Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 02 Giugno 2016

Bookmark and Share

Si presenta la terna finalista del Premio Castello di Villalta Poesia 2016

Andrea Gibellini

Udine (UD) - Il Castello di Villalta come una piccola capitale della poesia del nostro tempo: tre voci che a buon titolo sono rappresentative della più interessante produzione degli ultimi anni saranno chiamate a raccontarsi, confrontarsi, a "dirsi" nella verità dei propri versi, in occasione dell’evento in programma domenica 5 giugno alle 18 nella splendida cornice del Castello di Villalta (Fagagna, Udine). Sono gli autori finalisti, ovvero Milo De Angelis per “Incontri e agguati” (Mondadori), Andrea Gibellini con “Le regole del viaggio” (Effigie Edizioni) e Mariangela Gualtieri con “Le giovani parole” (Einaudi).

E’ questo il primo appuntamento con il Premio Castello di Villalta Poesia 2016, un’occasione per conoscere meglio i tre autori insieme alla Giuria del Premio Castello di Villalta Poesia, composta da Antonella Anedda, Alberto Bertoni, Roberto Galaverni, Antonio Riccardi e dal presidente Gian Mario Villalta e con l’introduzione della presidente dell'associazione promotrice, Marina Gelmi di Caporiacco. Conversazioni e letture si alterneranno dall’opera di Milo De Angelis, Andrea Gibellini e Mariangela Gualtieri, come sempre in un’atmosfera di festosa amicizia e di ‘incroci’ culturali e affinita’ elettive fra poeti.

Spiega infatti la poetessa e attrice Mariangela Gualtieri che «Il primo grande incontro è stato proprio con Somiglianze di Milo de Angelis. Indimenticabile la notte in cui quelle parole mi sono venute così vicine da farmi venire le vertigini. Ultimo incontro, quello con Nelly Sachs. Ho avuto con i suoi versi l’impressione che si ha coi maestri, e cioè che abbiano scritto proprio per noi. Al Premio Villalta approdo con il mio apprezzamento per una giuria di persone che stimo e con il piacere che la Giuria abbia selezionato la mia raccolta in un anno nel quale sono usciti vari bei libri di poesia».

Autore di Somiglianze nel 1976, uscito allora per l'editore Guanda, Milo De Angelis si è affermato come una tra le più intense e voci del momento. «Il Friuli è entrato nella mia vita insieme alla donna con cui vivo e da dieci anni tutto ciò che è friulano continua a venirmi incontro, dal Tagliamento alla poesia, dalle canzoni ai fantastici vini di questa terra – spiega De Angelis -. Il primo incontro poetico è stato in quinta elementare con "L'infinito" di Giacomo Leopardi, che mi ha accompagnato per tutta la vita, tanto che il mio ultimo incontro, pochi giorni fa, è stato con le traduzioni francesi di questa poesia: da Sainte-Beuve a Bonnefoy a Orcel».

Andrea Gibellini entra nella terna finalista del Premio del Castello con una nuova raccolta, Le regole del Viaggio (2016), dove lo stupore e lo smarrimento della vita quotidiana trovano nei luoghi discosti o dimenticati la possibilità di un riconoscimento, di un rilancio di dialogo e di senso. «Sara’ un motivo di gioia poter leggere in pubblico il mio nuovo libro di poesia che esce dopo 15 anni – racconta Gibellini – Se il primo incontro significativo con la poesia è avvenuto attraverso i versi degli Ossi di seppia di Eugenio Montale, gli ultimi poeti che ho letto in profondità sono stati Raboni e Bandini. Raboni per una sorta di esattezza come antilirica non troppo cantabile nell'esprimere in poesia come la conferma, la dimensione storica della persona che scrive; e Bandini per una sua classicità del verso quasi senza tempo ma che riesce, come avviene in Raboni, a esprimere una propria e vitale inquietudine storica».

Il Premio Castello di Villalta Poesia, dopo l'incontro con i finalisti di domenica 5 giugno, prevede nel mese di settembre la premiazione di tre poeti under 40, e infine a ottobre 2016 l’appuntamento con la premiazione del vincitore.

INFO: www.castellodivillaltapoesia.com



I FINALISTI

L'uscita del volume intitolato Somiglianze, nel 1976, presso l'editore Guanda mise in luce la voce poetica di Milo De Angelis, qualificandola tra le più intense e problematiche del momento. Nella successiva, importante scansione delle opere, emergono i passaggi decisivi rappresentati da Terra del viso (1985) e Biografia sommaria(1999): il primo esalta la profondità della visione, il secondo inizia un nuovo percorso di più aperta narratività e riconoscibilità dei temi essenziali della vita. Il libro finalista di Milo De Angelis è uscito nel 2015 e si intitola Incontri e agguati. Il tema principale è quello della morte che, come fosse un personaggio reale, si scontra con l'io lirico ingaggiando una disastrosa guerra. L'esperienza dell'insegnamento in un carcere di massima sicurezza a Milano ispira la terza e ultima sezione della raccolta.

Andrea Gibellini si è formato a Bologna, dove ha frequentato l’università e ha incontrato le prime ragioni per un confronto con la passione dei versi, che l'hanno portato al suo primo libro di poesie: Le ossa di Bering (1993), cui segue La felicità improvvisa (2001). La rarefatta produzione poetica in volume è costellata da interventi critici e saggistici, dalla presenza in versi in importanti riviste. Andrea Gibellini entra nella terna finalista del Premio del Castello con una nuova raccolta, Le regole del Viaggio (2016), dove lo stupore e lo smarrimento della vita quotidiana trovano nei luoghi discosti o dimenticati la possibilità di un riconoscimento, di un rilancio di dialogo e i senso.

Compiuti gli studi di architettura, Mariangela Gualtieri, svolta verso il mondo della parola: con Cesare Ronconi fonda negli anni '80 il Teatro Valdoca, dove matura la sua coscienza della inadeguatezza della parola e della meraviglia della creazione poetica. L'esordio in poesia prMariangela Gualtierieso l'editore Crocetti si intitola Antenata (1992); la raccolta decisiva viene edita nel 2003 da Einaudi, con il volume dal titolo Fuoco centrale a altre poesie per il teatro. Mariangela Gualtieri è nella terna finalista del Premio del Castello Poesia con il libro intitolato Le giovani parole (2015), un intenso dialogo tra sé e il mondo, ricco di accenti di dolore e di speranza.

Leggi le Ultime Notizie >>>