Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
LEONARDO "A TAVOLA CON" IL PICCOLO TEATRO DI SACILE, TRA FRANCIA, SLOVENIA E ITALIA
Palazzo Ragazzoni
Sacile
Dal 21/06/19
al 22/06/19
Leonardo, ultima cena

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Cultura > Musica > 12 Giugno 2016

Bookmark and Share

Progetto "Lola": successo al Tartini per il concerto d'archi a distanza Trieste-Vienna

Giocoso String Quartet

Trieste (TS) - Due violiniste serbe, una viola russa e un violoncello italiano: sono i quattro giovani e talentuosi componenti del Contemporaneo4tet, l'ensemble formatosi al Conservatorio dtriestino che, insieme al Giocoso String Quartet, ha siglato nella serata di ieri (sabato 11 giugno) l'inaugurazione della rinnovata Sala Tartini di Trieste, nel segno della piu' alta innovazione tecnologica. Con il progetto LOLA, infatti (LOw LAtency audio visual streaming system), di cui il Tartini e' capofila, si è sviluppata una tecnologia che consente la realizzazione di esecuzioni musicali e teatrali con esecutori collocati fisicamente in luoghi diversi, a distanza di migliaia di chilometri, e compresenti virtualmente. Il sistema é infatti concepito per lavorare con tempi di latenza al di sotto delle soglie d'integrazione psico-percettiva, ed è il primo al mondo a funzionare con prestazioni di questo livello e a questo fine utilizza le reti a larghissima banda collegate all’istruzione e alla ricerca. Ieri sera i due Ensemble erano dislocati fra Trieste e Vienna, fra la Sala Tartini di via Ghega e l' “Universität für Musik und darstellende Kunst” di Vienna (MDW). "Ma la serata di ieri e' nata anche nel segno della vocazione internazionale del Tartini - ha ricordato il presidente Mario Diego, nei saluti iniziali che si sono incrociati fra Trieste e Vienna - Ringraziamo l'ambasciata italiana in Austria e l'ambasciatore Giorgio Marrapodi per aver patrocinato l'evento, favorendo cosi' la realizzazione di un evento di alto profilo innovativo, reso possibile a Trieste grazie agli impianti tecnologici realizzati nella Sala Tartini con il sostegno del Miur.

I due Quartetti d'Archi si sono cimentati a distanza in un programma tratto dal repertorio contemporaneo per la formazione. Di György Kurtag hanno eseguito ”Officium breve" Op.28 da Giocoso Quartet (MDW); di Peter Schuhmayer e A. Vrebalov hanno proposto “Pannonia Boundless e di John Zorn il brano "Kol Nidre”. Il sistema LOLA e' stato illustrato da Claudio Allocchio, senior officier GARR, da Andrea Amendola, Stefano Bonetti e Paolo Pachini del Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste e da Thomas Lang, Hermann Rothe, Peter Schuhmayer per Mdw Wien. Ottimo successo di pubblico, in Sala Tartini si prosegue domani, lunedi' 13 giugno, con il piano recital dell'artista Dimitri Romano.

Leggi le Ultime Notizie >>>