Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 08 Giugno 2016

Bookmark and Share

“Sette canti di luce e polvere”, concerto per la Macedonia a Palazzo Gopcevich

Il poeta macedone Nikola Madzirov - photo by Thomas Kierok

Trieste (TS) - “Sette canti di luce e polvere” è il titolo del concerto proposto nel segno della collaborazione tra il Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” e l’Associazione Triestina Amici della Lirica “Giulio Viozzi”, in calendario giovedì 9 giugno, con inizio alle ore 18, alla Sala “Bobi Bazlen”, al piano terra di Palazzo Gopcevic (via Rossini 4, sul Canal Grande).

Promossa dal tenore Blagoj Nacoski, Ambasciatore della Cultura della Macedonia in Italia e organizzato con il contributo speciale del Ministero della Cultura della Repubblica di Macedonia, la manifestazione si configura come un ideale ponte con la Repubblica macedone nella ricorrenza del 25° anniversario della sua indipendenza.

Protagonisti del concerto saranno il controtenore Luigi Schifano, il tenore Raffaele Feo, Constantin Ciobanu al violino, Elena Bacchiarello al clarinetto, Giacomo Biagi al violoncello e Gianluca Ascheri al pianoforte, in un programma che si apre con il "Canticle II" per controtenore, tenore e pianoforte di Benjamin Britten, e al centro del quale figurano i "Sette canti di luce e polvere" realizzati nel 2014 dal compositore pugliese Angelo Inglese (classe 1972) su sette poesie del poeta macedone Nikola Madzirov (classe 1973). Il lavoro sarà eseguito alla presenza del compositore.

L’ingresso alla manifestazione è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.


INFO/FONTE; Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>