Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Notizie > Incontri > 13 Aprile 2016

Bookmark and Share

Incontro alle Acli sul progetto “Ad Arte, la casa si autorecupera a Trieste”

Locandina incontro

Trieste (TS) - Il Comune di Trieste e ATER Trieste-Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale, assieme al “gestore sociale” formato dalla Cooperativa Lybra e dall'associazione Kallipolis, organizzano giovedì 14 aprile, alle ore 18, alla Sala “Pianigiani” delle Acli provinciali di Trieste, in via San Francesco 4/1 (scala A), un incontro di approfondimento sul progetto “AD ARTE – la Casa si AutoRecupera a TriestE”.

A spiegare gli obiettivi del progetto e il suo funzionamento interverranno l'Assessore alla Pianificazione urbana e politiche per la casa Elena Marchigiani, il direttore di ATER Trieste Antonio Ius e le rappresentanti di “Kallipolis” Ileana Toscano e di “Lybra” Maria Stropkovicova.

Sono invitati a partecipare tutti coloro che ritengono di essere interessati al progetto di autorecupero che riguarderà lo stabile di via Piero della Francesca 4, nel rione di San Giovanni e per il quale il Comune di Trieste – che ne è proprietario – concederà il diritto di superficie per 30 anni. In tal senso è necessario individuare 10 famiglie o singoli che abbiano la possibilità di mettere a disposizione alcune ore del loro tempo libero per contribuire ai lavori di ristrutturazione dell'alloggio.

L'edificio verrà sottoposto a una completa ristrutturazione e i dieci nuclei familiari individuati parteciperanno al rinnovamento dello stabile attraverso una loro quota di lavori “in autorecupero”, abbattendo con ciò il costo complessivo dell'intervento. Una volta completata la ristrutturazione gli inquilini-autorecuperatori potranno godere di un alloggio completamente ristrutturato e con le finiture preferite da ogni famiglia.

Da rilevare che le famiglie o i singoli che intendano partecipare all'iniziativa dovranno presentare apposita domanda al Comune di Trieste entro il 30 aprile 2016 scaricando il modulo dal sito www.retecivica.trieste.it.

Una volta individuati, i 10 beneficiari, supportati dal “gestore sociale” che li accompagnerà per tutta la durata dell'operazione, si costituiranno in cooperativa e otterranno dal Comune il diritto di superficie dell'immobile per 30 anni al costo di 400 Euro a famiglia (per un totale di 4.000 Euro complessivi). Successivamente, in forma privatistica, individueranno i progettisti e la ditta cui affidare il grosso dei lavori di ristrutturazione. In parallelo stipuleranno un mutuo bancario per 30 anni che permetterà loro di avere la liquidità necessaria per avviare il percorso di autorecupero. La cooperativa potrà beneficiare di un finanziamento a fondo perduto già approvato pari a 239.400 Euro concesso al Comune di Trieste dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Assieme al “gestore sociale” gli autorecuperatori si accorderanno per definire il monte ore per ogni nucleo familiare e si provvederà a definire un calendario del cantiere sia per la quota parte da affidare alla ditta che per la parte in autorecupero. Si prevede di completare i lavori in circa 12 mesi. L'assegnazione degli alloggi avverrà quindi, nella fase conclusiva del cantiere, poco prima dei lavori di finitura e di rivestimento.

L'incontro avrà dunque l'obiettivo di chiarire i dubbi in merito alla realizzazione del progetto e darà la possibilità ai partecipanti di incontrare gli amministratori, i tecnici e il gestore sociale. Inoltre verranno precisati gli aspetti relativi alla costituzione della cooperativa e all'accesso al credito e quelli più spiccatamente tecnici in merito al progetto architettonico di massima.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>