Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 30 Maggio 2016

Bookmark and Share

"Le Giornate della Luce": presentata l'edizione 2016 in scena a Spilimbergo dall'11 al 19 giugno

Luca Zingaretti

Spilimbergo (PN) - Torna quest’anno a Spilimbergo tra l’11 e il 19 giugno il festival nato per celebrare il ruolo degli Autori della Fotografia del nostro tempo, i Maestri della Luce del cinema italiano contemporaneo. Dopo l’avvio dello scorso anno, il festival - realizzato grazie alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG, la Fondazione CRUP, il Comune di Spilimbergo, la Confartigianato Imprese di Pordenone, con l’organizzazione dell’Associazione Culturale Il Circolo si conferma uno tra gli eventi di punta all’interno del ricco panorama delle manifestazioni culturali e cinematografiche del Friuli Venezia Giulia.

Il film si scrive con la luce, sottolineava un maestro come Federico Fellini: e se lo stile di un autentico cineasta si esprime attraverso la luce, la fotografia di un film è quanto si può allora definire “la regia della luce”. Rendere omaggio alle grandi firme di un’arte così importante per la riuscita di un film, trova una cornice ideale in Spilimbergo, città del mosaico ma anche di antica e longeva tradizione fotografica.

La cura artistica è sempre firmata dall’autrice, regista e conduttrice Gloria De Antoni, con Donato Guerra, e anche quest’anno la manifestazione potrà godere della presenza di un grande maestro della fotografia, due volte candidato all’Oscar, come Dante Spinotti.

L’articolato programma delle Giornate della Luce 2016 - con proiezioni dei film in concorso, incontri con registi e attori, seminari, percorsi espositivi, eventi collaterali - culminerà nell’attribuzione del premio Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, premio per la fotografia di un film italiano dell'ultima stagione. A presiedere quest’anno la Giuria degli esperti sarà una presenza d’eccezione, Pupi Avati, da quasi cinquant’anni tra i protagonisti assoluti del nostro cinema: il regista bolognese sarà anche uno dei docenti della Masterclass dedicata agli studenti delle Scuole di Cinema e il festival gli dedicherà anche una mostra retrospettiva sulla sua filmografia, curata da Antonio Maraldi del Centro Cinema Città di Cesena, mentre uno scatto che lo ritrae sarà anche esposto nella mostra che omaggia il fotografo Pino Settanni con una carrellata dei suoi celebri ritratti.

La giuria che affianca Pupi Avati per l’assegnazione del riconoscimento al miglior Autore della Fotografia è composta dall’attore Luca Zingaretti, il giornalista, critico cinematografico e autore televisivo Oreste De Fornari, Daniele Nannuzzi, Nicoletta Romeo, Antonio Maraldi, Debora Vrizzi e Ulderica Da Pozzo. I giurati hanno selezionato tra i film italiani dell’ultimo anno la terna dei finalisti: Paolo Carnera per il film Suburra di Stefano Sollima, Vladan Radovic per La pazza gioia di Paolo Virzì, e Fabio Zamarion per La corrispondenza di Giuseppe Tornatore.

I tre film saranno proiettati in sala al Cinema Castello durante il festival (giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18), per giungere alla premiazione del vincitore nella serata conclusiva di domenica 19 giugno.

Tra le presenze di punta di questa edizione anche l’attrice e regista Veronica Pivetti che tra mercoledì e domenica sarà protagonista di una serie di proiezioni e incontri. In particolare, mercoledì 15 giugno a Sequals (Villa Ciani alle 21.30) sarà presentato il suo primo film da regista Né Giulietta né Romeo, mentre nel pomeriggio di giovedì 16 giugno sarà protagonista dell’incontro pubblico “La prof e i suoi ragazzi”.

La nota attrice sarà al festival anche in qualità di Presidente della Giuria dei giovani che assegnerà il Premio “Il Quarzo dei Giovani - FVG Film Commission”. Protagonisti di questo premio i partecipanti alla Masterclass delle Scuole di Cinema - in programma nella giornata di domenica 19 giugno - che quest’anno coinvolge studenti del DAMS di Gorizia, dell’Università Ca' Foscari di Venezia, del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, della Civica Scuola di Cinema di Milano, di ZeLIG School for Documentary, Television and New Media di Bolzano e dell’Università di Lubiana - Accademia di Teatro, Radio, Film e Televisione. Tra i docenti della Masterclass un altro, grande ospite di questa edizione, il pluripremiato regista polacco Krzysztof Zanussi.

