Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Prima nazionale di Jezabel a Cormons con Elena Ghiaurov
Teatro Comunale di Cormons
Cormons
Il 31/01/20
Jezabel foto di Luciano Perbellini
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 31 Luglio 2016

Bookmark and Share

Il jazzista Francesco Bearzatti chiude "Timeframes" alla Galleria Pizzinato

Francesco Bearzatti (foto Ufficio Stampa Estate in città 2016)

Pordenone (PN) - galleria Pizzinato, Francesco Bearzatti Solo sax tenore, clarinetto



Si chiude martedì 2 agosto alle 21, in Galleria Pizzinato (dove è in corso la retrospettiva deciata a Luigi Boille) a Pordenone, nell’ambito dell’Estate in Città, con un solo di Francesco Bearzatti, la rassegna "Timeframes", a cura di Associazione Odeia & Jazz Koinè con la direzione artistica di Massimo De Mattia, dedicata alla musica improvvisata.

“Spontaneamente – commenta De Mattia - è nata una comunità artistica, si è ricomposto un pubblico, curioso, motivato, entusiasta perché interessato alle forme espressive artistiche più libere, contemporanee. Oggi noi avvertiamo fortemente l’urgenza e la necessità di nuove prospettive culturali; con i laboratori organizzati Bastia del Castello di Torre e i concerti nella Galleria Pizzinato abbiamo verificato bene e dimostrato quali potenzialità e capacità aggregative garantisca questa musica in cui noi crediamo. L’improvvisazione è una forma di pensiero “laterale” che aiuta a risolvere i problemi della quotidianità; che ti evita scelte sbagliate, visto che i nostri comportamenti sono sempre più abitudinari e prevedibili. Spesso infatti non siamo in grado di trovare alternative accettabili a situazioni di conflitto solo perché non sappiamo pensare da improvvisatori. Noi confidiamo nei principi che governano quest’arte; applicati ai casi della vita funzionano come la costituzione più perfetta, l’applicazione di queste regole regala libertà individuali e collettive sorprendenti. Questa musica è il paese più democratico al mondo, dove non esistono gerarchie, dove differenze e diversità sono sempre opportunità. L’improvvisazione è un’arte estremamente accessibile che può assurgere a livelli di perfezione. Si rivolge a tutti, è coinvolgente, inclusiva, è capace di armonizzare culture, età, retaggi, etnie. È attenta al presente, consapevole del passato, ma si occupa di futuro”.

E dunque improvvisare sarà quello che farà Francesco Bearzatti, musicista jazz pordenonese trapiantato a Parigi, ma che mai dimentica la sua terra. Dopo aver aperto l’Estate in Città assieme alla Zerorchestra, sta suonando in regione col progetto Tinissima 4tet (questa sera 30 luglio sarà a San Martino al Tagliamento), oltre a essere presente a festival e rassegne estive su tutto il territorio nazionale.

Maggiori informazioni su:
www.comune.pordenone.it/estate
#EstatePN


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Estate in Città 2016

Leggi le Ultime Notizie >>>