Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 14 Luglio 2015

Bookmark and Share

“Fuori dove la parità non esiste”, nuovo progetto dell'associazione Fotografaredonna

"Fuori dove la parità non esiste" - toponomastica femminile a Trieste e provincia

Trieste (TS) - L’Associazione Fotografaredonna, dopo aver promosso il progetto "Femminilereale" che per due anni è stato presentato in Italia e all’estero (ricordiamo la mostra ospitata nel bellissimo palazzo Crepadona di Belluno o al Museo Etnografico di Lubiana) propone alla cittadinanza il nuovo progetto, “Fuori dove la parità non esiste” inerente la toponomastica femminile a Trieste e provincia.

Nello spazio urbano, la percentuale dei luoghi dedicati alle donne rispetto a quella degli uomini è molto bassa e trasmette implicitamente il messaggio che solo questi siano degni di essere ricordati, che solo gli uomini abbiano contribuito a formare la Storia.
Un problema sentito non solo nella nostra città, ma anche in Italia e all’estero tanto da far nascere a livello nazionale l’"Associazione Toponomastica Femminile", che ha prodotto un censimento accurato e minuzioso di tutti i comuni d’Italia e di alcune realtà d’oltralpe e che per prima ha posto all’opinione pubblica questo problema promuovendo
ricerche, e mostre per sensibilizzare ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani, fossero dedicati alle donne per compensare la grave disparità esistente.

Anche l’attuale Amministrazione comunale di Trieste, per ovviare a questa disparità, ha varato negli ultimi anni sette nuove intitolazioni tutte riportate a donne che si sono distinte nel mondo dell’arte, dello sport e dell’impegno politico e promosso azioni positive per proporre la trasmissione di nuovi modelli alle nuove generazioni

Fra queste importante è la realizzazione della mostra itinerante “Sulle vie della Parità”, visibile fino a novembre 2015, che la Commissione Pari Opportunità del Comune di Trieste ha promosso nelle sedi delle circoscrizioni del Comune e alla quale Fotografaredonna ha collaborato. E ancora la recente mostra sulla toponomastica femminile in Slovenia, organizzata dall’Associazione Toponomastica Femminile in collaborazione con il Centro Culturale Sloveno, entrambe mostre di “creativa” catalogazione dei luoghi dedicate alle donne.

Ma il progetto di Fotografaredonna si pone il problema tipicamente fotografico di elaborare una ricerca visiva più accurata per approfondire la conoscenza e il racconto di questi luoghi.
Le fotografe di Fotografaredonna attraverseranno quelle strade, ripercorreranno quindi quelle vie, quei giardini, per coglierne l’essenza, per ricostruire storie, per proporre itinerari fotografici diversi e personali ma soprattutto con l’impegno di restituire sguardi, che attraverso i contenuti della rappresentazione, raccontino e testimonino di una presenza femminile anche nel presente.

“Ci rivolgiamo a tutte le fotografe della città. Abbiamo chiesto a fotografe professioniste di partecipare al nostro progetto, ma attraverso un percorso di formazione vorremmo coinvolgere anche persone giovani e meno esperte nella fotografia.
Uno sguardo femminile sulla città perché non solo la toponomastica, ma anche la storia della fotografia, come purtroppo spesso tante altre storie ci riportano a dei nomi a degli sguardi e a dei racconti prevalentemente maschili”.

Il progetto che è finanziato dalla Regione FVG, ha il patrocinio della Provincia di Trieste, del Comune di Trieste, dell’ Università degli Studi di Trieste, del Comitato Unico di Garanzia - CUG - dell'Università di Trieste, della Commissione Pari Opportunità della Regione FVG e la collaborazione della Consigliera di Parità della Provincia di Trieste, prevede la realizzazione di ulteriori workshop, (fotografia di architettura, fotografia e territorio, postproduzione fotografica) una Mostra fotografica finale, e una pubblicazione.
Preziosa è la collaborazione di alcune storiche dell’Università degli Studi di Trieste che collaborano a questo progetto per la ricostruzione storica della vita delle donne a cui questi luoghi sono intitolati.


Programma workshop:
- venerdì 17 luglio dalle 16.30 alle 19.30;
- sabato 18 luglio dalle 10.00 alle 16.00
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TRIESTE
Aula Magna di Androna Baciocchi
Via Baciocchi 4 (laterale di Via Lazzaretto Vecchio).

Percorso teorico: analisi della produzione artistica di donne fotografe, dagli albori alla contemporaneità, che hanno scelto la strada come luogo privilegiato del loro operare e hanno segnato la storia della fotografia.
Percorso pratico: verrà illustrato il progetto “Fuori dove la parità non esiste” (poche sono le donne rispetto agli uomini a cui sono stati intitolati luoghi). Percorreremo vie, piazze, giardini, strade, intitolate a figure femminili, per coglierne l’essenza, per ricostruire storie, per proporre itinerari fotografici diversi.

Iscrizione obbligatoria.
Per info: tel. 3356587294 – email: fotografaredonna@tiscali.it

Leggi le Ultime Notizie >>>