Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 17 Dicembre 2016

Il Gran Concerto di Natale chiude a Cordenons la rassegna "#magredimusica"

Accademia Musicale Naonis

Cordenons (PN) - Si chiude in bellezza domenica 18 dicembre alle 17.30, nel Duomo di Santa Maria Maggiore di Cordenons, con il Gran Concerto di Natale la rassegna "#magredimusica" promossa dal Comune di Cordenons (col sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia), per valorizzare il territorio attraverso due delle sue risorse di spicco: l’ambiente naturale unico dei magredi e la presenza di numerose associazioni musicali e in particolari corali (riunite sotto la sigla CoRi Cordenons), in grado di realizzare produzioni, anche con progetti originali ad hoc, e organizzare ospitalità preziose.

Questo ultimo concerto in particolare è realizzato dall'Accademia Musicale Naonis - una delle formazioni orchestrali d’eccellenza del territorio, sempre impegnata in iniziative di alto livello culturale, e capofila di associazioni, in particolare giovanili, che sostiene con obiettivi di crescita culturale e professionale - in collaborazione con Ensemble Armonia di Cordenons (direttrice Patrizia Avon) e i Pueri Cantores “Maestro Onofrio Crosato” del Duomo di Pordenone (direttrice Laura Crosato). Saranno infatti loro ad eseguire la “Mass of the Children” del celebre compositore inglese John Rutter sotto la direzione del maestro Alberto Pollesel, affiancati dall'Insieme Vocale “Città di Conegliano” (direttrice Laura Fabbro), della Corale “Vincenzo Ruffo” di Sacile, direttore Alberto Pollesel. Solisti la soprano Stefania Merluzzi e il baritono Andrea Zese. Ospite d'onore la Jugend Kantorei del Duomo di Graz, diretta dal maestro Josef Döller, già direttore dei Wiener Sängerknaben, il prestigioso coro di voci bianche di Vienna.

“The mass of the Children”, uno dei capolavori del musicista contemporaneo inglese J. Rutter (1945), verrà dunque eseguito nella versione per coro misto, coro di voci bianche, solisti e orchestra sinfonica. Rutter, noto per le sue opere corali, in particolare di carattere sacro, ha avuto il privilegio di presentare alla Cattedrale di St. Paul di Londra, una sua opera per il Giubileo d'oro della Regina d'Inghilterra. In termini di performance e successo commerciale, è considerato il compositore corale di maggior successo della sua generazione. Il suo stile eclettico risente dell’influenza corale francese e inglese di inizio novecento e della musica leggera statunitense.

L'evento, a ingresso libero, è realizzato con la collaborazione della Parrocchia di S. Maria Maggiore.

Leggi le Ultime Notizie >>>