Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 14 Luglio 2015

Bookmark and Share

FMK 2015: corti, dj-set e la possibilità di farsi la propria t-shirt gratis

Scena dal corto "Yuri on the Phone" di Rene Nuijens

Pordenone (PN) - Corti, corti e ancora corti mercoledì 15 luglio, alle 21.30, a FMK International Short Film Festival al chiostro di San Francesco, mentre dalle 20.30 il collettivo Ghost.City riempirà le prime ore di questa serata di "Estate in città" con il suo live. Per la sezione animazione – in lizza per il premio più prestigioso, il Premio Qualità di Banca FriulAdria Crédit Agricole, che sostiene da sempre il festival di Cinemazero – troveremo "Mend and Make do" di Bexie Bush (Regno Unito) che prende le mosse dall’opuscolo del Ministero dell’Informazione britannico della Seconda Guerra Mondiale, su cui si davano consigli alle casalinghe su come essere frugali, ma alla moda, in tempi di razionamento.

Legato al secondo conflitto mondiale anche "Bär" (Bear) di Flörks Pascal (Germania) in cui un nipote fa i conti con il vero significato delle memorie di suo nonno, esattamente come l’intera Germania di oggi ha dovuto fare rispetto a questa pesante eredità; e "Warm Snow" di Ira Elshansky (Germania/Israele), incentrato sul ribaltamento di ruoli tra genitori e figli nell’età adulta.

L’apparizione di una donna in una sala in cui giovani tangueri sono intenti a ballare dà il via a "Le temps d’un tango" di Frédéric Hontschoote (Francia); in "L’étang" (The Swamp, Francia) Xavier Demoulin segue tre bambini nel profondo della foresta in cui stanno giocando e dove scoprono una palude e una vecchia barca misteriosa. Un bambino è il protagonista anche di "Blue Sorrow" di David Bertran (Stati Uniti, Spagna), deciso ad aiutare la madre a superare la morte del padre, anche se questo significa varcare frontiere che non sospettava potessero essere attraversate. "Früling" (Spring) di Michael Podogil (Austria) ricostruisce il passato di una donna anziana, intenta a prepararsi per uscire, attraverso le foto appese ai muri, così come l’ambiente che circonda l’uomo davanti al computer che vediamo in "Log Out" di Andrea Ratto (Spagna) gli riserverà delle sorprese.

Altra incursione nella solitudine quotidiana è quella di "Parce que je t'aime" (Because I love you, Spagna) di Enrique Garcia de Blas, mentre il tragicomico "Yuri on the Phone" di Rene Nuijens (Serbia/Olanda) ci mostra la diva serba Rada Djuricin (1934) nel ruolo di una donna la cui passione per il Yuri Gagarin, primo uomo ad andare nello spazio, la porta a riempire le sue giornate con lunghe e curiose telefonate… Infine altri due spagnoli: "El X0w" di Marc Ortiz e la sua tremenda cena affollata dai sei personaggi e dalle loro reazioni; e "La prueba" (The Audition) di Rogelio Sastre, dove un’attrice ed un regista provando una scena intrecciano realtà e finzione.

Ricordiamo che è possibile visitare la mostra “Didentro” di Alberto Panegos e che è a disposizione lo spazio dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni FMKIDS, in cui i piccoli possono divertirsi mentre i genitori si gustano il festival. Inoltre, mercoledì 15 e venerdì 17 ci sarà la possibilità di avere la maglietta del festival gratis: basta portarne una da casa (in tinta unita, colore chiaro) ed Eleonora Spizzamiglio la stamperà dal vivo!

FMK – International Short Film Festival è promosso da Cinemazero all’interno di "Estate in città 2015" del Comune di Pordenone. Con il sostegno di FriulAdria Crédit Agricole e ARPA FVG LaREA. Media-partnership affaritaliani.it e Mediacritica.


INFO/FONTE: Cinemazero Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>