Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 21 Luglio 2016

Bookmark and Share

Marco Pandolfi Trio apre la seconda edizione di "Blues Blue Muggia Festival"

Marco Pandolfi (foto Ufficio Stampa Blues Blue Muggia Festival 2016)

Muggia (TS) - Ritorna a grande richiesta dopo lo straordinario successo della passata edizione un grande esponente dell'armonica blues. A Muggia, Località Santa Barbara, presso la Taverna Cigui per la II edizione del “Blues Blue Muggia Festival” il 22 luglio arriva il Marco Pandolfi Trio con Federico Patarnello (batteria) e il chitarrista e produttore di chitarre Maurizio Zangrando.

Marco Pandolfi è uno dei maggiori esponenti dell'armonica blues in Europa. Presente da vent'anni sulla scena blues italiana suonando alle più importanti manifestazioni della penisola, ben presto si è guadagnato la stima dei maggiori musicisti blues in Italia e all’estero. Talento, musicalità, tecnica sopraffina mai fine a se stessa e grande carisma sul palco ne fanno una stella di prima grandezza. Il suo ultimo album dal vivo, appena uscito, “Live”, che segue “No Dogs in This Hunt”, sta raccogliendo consensi di critica e di pubblico in tutta la penisola. Pandolfi sarà sul palco del festival assieme a Federico Patarnello, suo storico batterista da 15 anni e il chitarrista Maurizio Zangrando.

In attività da più di vent'anni, Federico Patarnello si è sempre dedicato allo studio della batteria blues avendo come principale riferimento i batteristi che hanno accompagnato i grandi protagonisti del Chicago Blues degli anni '50 e '60.
Tra le varie collaborazioni sicuramente la più duratura e fruttuosa è quella con l'armonicista Pandolfi, con il quale ha registrato 4 cd e partecipato a importanti festival e manifestazioni.
Con loro ci sarà il chitarrista Maurizio Zangrando in veste di endorser di alcuni modelli di chitarra di propria produzione. Nel corso della serata, introdurrà un breve storia della cigar box con la descrizione dello strumento seguito dalla dimostrazione pratica eseguita con la tecnica del finger picking. Abile chitarrista e potente voce; dapprima elettrico e poi, passato definitivamente alla chitarra acustica, Zangrando si dedica con profondità alla ricerca delle radici del blues portando a nuova luce interpretazioni dei più grandi nomi di questa musica.

La rassegna proseguirà il 19 agosto con il Quartetto di Enrico Crivellaro e Manlio Milazzi con Pietro Taucher all'organo Hammond e Andrea D'Ostuni alla batteria e in ottobre con il Chris Jagger Trio.

“La rassegna – spiega Paolo Cigui, organizzatore dell'evento - nasce con la volontà di offrire alla città di Muggia un momento musicale di alto livello a km. 0: una rassegna di un genere amatissimo nelle nostre zone capace di attirare pubblico e turisti da tutti i paesi vicini. Faranno da stupenda cornice della rassegna il pergolato e il giardino della Taverna che da anni ospita musicisti di alto livello, da James Thompson, sassofonista di Zucchero a Chris Jagger, bluesman inglese fratello del cantante dei Rolling Stones che in ottobre angrande richiesta sarà di nuovo a Muggia. E poi ancora Bob Margolin sul palco nell'addio della Band alla storica collaborazione con Bob Dylan nello storico concerto “The Last Walz”, Ronnie Hicks, Nick Becattini, per la prima volta da Vienna il gruppo Jazz@BWM e infine il compianto Eric Guitar Davis. Questa II edizione rappresenta la naturale prosecuzione di un percorso che intendiamo proseguire e ampliare in un prossimo futuro, portando i musicisti a esibirsi anche nel centro di Muggia e a tenere dei seminari nelle scuole a favore degli alunni e di tutta la cittadinanza. La rassegna ha infatti un notevole richiamo turistico e culturale soprattutto per i paesi dell'Est e per l'Austria, dove il blues è un genere amatissimo e popolarissimo. Abbiamo optato per la formula cena concerto con prenotazione obbligatoria e prezzi calmierati per garantire una grande qualità sia musicale che culinaria: serviremo per l'occasione specialità del pescato locale così da promuovere la cucina e il territorio muggesano presso i nostri ospiti. Abbiamo già prenotazioni da Italia, Slovenia, Croazia e Austria. E non finisce qui”.

Leggi le Ultime Notizie >>>