Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 01 Luglio 2015

Bookmark and Share

Udin&Jazz 2015 a Palazzo Morpurgo con “Barabba’s” e “Aiar di Tuessin”

Barabbas

Udine (UD) - Giovedì 2 luglio una nuova giornata intensa per Udin&Jazz, che come di consueto accoglie il suo pubblico agli Aperitivi Jazz all’Osteria alla Ghiacciaia: alle 12.30, grazie alla disponibilità del Conservatorio “Tomadini”, alcuni giovani talenti accompagnano il momento conviviale dell’aperitivo. Giovedì 2 luglio è la volta di Alessandro Scolz (pianoforte) e Cristina Del Negro (voce).

Alle 18, prima del concerto, ancora “Storie di Jazz”, con alcuni critici di livello nazionale, ospiti del festival (Gatto, Boddi, Pollastri, Micanovic, Fayenz): una chiacchierata sui progetti del festival e sullo stato dell’arte della musica improvvisativa.

Alle 18.30 la lunga serata musicale nella Corte di Palazzo Morpurgo (tutto a ingresso libero) inizia con il progetto dei “Barabba’s”: Clarissa Durizzotto – sax contralto; Giorgio Pacorig – Fender Rhodes/Korg MS20; Romano Todesco – basso elettrico; Alessandro Mansutti – batteria è la formazione della band che per l’occasione chiama a partecipare l’attrice e cantante Aida Talliente.

“Una voce racconta i suoni… poi i suoni raccontano la voce”, spiegano gli stessi Barabba’s. Quartetto formato alla fine del 2012 i Barabba’s nascono con l’esigenza di interpretare stati d’animo o vicende personali fondendo free jazz ad atmosfere progpsichedeliche. Con una introduzione recitata di ciò che accadrà in musica, affidata alla Talliente, i quattro musicisti hanno la libertà di interpretare le composizioni di Clarissa Durizzotto per farle arrivare all’ascoltatore nella maniera più viva e reale possibile.

Alle 21.30 un ritorno atteso, dopo molti anni, con la riproposta di Aiar di Tuessin: Alessandra Kersevan e Giancarlo Velliscig (tra i fondatori del “Canzoniere di Aiello” e protagonisti di molti progetti per la valorizzazione della lingua friulana in musica) cantano i versi di dieci tra i più grandi poeti friulani (Pier Paolo Pasolini, Nico Naldini, Beno Fignon, Novella Cantarutti, Bepi Mariuz, Elio Bartolini, Amedeo Giacomini, Siro Angeli, Leonardo Zanier e Galliano Zof), su musiche composte da Velliscig arrangiate da Claudio Cojaniz. Il gruppo è composto da alcuni tra i più noti musicisti friulani quali Nevio Zaninotto al sax, Romano Todesco al contrabbasso e alla fisarmonica, UT Gandhi alla batteria, e lo stesso Cojaniz al pianoforte, con le letture di Fabio Turchini.

Il progetto ebbe una sua prima fase molti anni or sono, costituendo di fatto un’avanguardia per un approccAlessandra Kersevanio in chiave jazz, ancorché melodico e particolarmente strutturato in forma di canzone, alla grande poesia friulana; ora esso rivive per rinsaldare un legame culturale tra la massima espressione poetica nella nostra lingua e la musica jazz.

Su www.euritmica.it tutte le informazioni sul festival.

INFO/FONTE: Ufficio comunicazione Udin&Jazz 2015 #ArgentoVivo

Leggi le Ultime Notizie >>>