Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 21 Maggio 2017

Bookmark and Share

Bergamas e Duca d'Aosta: tutti in campo per ballare e cantare "Musica come..."

Istituto Comprensivo “ANTONIO BERGAMAS” di Trieste

Trieste (TS) - Martedì 23 maggio, a partire dalle ore 10.00, Campo San Giacomo diventerà un palcoscenico all'aperto per centinaia di bambini dell'Istituto comprensivo "A. Bergamas". Per la prima volta la "Festa della Musica", promossa dagli alunni e dai docenti della Scuola Primaria Duca d'Aosta, si svolgerà a cielo aperto. Dal 1999 fino al 2009 la "Festa" è stata un appuntamento tradizionale per gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di molte scuole cittadine riunitesi progettualmente in rete. L’iniziativa, in varie edizioni, ha avuto luogo presso il Palazzetto dello Sport di Chiarbola ed in seguito al PalaTrieste.

Ora si ricomincia, con una manifestazione dedicata a tutto il territorio rionale, in un simbolico gesto di condivisione della gioia di cantare e danzare.

La Festa, dunque, rappresenta lo sbocco finale di un percorso di collaborazione tra i docenti della Scuola primaria Duca d'Aosta (durante quest'anno scolastico un gruppo di insegnanti guidati da Annamaria Cociani ha proposto un progetto curricolare e predisposto un programma laboratoriale) e della Scuola secondaria Bergamas.

La cornice sarà l'affollato sagrato della Chiesa di San Giacomo, trasformato in un "open space" artistico per concessione del Comune di Trieste, con la gentile collaborazione della Parrocchia e con il sostegno della Quinta Circoscrizione.

La Festa, come dice la denominazione stessa, non vuole essere un saggio finale ma un momento di incontro tra i ragazzi del comprensivo "Bergamas", per condividere la gioia del fare musica insieme, dopo un percorso comune svolto durante l’anno.

Il titolo “Musica come…” è anche un acrostico: Modo per stare insieme; Universo di stili; Solidarietà; Infinite possibilità; Comprensione e comunicazione non verbale; Apertura e amicizia.

Saranno affrontati diversi generi musicali: popolare, folkloristico multietnico, rock, musica leggera… Predominanti i canti per l’infanzia ma non mancheranno brani più impegnativi come “Hallelujah” di Cohen, con testo reinventato per i bambini e reintitolato “Per la pace”; “ Girotondo intorno al mondo” di Sergio Endrigo, “Se la gente avesse un cuore” fatto conoscere da Bocelli; il famosissimo “Il leone si è addormentato”; un brano tratto dal film “L’ultimo imperatore”. E poi danze country, boliviane e israeliane…

Le classi, contraddistinte da nastri di diversi colori, prenderanno posto lungo il perimetro della Piazza. Alcuni insegnanti cambieranno il loro tradizionale ruolo e si cimenteranno come presentatori ed animatori. La coreografia collettiva prevede che, a turno, alcuni gruppi di bambini danzino al centro ma che tutti gli altri accompagnino i vari brani con movimenti e canti in canone.

Leggi le Ultime Notizie >>>