Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 21 Febbraio 2008

Bookmark and Share

Presentato alla BIT di Milano la IV edizione del festival “èStoria” in programma a maggio a Gorizia

èStoria (logo)

Milano (--) - La storia ritorna protagonista a Gorizia da venerdì 16 a domenica 18 maggio con èStoria 2008 – IV Festival internazionale della storia, ideato dall’Associazione culturale èStoria che organizza la manifestazione con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Gorizia, della Camera di Commercio di Gorizia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. “Eroi” – con una vastissima e articolata panoramica che abbraccerà i nomi e i volti impressi nel nostro immaginario, ma anche altre personalità-chiave del nostro tempo, che hanno segnato l’evoluzione del pensiero, del costume e del vivere sociale – è il tema di questa edizione 2008 del festival: un filo conduttore che sarà declinato nella storia e nella storiografia, dall’antichità alla contemporaneità, insieme a ospiti internazionali come storici, studiosi, giornalisti, scrittori, autori e artisti, per una ‘tre giorni’ ricchissima di lectio magistralis, incontri, dibattiti a più voci, presentazioni di libri e interviste ai testimoni della storia.
Sulla scia del grande successo registrato lo scorso anno, con oltre 35mila presenze in tre giorni, èStoria è stato protagonista giovedì 21 febbraio, di una prima presentazione, per gli operatori e la stampa, alla BIT di Milano, nell’ambito di un incontro dedicato alle proposte culturali e turistiche della città di Gorizia. Il festival si ripropone quest’anno in un palinsesto che, accanto alle tre sezioni tematiche intorno al tema degli ‘Eroi’, affiancherà una specifica sezione, “La Storia in Testa”, svincolata dal tema del festival e dedicata alle novità bibliografiche ed editoriali di carattere storico. Il ‘filo rosso’ dedicato agli ‘Eroi’, nelle sue tre tracce di approfondimento – “Le maschere dell’eroe”, “L’eroe tra mito e realtà”, “L’eroe necessario – consentirà di ragionare in chiave problematica sui grandi mutamenti che hanno segnato il percorso della storia, dalle sue origini fino alla più stretta attualità. Come ha sottolineato a Milano Adriano Ossola per l’Associazione èStoria, «Il Festival di Gorizia ha ospitato, nel corso di ogni edizione, i nomi più rappresentativi e qualificati della storiografia nazionale e internazionale in rapporto al tema trattato. Anche quest'anno le voci che diventeranno protagoniste dell'evento sono tra quelle più significative nel panorama della produzione e della ricerca odierne. Il festival è diventato infatti la platea privilegiata per i professionisti della ricerca e della divulgazione storica e si prepara ad accogliere molti studiosi del tutto nuovi all'appuntamento insieme ad amici consolidati che ritornano come Alessandro Barbero, Mimmo Franzinelli, Ernesto Galli della Loggia e, tra gli stranieri, Richard Overy, lo storico britannico che ha recentemente selezionato, in una pubblicazione di fine 2007 per la nuova edizione della "Complete history of the world" del Times, le 50 date più significative della storia dell'umanità, a partire dall'invenzione di ruota e aratro». Gorizia città-festival, dunque, con il ‘Villaggio della storia’ allestito nel centro storico, ai giardini pubblici di corso Giuseppe Verdi, con la Tenda Erodoto, la Tenda Elio Apih, le Biblio e Ludotenda; ma il programma della manifestazione toccherà anche le principali sedi culturali cittadine e animerà le piazze e le vie del centro della città. E’ prevista l’attivazione di una importante sinergia con le Teche Rai, e percorsi ad hoc saranno proposti per le scuole e per bambini e ragazzi. A completare il programma sono previsti concerti, spettacoli teatrali, mostre, proiezioni di film e di documentari storici, escursioni guidate sui luoghi della storia a bordo di èStoriabus, il progetto di turismo storico-culturale organizzato da Libreria Editrice Goriziana e da APT Gorizia S.p.a. Libri, riviste e dvd saranno disponibili in un’ampia mostra-mercato.
Per ulteriori informazioni: www.estoria.it.

Leggi le Ultime Notizie >>>