Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 09 Agosto 2016

Serata delle "stelle cadenti" all'osservatorio astronomico di Farra d’Isonzo

Stelle cadenti

Farra d'Isonzo (GO) - Giovedì 11 agosto, alle 21, l’osservatorio astronomico di Farra d’Isonzo (GO) aprirà i cancelli per accogliere tutti i visitatori che vorranno passare la serata col naso all’insù nella speranza di scorgere qualche “stella cadente”. In realtà queste scie, dette più propriamente "meteore", non hanno nessuna connessione con le stelle. Derivano in massima parte dai frammenti che le comete disperdono lungo le loro orbite e che possono venir "spazzate" dalla Terra, quando, nel suo moto di rivoluzione attorno al Sole, attraversa proprio la zona in cui una cometa ha lasciato tracce del suo passaggio. In questo caso, che si ripete ogni anno negli stessi giorni perché la Terra transita sempre nello stesso periodo in una determinata regione del Sistema Solare, le particelle di polvere, incendiandosi per attrito quando entrano nell'atmosfera terrestre, danno luogo ad una "pioggia" di meteore.

Le scie luminose sono distribuite in maniera casuale, ma tracciando su una carta celeste le loro traiettorie ci si accorge come sembrino provenire tutte da un medesimo punto detto "radiante", che si trova nella costellazione che dà il nome allo sciame. Le "lacrime di San Lorenzo", chiamate Perseidi in quanto hanno il radiante nella costellazione di Perseo, costituiscono uno degli sciami meteorici più spettacolari per colore, luminosità e frequenza. Sono generate dai corpuscoli dispersi dalla cometa Swift-Tuttle nella zona di spazio che la Terra attraversa nell'agosto di ogni anno.

Anche se la tradizione le associa al giorno 10, San Lorenzo, in realtà le Perseidi si possono osservare da metà luglio a fine agosto, con un picco che può arrivare anche al centinaio di avvistamenti l'ora nelle serate dell'11 o 12 agosto. Per godersi lo spettacolo di una pioggia di meteore non serve nessuno strumento: basta armarsi di pazienza e scrutare il firmamento da zone buie, lontano dalle luci cittadine.

Per partecipare all’appuntamento in osservatorio di giovedì 11 agosto basta essere iscritti al circolo astronomico: per il 2016 le categorie sono quelle di "socio visitatore", tessera annuale del costo di 10 euro, e "socio junior", del costo di 5 euro, pensata per gli studenti. L’iscrizione può essere effettuata ad inizio serata e non serve prenotare. Dopo una breve spiegazione del fenomeno si passerà alle osservazioni che verranno fatte ad occhio nudo, dal prato dell'osservatorio, ed è quindi consigliabile portarsi dietro uno sdraio o un lettino da spiaggia ed indossare abiti adatti alla permanenza all'aperto.

Per informazioni si può contattare il circolo astronomico telefonando, dopo le 21, al numero 0481-888540 o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica info@ccaf.it.


INFO/FONTE: CCAF - Circolo Culturale Astronomico di Farra d’Isonzo

Leggi le Ultime Notizie >>>