Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Prima nazionale di Jezabel a Cormons con Elena Ghiaurov
Teatro Comunale di Cormons
Cormons
Il 31/01/20
Jezabel foto di Luciano Perbellini
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 04 Aprile 2017

Bookmark and Share

Evento cameristico internazionale al Tartini dedicato a Johann Sebastian Bach

Susanni Duru (foto Ufficio Stampa Volpe&Sain)

Trieste (TS) - La serata di mercoledì 5 aprile si preannuncia come un vero evento cameristico internazionale: il concerto “Johann Sebastian Bach: Largo ovvero Adagio” è organizzato dal Conservatorio "G.Tartini" di Trieste, in collaborazione con il Dipartimento di Musica di Ya?ar Üniversitesi (Turchia) nell’ambito della Stagione 2017 dei “Concerti del Conservatorio”. Alle 20.30 nella Sala Tartini si esibiranno le pianiste turche Payam Gül Susanni e ?eniz Duru, affiancate dal Duo Teresa Trevisan - Flavio Zaccaria e dal Quintetto d'archi del Conservatorio Tartini, composto da Paolo Martino Delmarco e Teresa Vio (violini), Sara Zoto (viola), Katja Panger (violoncello) e Kevin Reginald Cooke (contrabbasso). Come sempre l’ingresso è aperto alla città, previa prenotazione. Info www.conservatorio.trieste.it tel. 040.6724911.

I tre Concerti BWV 1060, 1061 e 1062 di Johann Sebastian Bach, furono tutti composti nel 1735 e fanno parte dei 13 scritti per clavicembalo solista, orchestra d'archi e basso continuo e sono gli unici per due clavicembali solisti, fatta eccezione per il BWV 1044. Tutti i concerti, tranne il BWV 1050, sono arrangiamenti precedentemente esistenti, in origine composti per violino, oboe o flauto e orchestra, scritti in larga parte da Bach nel periodo della sua permanenza a Köthen (1717-1723).

Il termine arrangiamento non deve far pensare che queste siano opere minori: Bach lavorò con estrema meticolosità alle parti solistiche, talmente raffinate da rendere le trascrizioni per clavicembalo delle vere e proprie reinterpretazioni dei concerti originali. Soliste nei due Concerti BWV 1060 e BVW 1062 le due pianiste turche Payam Gül Susanni, coordinatore della Yasar University Continuous Education Center Music Academy for children e spesso di scena negli Stati Uniti, in Europa e Turchia, e ?eniz Duru, attiva come solista o in formazioni cameristiche nel Regno Unito, in Germania, Russia, Ucraina, Italia, Turchia, e docente di Pianoforte e Direttore presso il Dokuz Eylul University State Conservatory di Smirne (Turchia).

Intreprete del Concerto bachiano BVW 1061 sarà invece il Duo composto da TeresaTrevisan e Flavio Zaccaria, familiare al pubblico cittadino anche perchè già presente in diverse Stagioni concertistiche del Conservatorio Tartini. Il Duo ha debuttato nel 2002 al Festival Internazionale di Bitola (Macedonia), svolgendo poi un'intensa attività concertistica dedicata a un repertorio meno frequentato, quello per pianoforte a quattro mani. L'esecuzione della Suite op.16 di Reger è valsa al Duo il conferimento della Menzione d'Onore alla 2006 Web Concert Hall Competition (USA). Dal 2009 collabora con il GARR allo sviluppo del progetto LOLA (Low Latency) che studia la possibilità di collegamenti audio-video a distanza in tempo reale. Nel novembre 2010 è stato protagonista della prima esecuzione mondiale a distanza realizzata tra l'IRCAM di Parigi ed il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Il Quintetto d'archi del Conservatorio Tartini si è formato all'interno del corso di Musica d'insieme per archi tenuto dal docente Fabio Pirona.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>