Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Notizie > Incontri > 09 Settembre 2008

Bookmark and Share

“Carso 2014 +”: il Carso si presenta alla stampa in vista delle manifestazioni del prossimo autunno

Carso 2014 +

Gorizia (TS) - “Carso 2014 +”, il progetto avviato dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura della Provincia di Gorizia, in sinergia con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia per promuovere il sistema territoriale e paesaggistico dell’altopiano Carsico in relazione ai siti della prima guerra mondiale, si presenta alla stampa regionale e nazionale, dopo una prima e fortunata tappa alla BIT 2008, la Borsa italiana del Turismo, nel febbraio 2008. E adesso, nelle giornate di mercoledì 10 e giovedì 11 settembre, gli inviati di diverse testate turistiche nazionali, accanto ad alcuni colleghi giornalisti del Friuli Venezia Giulia, seguiranno l’educational promosso dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Provincia di Gorizia, in sinergia con la Regione FVG e il Consorzio Gorizia Isontino.

Come anticipa l’A
assessore provinciale al Turismo e Cultura Roberta Demartin, promotrice del progetto, «sarà decisamente capillare il percorso di questa “full immersion” nel Carso, proprio per mostrare il Carso così com’è, e come lo si potrà vivere nel tempo, fino al traguardo del 2014, simbolico centenario del primo conflitto mondiale sulle terre di confine fra Italia e Impero Austro-ungarico. Ai giornalisti invitati all’educational saranno infatti proposte numerose tappe, dal centro visite Gradina, sulle alture a nord del Lago di Doberdò, alle fortificazioni del Monte Cosici, che furono il pilastro meridionale del fronte austro-ungarico.

Dal sacrario di Redipuglia alle cannoniere di Brestovec, Cotici e S. Michele, senza dimenticare le importanti “tracce” lasciate dagli eventi legati al primo conflitto mondiale a Borgo Castello, e a Castelvecchio».
Curato dall’architetto paesaggista Andreas Kipar ed affidato alla ‘testimonianza’ culturale dello scrittore Mauro Covacich, “Carso 2014 +” - che si avvale anche del prezioso contributo dello staff operativo della Provincia di Gorizia costituito da Enrico Cernigoi e Fabio Rivolt - può essere sinteticamente definito come un ‘progetto di turismo storico e culturale’, ed il 2014 rappresenta il riferimento entro cui rendere operativo un efficace piano di riqualificazione e potenziamento dell’area del Carso, dall’Isontino alla Slovenia e dall’Altipiano all’Adriatico.

Va intanto anticipato che, dopo il ciclo di escursioni storiche in primavera, prosegue anche per l’autunno 2008 la proposta delle passeggiate di Carso 2014 + “alla ricerca di un paesaggio invisibile”, per poter vedere, capire, riflettere su quello che è successo nella storia europea, ma anche per oziare, passeggiare, rivivere lo spazio aperto e riscoprire i segni della storia sul territorio. Non mancherà, grazie alle degustazioni che saranno proposte in abbinamento con i tre percorsi, il momento in cui questa terra, solo apparentemente aspra, parlerà attraverso i sapori dei suoi prodotti d’eccellenza che vanno dal vino, al miele, ai formaggi.

Il programma prevede una prima passeggiata domenica 28 settembre, dedicata a “SABOTINO, LA CORAZZATA DI PIETRA. Lupi di Toscana, Dalmatiner e Graniciari 1915 – 1991”, a cura di Pierluigi Lodi. Domenica 5 ottobre “L’ISONZO: UN PAESAGGIO DA PROTEGGERE”, a cura di Pierpaolo Merluzzi. Domenica 12 ottobre “IL BOSCO DI PLESSIVA: IL PAESAGGIO NATURALE E LE AZIONI DELL’UOMO”, a cura Stefano Visintin. E infine, domenica 19 ottobre “OSLAVIA: IL SACRARIO MILITARE E GLI ALTRI MONUMENTI DELLA GRANDE GUERRA”, a cura di Stefano Zucchiatti. La partecipazione alle passeggiate, ideate e realizzate da Ape Giramondo s.c.ar.l., è gratuita. Tutte le visite sono in italiano. Si consigliano abbigliamento adatto alle escursioni e scarpe comode.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 348.7507866; info@apegiramondo.it; www.apegiramondo.it.

Inoltre, nella ricorrenza dei novant’anni dalla fine della prima guerra mondiale, negli spazi dei Musei Provinciali di Gorizia a Borgo Castello, dal 29 ottobre sarà visitabile un percorso espositivo selezionato dai materiali, in prevalenza fotografici, provenienti dal Fondo Diaz, di proprietà dei Musei Provinciali. Il fondo è costituito da una raccolta di materiali disomogenei quali documenti, oggetti, abiti, medaglie, onorificenze e fotografie, appartenuti al generale Armando Diaz (1861–1928), che guidò alla vittoria il regio esercito italiano nel 1918. Ma sono soprattutto le fotografie a suscitare l’interesse maggiore. Si tratta di circa 4.000 positivi che coprono un periodo temporale che abbraccia il primo quarto del Novecento. Le fotografie di guerra, le più numerose, vanno dalla guerra di Libia ai vari fronti della prima guerra mondiale (info: tel. 0481-547Carso541; musei@provincia.gorizia.it).

“Carso 2014 +” e’ un progetto della Provincia di Gorizia, promosso con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con Onorcaduti e il Ministero della Difesa, inoltre con la Provincia di Trieste e i Comuni di Savogna d'Isonzo, Sagrado, Doberdò del Lago, Ronchi dei Legionari, Fogliano Redipuglia e Monfalcone.

Leggi le Ultime Notizie >>>