Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 21 Maggio 2015

Bookmark and Share

Si conclude con una prima assoluta la XVIII edizione di "Muggia in Musica 2015"

Muggia in Musica 2015

Muggia (TS) - “Muggia in Musica 2015: ....A perdifiato”. Si conclude venerdì 22 maggio con una prima assoluta la diciottesima edizione di “Muggia in musica 2015 - itinerari musicali tra storia, arte a musica”, manifestazione a ingresso libero organizzata dall'Associazione musicale Serenade Ensemble con la collaborazione del Comune di Muggia che quest'anno è dedicata agli strumenti a fiato (da cui il sottotitolo). Sono infatti gli strumenti a fiato i protagonisti degli appuntamenti con la grande musica da camera che costituiscono la tradizionale e ormai radicata rassegna concertistica che, come di consueto, ha per teatro le piccole e suggestive chiese muggesane, sede anche dell'ultimo dei tre concerti.
Il terzo e conclusivo appuntamento si terrà venerdì 22 maggio nella chiesa di San Rocco e sarà dedicato a Ludwig van Beethoven con l'esecuzione degli adattamenti storici (risalenti al primo Ottocento) per nove fiati della Ouverture da Egmont e - in prima assoluta per Trieste - della Settima Sinfonia eseguiti dalla Serenade Ensemble. Il concerto conclusivo sarà preceduto, alle ore 18.00, da un "praeludium" storiografico con la visita guidata all'interessante Museo Beethoveniano di Muggia. Tutti i concerti sono a ingresso libero e con inizio alle ore 20.30.

L'Associazione musicale Serenade Ensemble, che nel 2012 ha oltrepassato il prestigioso traguardo dei 25 anni di attività, in poco più di un quarto di secolo ha sostenuto oltre 500 concerti in Italia e all’estero, con complessi di solo fiati o con piano, archi, voce e percussioni, spaziando dalle musiche del ‘700 a quelle dei giorni nostri, in una sorta di “lungo viaggio” interpretato dai numerosi musicisti che hanno collaborato con l'associazione. Tre i CD finora prodotti (“Fiati nel ‘900”, “Serenate Romantiche”, “Kurt Weill mix”) e alcuni DVD (tra cui l’Omaggio a Gershwin), e degne di menzione tra le numerose attività collaterali che hanno dato un respiro ancora più profondo all’anima della Serenade, il Progetto Giulio Viozzi, le stagioni concertistiche come “Muggia in Musica” in palcoscenici storici quali l’ex Goethe Institut, volte in particolare all'esecuzione di pagine di autori conterranei quali Giulio Viozzi, FabioVidali, Pavle Merkù, Antonio Smareglia, Luigi Dallapiccola e Stefano Sacher. Anche il teatro musicale è stato affrontato con “Jesus Christ Under the Star” o “InQuieto900” o ancora negli spettacoli per giovani (l’Usignolo e la Rosa e il Pesciolino d’oro) nonché la commedia dialettale “Machinista machinista daghe oio”.


INFO: www.muggiamusica.org

Leggi le Ultime Notizie >>>