Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 18 Settembre 2008

Bookmark and Share

Oggi si apre “pordenonelegge.it” 2008 con l’incontro e il reading di Roberto Calasso

Roberto Calasso

Pordenone (PN) - L’intervista allo scrittore Roberto Calasso, condotta dal giornalista Marino Sinibaldi, siglerà oggi alle 18, al Teatro Verdi di Pordenone, l’inaugurazione della 9ª edizione di “pordenonelegge.it”, il festival del libro in programma fino a domenica 21 settembre, con grandi autori della letteratura italiana e internazionale, come Michael Cunningham, impegnato nel reading di un suo racconto inedito, “Sheherazade nights”, Alessandro Baricco, Catherine Dunne (con la prima presentazione del nuovo romanzo “Se stasera siamo qui”), Arturo Perez Reverte, Paolo Giordano, Vandana Shiva, Carlo Lucarelli, Salvatore Niffoi, Marc Levy, Jean-Luc Nancy, Judith Butler, Fritjiof Capra, André Glucksmann.

Alla conversazione con Marino Sinibaldi seguirà l’atteso reading di Roberto Calasso, “La folie Baudelaire”, dal suo libro di imminente pubblicazione per Adelphi, preziosa anticipazione della omonima pubblicazione in uscita nell’ottobre 2008. “La Folie Baudelaire” è il sesto pannello di un’opera in corso dove tutte le parti elaborano materie molto diverse e tutte sono strettamente connesse fra loro, mentre nessuna è assegnabile a un genere canonico.

Il festival “pordenonelegge.it” 2008, curato da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, sarà dedicato, nella giornata odierna, al progetto della “Mappa dei sentimenti”: dopo il successo dello scorso anno, l’edizione 2008 di “pordenonelegge.it” ripropone questo percorso, rivolgendosi ancora una volta ai ragazzi delle scuole superiori.

Se l’anno scorso protagonisti erano scrittori, quest’anno saranno i filosofi ad avere il compito di raccontare come è cambiata la nostra vita intima, come quei valori o disvalori che accompagnano la realtà dell’uomo si siano adattati alle diverse circostanze della nostra epoca. Scelti per immediatezza e per opposizione, per la loro natura indominabile e per la loro vicinanza ai temi principali del pensiero e della scrittura, la Speranza, l’Odio, l’Inquietudine, l’Invidia, la Gelosia, l’Amore, la Felicità e l’Amicizia, troveranno - per l’intera giornata di venerdì 19 settembre – nei filosofi Laura Boella, Massimo Donà, Aldo Giorgio Gargani, Salvatore Natoli, Rocco Ronchi, Pier Aldo Rovatti, Carlo Sini e Vincenzo Vitello la voce di una appassionata meditazione, con la quale tracciare le vie del nostro sentire, percorrere le strade della città e scandire le ore della giornata.

Si apre oggi anche il progetto curato dal critico e saggista Enzo Golino, “Adesso il catalogo è questo”, dedicato a un’analisi sul successo delle autrici di narrativa, fenomeno indiscutibile, a proposito del quale Enzo Golino ha curato per “pordenonelegge.it” una serie di appuntamenti.

Da quest'oggi, nell’Auditorium dell’Isitituto Vendramini, in quattro successivi incontri verrà preso in considerazione il punto di vista editoriale, con Luigi Brioschi, Giovanni Peresson e Lidia Ravera (alle ore 11.30) poi l’importanza della presenza femminile nella letteratura del Novecento, con Silvia Ballestra, Guido Davico Bonino, Margherita Ghilardi e Marta Morazzoni (alle ore 15.30) un terzo momento sarà dedicato alle scrittrici di altri paesi che hanno scelto di scrivere in lingua italiana, con lo scrittore Amara Lakhous e con le autrici Anilda Hibrahimi, Ingy Mubiavi e Laila Wadia (sabato alle ore 18.30) infine, tre scrittrici, Isabella Bossi Fedrigotti, Nadia Fusini, Elisabetta Rasy, leggono un breve testo, scritto per l’occasione, con il quale confrontano un grande personaggio femminile della letteratura dell’Ottocento con le diverse caratteristiche della figura femminile novecentesca (domenica alle ore 17).

Fra gli altri eventi della giornata, alle 16.30 nella Sala Convegni del Palazzo della Camera di Commercio da segnalare la tavola rotonda organizzata in collaborazione con Historia-LiMes Club Pordenone, protagonisti Lucio Caracciolo, Patrizia Tiberi Vepraio ed Ezio Ferrante, coordinati da Guglielmo Cevolin, sul tema “Il marchio giallo e Russia contro America (caso Georgia). I due volumi di LIMes in edicola”.

Si apre anche il percorso ragazzi di “pordenonelegge.it” 2008, curato da Elisabetta Pieretto: dalle 8.30, in piazza della Motta, “Libri incompleti” e “Alice attraverso lo specchio”, e di seguito gli ulteriori appuntamenti con ospiti come Livio Sossi, Antonio Ferrara, Alfredo Stoppa.

Per i percorsi di scienza e filosofia domani alle 9.30, nel Convento di San Francesco, Robert Ghattas conversa su “Tutti i numeri sono uguali a cinque”, con letture di Carla Manzon, e alle 11, in Largo San Giorgio, Marco Dorato interviene su “Cosa c’entra l’anima con gli atomi? Introduzione alla filosofia della scienza”.

Oggi, alle 10.30 nell’Aula Magna del Centro Studi, la premiazione del Concorso “Scrivere di Cinema”: interverranno i critici Irene Bignardi, Marco Lodoli, Roy Menarini, Roberto Pugliese, Giorgio Placereani e Viola Farassino.

Parole in scena titola il percorso fra spettacolo e letteratura di pordenonelegge.it 2008, che vedrà protagonisti, fra gli altri, lo scrittore Andrea De Carlo e l’attore Filippo Timi, impegnati a ripercorrere le loro ultime fatiche letterarie per mezzo di un viaggio di letture, suggestioni e pensieri. Alle 21, al Teatro Verdi, lo scrittore Andrea De Carlo presenta “Note e parole”, un reading tratto dal suo ultimo romanzo “Durante”, proposto con l’aiuto del percussionista e cantante Arup Kanti Das.

Il romanzo di Andrea De Carlo ha inizio in un caldo pomeriggio di maggio, sulle colline delle Marche. Uno sconosciuto si ferma alla casa di due tessitori artigianali per chiedere indicazioni sulla strada. Dice di chiamarsi Durante, sembra non conoscere il senso del possesso, ed è del tutto incapace di mentire. Da qui parte “Durante”, un romanzo di incontri, scontri, riflessioni, domande aperte, rivelazioni, che ha come cardine il personaggio il cui nome dà il titolo all’opera. E alle 22.00, nel convento di San Francesco, il testimone passerà ad un altro attore italiano, Filippo Timi, per un nuovo viaggio di parole e letture sceniche nel segno del suo libro “E lasciamole cadere queste stelle”: dal fallimento di un rapporto all'eros delle notti d'amore, dalla ricerca disperata di un uomo alla rassegnazione casalinga forzata, alla mortificazione alle ferite, all’eccitazione e abbrutimento. La lettura di Filippo Timi, dalla sua opera, evocherà un insieme di storie collegate da un filo ideale, dove non sono i personaggi ad avere un volto ma le emozioni.

“Pordenonelegge.it” 2008 è promosso per iniziativa della Camera di Commercio I.A.A. di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro, con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero. Ulteriori informazioni sul sito web www.pordenonelegge.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>