Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 29 Aprile 2017

Bookmark and Share

“Note dai Balcani”: musicisti internazionali di area balcanica protagonisti al Tartini

V. Domazetovic (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - Tre concerti affidati a musicisti internazionali di area balcanica: nasce nel segno della collaborazione con le Accademie di Serbia, Montenegro, Albania e Bosnia il programma della rassegna “Note dai Balcani", di scena al Conservatorio Tartini, nell’Aula Magna, ogni martedì dal 2 al 16 maggio (ore 18.00). E sempre martedì 2 maggio è particolarmente attesa la II edizione della rassegna “Di Concerto”, un vero e proprio meeting con esibizioni che impegneranno gli allievi delle Scuole medie ad indirizzo musicale di Trieste, delle Scuole di Musica della Regione convenzionate con il Conservatorio Tartini e del Liceo Musicale Carducci di Trieste. Appuntamento in Sala Tartini alle 15.30, l’ingresso è libero e aperto alla città, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La rassegna “Note dai Balcani” nasce come momento di scambio e produzione artistica nell’ambito del Programma Erasmus+ K 107. I docenti incoming ospiti delle Accademie balcaniche, musicisti di alta caratura internazionale, dedicano un concerto alla città e all’istituzione musicale che li ospita. Come sempre l’ingresso è aperto alla città, previa prenotazione (info: www.conservatorio.trieste.it, tel. 040.6724911).

Martedì 2 maggio, alle 18.00 si parte con il recital "Kinderszenen" che vedrà protagonista Vladimir Domazetovi?, pianista montenegrino. Il titolo del concerto, realizzato in collaborazione con l’Accademia di Musica di Cetinje (Montenegro), è una dedica alla composizione di Robert Schumann, “Scene infantili”, che sarà proposta nel corso della serata insieme alla Sonata in do maggiore op. 53 di Ludwig van Beethoven, e ai Preludi op. 3 n. 2 e op. 23 n. 2 di Sergej Rachmaninov. Vladimir Domazetovic, classe 1976, è vincitore di vari premi in concorsi pianistici della ex Repubblica Federale di Yugoslavia. A soli quindici anni ha vinto il Primo premio al First International Piano Competition a Novi Sad, quindi il secondo premio al Concorso Internazionale di Roma (1993) Ha tenuto concerti in Grecia, Bulgaria, Russia, e, spesso anche a Parigi. Si è esibito con la prestigiosa Orchestra d’archi "I Virtuosi" di Praga, suonando il Concerto in fa minore di Bach al Festival "Barki Ljetopis", e con l’Orchestra italiana "Mitteleuropa Orchestra". È direttore musicale del Festival internazionale "Barski Ljeptopis", ed è docente all’Accademia di Musica di Cetinje (Montenegro).

“Note dai Balcani” prosegue martedì 9 maggio con “Romantico”, il recital chitarristico affidato al montenegrino Danijel Cerovi?, impegnato su pagine di Gerard Drozd, Silvius Leopold Weiss e Astor Piazzolla. Artista di livello internazionale, è ospite di festival e si esibisce in sale prestigiose. Suona con varie formazioni cameristiche e collabora con molte formazioni, come l'Orchestra Sinfonica Montenegrina, Daejon Symphony Orchestra (Corea del Sud), Shenyang Symphony Orchestra, Mossani Strings (Paesi Bassi), Camerata Quartett (Polonia) e Rubikon Quartett (Montenegro-Serbia). Il suo repertorio spazia dalla musica rinascimentale e barocca alle composizioni del XIX e XX secolo con una speciale attenzione alla musica contemporanea originale scritta per chitarra ed ensemble cameristici. È co-fondatore e direttore artistico del Concorso e del Festival Chitarristico Internazionale "Niksic" (Montenegro). È membro del comitato artistico del MMC e della Orchestra Sinfonica del Montenegro.

A suggellare l’edizione 2017 di “Note dai Balcani”, martedì 16 maggio, sarà il recital “Meditation”, affidato al Duo violino – pianoforte composto dal serbo Miran Begic con il pianista Alessandro Paparo. Il concerto prende il nome dalla composizione di Petr Il'ic Ciajkovskij, che si alternerà a melodie di Edvard Grieg (Sonata n. 3 op. 45 in do minore), Cesar Franck (Sonata in la maggiore per violino e pianoforte), Fritz Kreisler (Praeludium und Allegro). Miran Begic si esibisce regolarmente in Italia, Croazia, Serbia, Bosnia, Grecia, Austria, Francia, Inghilterra, Libano, Bulgaria, Svezia, Russia e Stati Uniti, suonando assieme ad A. Bonduriansky, W. Strehle, G. Katsarava, P. Langgartner, J. Nadrzicky, H. Haffer, B. Hendrix e molti altri strumentisti, esibendosi inoltre come solista con l'Orchestra Sinfonica del Montenegro. È il fondatore e direttore del Festival Musicale Estivo "Espressivo" di Cetinje.
Alessandro Paparo, nato a La Spezia nel 1966, svolge attività concertistica sia come solista sia in formazioni cameristiche con pianoforte e clavicembalo, collaborando con musicisti di fama internazionale. È risultato vincitore di una trentina di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Membro di giuria in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, è docente di Pianoforte al Conservatorio Tartini.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>