti e alla loro voglia di uscire dagli schemi, una nuova stagione di buon cinema sia ancora immaginabile» dice la giornalista e critica Beatrice Fiorentino, che cura la sezione “Nuove Impronte” «da qualche anno a questa parte, abbiamo deciso di premiare coloro i quali scelgono di rimanere fuori dalla comfort zone del cinema italiano, di sostenerli nella loro battaglia, che è anche la nostra, per un cinema libero, innanzitutto. I sette film che rientrano nella selezione Nuove Impronte 2017 raccontano ideali realizzati e falliti, cadute e risalite; i personaggi osservano una realtà spesso irriconoscibile, in radicale trasformazione, cercando di ridefinirne le coordinate; c’è molta rabbia ma altrettanto amore, c’è disperazione ma anche leale solidarietà, tradimento e riconciliazione; ci sono, soprattutto, uomini e donne che resistono. E nonostante tutto sognano».

Anche quest’anno ShorTS sostiene i talenti del cinema italiano proponendo una selezione di film, documentari e fiction, opere prime e seconde, inedite o comunque poco viste, che concorreranno per il premio Hera Comm al miglior film, il premio Bakel al film più votato dal pubblico, il premio della Critica assegnato dal SNCCI e quello alla Miglior Produzione consegnato dall’AGICI. Novità di questa 18ª edizione è invece il premio ANAC alla migliore sceneggiatura.

Questi i titoli selezionati:
- Babylonia Mon Amour di Pierpaolo Verdecchi - docufilm (in anteprima internazionale)
- I Tempi Felici Verranno Presto di Alessandro Comodin - fiction
- Sagre Balere di Alessandro Stevanon - docufilm
- Il più grande sogno di Michele Vannucci - fiction
- Orecchie di Alessandro Aronadio - fiction
- Upwelling - La risalita delle acque profonde di Pietro Pasquetti e Silvia Jop - docufilm
- Cuori Puri di Roberto De Paolis – fiction

Ancora Beatrice Fiorentino: «"Nuove Impronte" ubbidisce a uno spirito di ricerca radicale che indaga autori che si possano imporre per gesto cinematografico. Ne sono un esempio film come "I Cormorani" di Fabio Bobbo, vincitore del Premio della Critica SNCCI e Premio AGPCI alla Produzione a Shorts International Film Festival nel 2016, o "Medeas" di Andrea Pallaoro, Premio Nuove Impronte 2015 o ancora "I Racconti dell’Orso" di Samuele Sestieri e Olmo Amato, Premio del Pubblico ancora nel 2016. L’ambizione è quella di far crescere ancora questa sezione fino a farla diventare un luogo di riferimento per la scoperta e la promozione del migliore cinema italiano. Quest’anno in particolare "Nuove Impronte" s’incastona in un discorso più ampio di rivalutazione del cinema italiano contemporaneo insieme all’Omaggio a D’Anolfi e Parenti, il Premio Prospettiva a Daphne Scoccia e il Premio Conferma a Claudio Giovannesi».


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Dall’1 all’8 luglio a Trieste ShorTS

Leggi le Ultime Notizie >>>