Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 12 Marzo 2008

Bookmark and Share

“In Primavera: fiori, acque e castelli”, magico Intreccio tra Storia, fantasia, creatività e natura

Castello Strassoldo

Strassoldo-Cervignano del Friuli (UD) - Il 15 e 16 marzo, presso i castelli di Strassoldo (Ud), si terrà l’undicesima edizione dell’affascinante manifestazione “In Primavera: Fiori, Acque e Castelli”, il cui significativo sottotitolo “un magico intreccio tra storia, fantasia, creatività ed ambiente naturale” é rivelatore delle emozioni che le organizzatrici vogliono comunicare ai visitatori. Un appuntamento molto atteso dal pubblico più romantico ed esigente, che amalgama le proposte raffinate di un centinaio d’espositori, con l’atmosfera incantata dell’antico sito nel momento magico in cui i suoi parchi secolari si risvegliano dal letargo invernale e le piante rare e gli alberi maestosi s’inondano di boccioli e gemme, mentre nel sottofondo la fauna acquatica e boschiva riprende pigramente ad affaccendarsi.
Un momento di valorizzazione dell’architettura castrense del Friuli-Venezia Giulia, dunque, ma anche un’elegante vetrina per talenti creativi d’alto livello, visibili nel corso di un benefico viaggio lontano dal logorio del quotidiano, in un mondo magico profuso di bellezza ed armonia. Mentre addobbi impreziosiranno prati, scalinate e finestrelle, i saloni ospiteranno maestri artigiani (molti dei quali lavoreranno sul posto oro, argento, pietre preziose, pelle, stoffa, fil di ferro e vetro), antiquari, artisti, decoratori e hobbisti ed il brolo del Castello di Sopra accoglierà vivaisti con collezioni di acidofile dei laghi, rose antiche ed inglesi, violette, antiche piante da frutto e piante particolari, il tutto coronato da una serie d’interessanti iniziative collaterali.
Nascosti nella verde campagna della Zona delle Risorgive della Bassa Friulana, i millenari castelli di Strassoldo emanano il fascino incontaminato di un centro che fu testimone delle vicende storiche più importanti che animarono questa Regione dell’estremo nord-est dell’Italia a partire dall’epoca romana. I giardini dei manieri, nati nel Seicento quando era ormai venuta meno la funzione difensiva del complesso e furono bonificate le paludi circostanti, sono solcati da limpide acque di risorgiva e ricchi di piante rare, alberi maestosi ed elementi decorativi. La magia intatta delle residenze e del loro delizioso borgo medievale, l’alto livello qualitativo degli espositori, gli addobbi scenografici, le numerose iniziative collaterali ed il notevole afflusso di visitatori provenienti da ogni angolo d’Italia e dall’estero, hanno permesso alle manifestazioni che si svolgono due volte l’anno a Strassoldo (il week-end prima di Pasqua ed il penultimo d’ottobre) di diventare un eccellente esempio di riutilizzo di manieri in veste di polo d’alta attrazione per promuovere il turismo di nicchia e l’economia di tutto il loro territorio.
L’ingresso alla manifestazione è a pagamento. Il biglietto, del costo di € 10, dà il diritto a visitare gli interni dei due castelli, del Foledôr, della Cancelleria e delle aree verdi del Castello di Sopra. Ingresso gratuito per i bambini sotto i 5 anni, mentre per quelli dai 5 ai 12 anni è ridotto a € 4. Sconti del 10% per gruppi di almeno 25 persone.
Nota importante: il pagamento di un biglietto costituisce una garanzia per una circolazione più tranquilla e sicura negli interni ed un contributo per la conservazione dei manieri. Il mantenimento dell’architettura fortificata e dei parchi storici é ormai un grosso problema, perciò ben vengano iniziative di questo tipo, con le quali i proprietari si rimboccano le maniche senza attendersi aiuti dallo Stato, facendo conoscere la storia in modo affascinante e trasformando contestualmente questi luoghi segreti in vetrine straordinarie per la presentazione d’oggetti esclusivi, contribuendo in questoCastello Strassoldo (interni) modo alla conservazione di un patrimonio storico importante ed al rilancio del turismo di qualità nelle aree interne della Regione.
La manifestazione è stata ideata e organizzata da Ombretta e Gabriella di Strassoldo, sotto l’egida del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del FVG, con il sostegno della Provincia di Udine. Orario di visite: 9.30-19.30.

Leggi le Ultime Notizie >>>