Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 22 Febbraio 2017

Francesco Marangon inaugura il nuovo ciclo di incontri di cultura economica dell'Irse

Francesco Marangon

Pordenone (PN) - A pochi giorni dalle celebrazioni per i 60 anni dei Trattati europei, che si festeggeranno il 25 marzo, parte domani il ciclo di incontri dedicato a "Europa, quale benessere?" Una domanda strettamente legata al futuro dei cittadini europei, quindi di noi tutti. L'iniziativa è promossa dall’IRSE, Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia e sigla la 33^ serie di Incontri di cultura economica attraverso quattro appuntamenti a cura di Laura Zuzzi con esperti, studiosi e saggisti.

Come Francesco Marangon, ordinario del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine e Presidente della Società Italiana di Economia Agraria: sarà lui protagonista domani, giovedì 23 febbraio, nell’Auditorium del Centro Casa Zanussi di Pordenone (ore 15.30) della conversazione dedicata a “Tutori del territorio: artefici di sviluppo sostenibile e inclusivo. Buone pratiche internazionali e locali”. Introdurrà l'incontro il vicepresidente della Giunta regionale Fvg Sergio Bolzonello, Assessore alle Attività Produttive. Si parlerà di salvaguardia del territorio nel suo poliedrico e unitario significato: geologico, geografico, umano. Di tutela e di nuove opportunità di lavoro: come quelle in agroalimentare e turismo, troppo a lungo assurdamente trascurate nel nostro Paese, e anche chiave di volta per reali scelte di politica ambientale. Si parlerà anche della sostenibilità dei consumi agroalimentari.

«Quale benessere? Non si tratta di un interrogativo aperto ad ogni tipo di risposta - sottolinea la presidente IRSE Laura Zuzzi – perché il vero significato di benessere va nella direzione di uno sviluppo sostenibile e inclusivo, di una qualità della vita condivisa. Frastornati dall'uso invasivo di frasi anti Europa Unita, avvertiamo l'urgenza di restituire attualità e soprattutto nuova concretezza agli obiettivi economici e sociali dei fondatori. A quegli obiettivi carichi di futuro, vitali anche per la nascita dell'IRSE Fvg nei primi anni Settanta, sono seguiti Trattati faticosi, attuazioni lente, passi importanti e imprescindibili come l'Euro; ma insieme giochi di potere e decisioni contraddittorie, come quelle sulla gestione del fenomeno migratori: da quegli obiettivi è comunque necessario ripartire, attualizzandoli e facendoli conoscere anche ai più giovani».

Ingresso libero (info: irse@centroculturapordenone.it, tel 0434 365326).

Giovedì 9 marzo ancora un tema profondamente legato al benessere dei cittadini europei: “La conciliazione dei tempi di vita e di lavoro: pilastro di un’Europa sostenibile” sarà al centro dell’intervento di Valeria Filì, ordinaria di Diritto del Lavoro all’Università di Udine e titolare degli insegnamenti di Diritto del lavoro e Diritto previdenziale nei corsi di laurea di Giurisprudenza. Giovedì 23 marzo “Oltre l’utopia per una reale integrazione e stabilità europea” saranno le parole chiave dell’incontro con Carlo Burelli, Dipartimento Studi Politici all’Università di Milano. Solidarietà, quindi, come concetto fondante per scelte di realismo politico non in chiave anti – europea ma per un’Europa diversa. “Scelgo, dunque sono. Per una analisi scientifica dei comportamenti economici” è il titolo dell’incontro conclusivo affidato a Luciano Canova, economista docente al Master MEDEA - Management Economia dell’Energia e dell’Ambiente alla Scuola Enrico Mattei di Milano e all' Università di Pavia.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Volpe&Sain

Leggi le Ultime Notizie >>>