Apertura ufficiale sabato 11 giugno a partire dalle 16.30 in piazza Duomo con l’attesa presenza del vincitore della scorsa edizione, l’autore della fotografia Luca Bigazzi - premiato per il film Youth di Paolo Sorrentino - che riceverà il premio che lo scorso anno non riuscì a ritirare personalmente e sarà intervistato da Gloria De Antoni. A seguire alla Sala del Caseificio la presentazione in anteprima della mostra “Icons of Hollywood: il fascino delle star e dei miti del grande cinema americano” che aprirà il prossimo 15 luglio 2016 a di Villa Manin. A seguire apertura delle mostre di questa edizione: oltre alla già citata mostra fotografica Pupi Avati: un autore italiano. Film 1998 – 2015, anche l’esposizione Friuli Venezia Giulia al cinema. Scatti sui set del Terzo Millennio, in collaborazione con FVG Film Commission, Dalle rive del mare … sculture luminose di Alessandra Aita e la videoinstallazione War is over!.

Nella giornata di sabato sarà, invece, inaugurata la mostra Ritratti d'autore di Pino Settanni, realizzata per gentile concessione dell’Istituto Luce Cinecittà.

Domenica 12 in piazza duomo alle ore 21 a cura della Zerorchestra con la collaborazione di Cinemazero e La Cineteca del Friuli si terrà l'anteprima del concerto-spettacolo Note dal fronte, musica, parole e immagini della Grande Guerra.

Numerosi quest’anno gli incontri, i convegni e le collaborazioni. Da segnalare la partnership con il festival cinematografico internazionale Camerimage (International Film Festival of the Art of Cinematography), manifestazione dedicata all'arte della fotografia che si svolge in Polonia dal 1993 e nel corso degli anni ha ospitato e premiato i maggiori autori della fotografia del cinema mondiale. Venerdì 17 giugno sarà ospite del festival di Spilimbergo Agnieska Maciesowicz, responsabile della sezione "Student Etudes" di Camerimage, che dialogherà con Nicoletta Romeo, giurata di questa edizione, festival programmer con esperienza internazionale, responsabile della selezione lungometraggi di Trieste Film Festival.

Si conferma anche quest’anno la preziosa collaborazione con La Cineteca del Friuli infatti oltre che per lo spettacolo di domenica 12, tra le proposte in cartellone: giovedì 16 giugno, un omaggio a David Maria Turoldo, in occasione dei 100 anni dalla nascita con la proiezione a Mereto di Tomba (Corte di Casa Someda De Marco, ore 21.30) del film Gli ultimi e l'evento collaterale omaggio a Alessandro D'Eva mercoledì 22 a Gemona del Friuli con la proiezione del suo film Odissea nuda.

Tra le sinergie dell’edizione anche quella con Istituto Luce Cinecittà e la sua rivista 8 ½. Negli appuntamenti organizzati in collaborazione spicca sabato 18 giugno la presenza della regista Maria Sole Tognazzi, protagonista dell’Incontro 8 ½, condotto dalla giornalista e scrittrice Laura Delli Colli. Figlia del celebre attore e regista Ugo Tognazzi, uno dei “mostri sacri” della Commedia all’Italiana, Maria Sole si è rivelata una regista di grande tecnica e talento, apprezzata da critica e pubblico, non solo in Italia.

Nella stessa giornata (dalle 9.30) il Cinema Castello ospiterà anche il Corso di aggiornamento per giornalisti Il ruolo dell'autore della fotografia nella realizzazione di un documentario e nel reportage giornalistico, con particolare attenzione ai suoi rapporti con il regista-autore. Relatori la regista Rai e documentarista Noemi Calzolari, l’autore e regista di film-documentari Francesco Conversano, il regista e autore della fotografia Alberto Fasulo e il giornalista-operatore Biagio Ingenito.

A Codroipo venerdì 17, in collaborazione con l'Associazione Lumière, presso il cinema Benoit De Cecco dalle 18.30 è prevista la “Maratona Kie?lowski” con la proiezione della Trilogia dei colori: Film Blu, Film Bianco, Film Rosso.

A suggello dell’edizione, domenica 19 giugno, oltre all’attesa assegnazione dei riconoscimenti al miglior Autore della Fotografia – quest’anno oltre al premio della Giuria e dei giovani delle Scuole di Cinema anche il pubblico sarà chiamato ad esprimere la propria preferenza – il festival ospiterà anche un omaggio a Marcello Mastroianni a vent'anni dalla scomparsa. Alle 10.00 nella Tenuta Fernanda Cappello di Sequals sarà proiettato il documentario “Ritratto di uno sconosciuto”, di Roberto Meddi e Gioia Magrini, alla presenza della figlia del grande attore Barbara Mastroianni ePupi Avati della produttrice Silvia D'Amico.

Proclamazione dei vincitori dei Premi Il Quarzo di Spilimbergo – Light Award, Il Quarzo dei Giovani – FVG Film Commission e Il Quarzo del Pubblico – Audience Award alle 21.00 in Piazza Duomo. Presenti la curatrice del festival Gloria De Antoni, presidente della Giuria Giovani Veronica Pivetti e il giurato Oreste De Fornari.

Leggi le Ultime Notizie >>>