Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 05 Maggio 2015

Bookmark and Share

“Mythos kai Kallos” e Progetto Narciso: tutti i colori della voce al Festival Wunderkammer

Progetto Narciso

Trieste (TS) - Il Festival Wunderkammer vi porta il fascino e il calore di un evento imperdibile narrato attraverso Miti ed Eroi, Bellezza e Passione. Martedì 5 in programma il concerto nella Basilica di San Silvestro alle 21 “Mythos kai Kallos” insieme al Progetto Narciso: Juliette de Banes Gardonne, talentuosa mezzosoprano francese, stella nascente nel panorama internazionale musicale grazie alla sua voce particolare e dotata di un’agilità virtuosistica che le permette di spaziare dal repertorio barocco alle opere di Rossini, Paola Erdas, al clavicembalo, Franco Pavan, alla tiorba e Jorge Alberto Guerrero al violoncello faranno sentire al pubblico di "wk" il gusto per il teatro e la vocalità cantabile e virtuosa del barocco mediterraneo.

Il programma si sviluppa intorno alla Cantata di Giacomo Caresana (inedita) intitolata Narciso, a cui si aggiungono, in un proseguire con la simbologia mitologico-floreale, la cantata La Rosa sempre di Caresana e Oltre la Stiggia sponda di Alessandro Stradella.

Il fiore e gli elementi, come il fiume Stige, con la loro simbologia tanto cara agli autori seicenteschi, si snodano attraverso virtuosismi vocali e cantabili dolcissimi, come in un giardino all’italiana di una villa incantata…

Siamo nel Sud dell’Italia, quel Regno in cui non tramontava mai il sole dove il Regno di Spagna si è già da tempo insediato. Ai tempi in cui questo concerto si svolge il Vicereame di Napoli è una fucina di arte, cultura, movimenti rivoluzionari, scienza. Un luogo in cui tutti andavano, per fare fortuna, per studiare con grandi maestri.

E’ questo il caso di Cristofaro Caresana, che dalla natia Venezia approda giovanissimo a Napoli, città in cui le sue doti di cantante, organista e compositore lo porteranno a fare una straordinaria carriera.

La sua Cantata inedita in tempi moderni ci svela il mondo della Cantata Napoletana, con il gusto per il teatro e per la vocalità cantabile e virtuosa tipica del Barocco mediterraneo.

Come delle fiabe voci e musica raffigurano il mito di Narciso che si specchia e si innamora della sua stessa persona, oppure Tancredi narrato da Torquato Tasso nella Gerusalemme liberata in cui si narra della passione del Principe cristiano per la guerriera pagana Clorinda, oppure la splendida storia costruita attorno al fiore più bello: la Rosa. Questo è Caresana: un panorama, un arcobaleno sulla Napoli del XVII secolo.

Visioni esaltate dalle musiche ispaniche: ed ecco quindi passacaglie e ciaccone, tra le danze più amate all’epoca, importate dal lontano e affascinante Nuovo Mondo dai Gesuiti spagnoli.

Il Progetto Narciso nasce da un’idea del grecista Nathan Badoud e della mezzosoprano francese Juliette de Banes Gardonne attorno al mito della figura di Narciso.

Annullata la prolusione in programma il 5 maggio alle 18 alla Casa della Musica con Marco Giovinetti “Narciso e il bel Tancredi”.


Biglietteria e prevendita: Ticketpoint, Corso Italia (040-3498276/277).
Vendita in loco un’ora prima dello spettacolo.
Intero 8 euro + D.P, ridotto* 6 euro + D.P.

INFO: www.wunderkammer.trieste.it

Leggi le Ultime Notizie >>>