Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 13 Dicembre 2016

Bookmark and Share

"Fax for Peace, Fax for Tolerance": al via a Spilimbergo l'iniziativa “Ogni luogo è patria mia”

Scena dal documentario "Fuocoammare" di G. Rosi

Spilimbergo (PN) - In concomitanza con l’apertura ufficiale della nuova edizione del concorso internazionale "Fax for Peace, Fax for Tolerance" - concorso internazionale per studenti e artisti di tutto il mondo, nato nel 1996 all’Istituto d’istruzione Superiore di Spilimbergo per riflettere sui grandi valori della pace, della convivenza e della solidarietà tra i popoli attraverso le immagini - parte da mercoledì 14 dicembre a Spilimbergo l’iniziativa “Ogni luogo è patria mia” un ciclo di iniziative sul tema dei diritti umani tra talk show, incontri e una mostra di opere del Concorso Internazionale allestita per il ventennale di Fax for Peace.

Primo appuntamento mercoledì 14 dicembre (Cinema Castello, ore 21.00) con l’incontro pubblico “Da Lamerica a Fuocoammare. venticinque anni di sbarchi sulle coste italiane: parlano i testimoni”, serata organizzata in collaborazione con il festival “Le Giornate della Luce”. L’incontro, che ospita anche due rappresentanti della Comunità albanese di Spilimbergo, sarà moderato da Marino Marchesin. Presenti Ettore Rizzotti, già Sindaco di Spilimbergo nel 1991, e Andrea Baracchino, Presidente Associazione Nuovi Vicini. Partendo da due film che raccontano gli sbarchi sulle coste italiane, quelle pugliesi e quelle siciliane (è recentissima la notizia della vittoria del film di Gianfranco Rosi agli EFA – European Film Awards – per il 2016, oltre all’ingresso nella short list degli Oscar) l’incontro vuole inquadrare il tema degli esodi dalla viva voce di alcuni protagonisti. In particolare sarà coinvolta la comunità albanese che risiede a Spilimbergo da 25 anni, da quando con mezzi di fortuna molti albanesi lasciarono il proprio Paese per raggiungere l'Italia, assieme all’allora Sindaco che si trovò a gestire l’emergenza. Sarà un’occasione per riflettere su questioni calde della contemporaneità e per incrementare la sensibilità nei confronti di un problema che ci riguarda tutti molto da vicino: le problematiche dell'immigrazione, le sue cause e la necessità di fare un passo verso l'integrazione degli immigrati nel tessuto sociale.

L’iniziativa “Ogni luogo è patria mia” proseguirà lunedì 19 dicembre sempre a Spilimbergo (Palazzo Tadea, ore 21) con la scrittrice e corrispondente di guerra Barbara Schiavulli (che è anche nuovo membro della Giuria internazionale di “Fax for Peace”) che dialogherà con e con il fumettista Paolo Cossi (fumettista pordenonese divenuto famoso poco più che ventenne con il suo libro su Mauro Corona,“Corona, l’uomo del bosco di Erto” che in questi dieci anni si è fatto un nome nel panorama del fumetto d’autore) sul tema “Parole e immagini per i diritti. la penna può battersi contro l'ingiustizia?”. A moderare l’incontro il vicedirettore del quotidiano Il Gazzettino Vittorio Pierobon.

Da segnalare, inoltre, l’apertura da giovedì 15 dicembre a Palazzo Tadea la Mostra “Immagini vs Indifferenza: 20 anni del concorso Fax For Peace / Fax For Tolerance”. L’allestimento, che sarà aperto alle 10.00, sarà visitabile fino al 23 dicembre dalle 16.00 alle 19.30 nei giorni feriali e in orario 10.00 - 12.30 e 16-19.30 nei festivi.

Leggi le Ultime Notizie >>>