Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 27 Gennaio 2008

Bookmark and Share

“Il cinema di frontiera”: si presenta il libro di Alessandro Cuk dedicato al popolo esule

Cinema di frontiera - Cuk

Trieste (TS) - Nel novero delle manifestazioni organizzate dal Centro di Documentazione Multimediale della Cultura giuliana, istriana,fiumana e dalmata per il Giorno del Ricordo 2008, trova spazio anche il cinema dedicato alla storia del popolo esule. Protagonista di questo frangente è lo scrittore e giornalista Alessandro Cuk, il quale ha recentemente scritto il volume intitolato “Il cinema di frontiera - Il confine orientale”, che verrà presentato con l’intervento del critico cinematografico Enzo Kermol il prossimo martedì 29 gennaio alle ore 17.30, al Circolo Fincantieri Wartsila di Trieste (Galleria Fenice, 2).
Alessandro Cuk è uno dei pochi esperti del settore: giornalista e critico cinematografico da circa 25 anni, si è occupato largamente di cinema e mondo dello spettacolo di quest’area geografica per giornali e riviste specializzate, (tra le varie pubblicazioni da lui realizzate sul tema ricordiamo “L’Esodo giuliano-dalmata nel Veneto (2001)” e “Il Giorno del Ricordo” (2005).
Enzo Kermol, oltre ad essere docente all’Università di Trieste, si occupa attivamente di critica cinematografica, anche attraverso lo studio di aspetti connessi alla psicosociologia dell’estetica quotidiana nel cinema, nella moda e nella pubblicità.
Il volume di Cuk, edito da Alcione nel 2007, nasce da una sinergia tra ANVGD di Venezia, Cinit-Cineforum italiano e lo stesso CDM. Al centro di quello che potrebbe essere considerato quasi un manuale su questa particolare cinematografia, possiamo trovare tutti i principali film girati sul confine orientale nonché tutti quelli che sono stati ambientati su queste terre. Tra i vari lungometraggi, documentari e fiction qui affrontati troviamo vecchie pellicole, come Città dolente”(1949) di Mario Bonnard, la trilogia di Franco Giraldi, e il suo “La rosa rossa”, tratta da un romanzo di Pier Antonio Quarantotti Gambini. Una sezione è dedicata ai cinegiornali del dopoguerra, documenti che hanno contraddistinto un’epoca che molti hanno voluto conservare a futura memoria.
Un capitolo è dedicato anche ai lavori più recenti, come il film-tv di Roberto Negrin che la Rai ha trasmesso in prima serata in occasione del Giorno del Ricordo del 2005. Si parla poi della fiction “Senza confini” riguardante la vita di Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume italiana.

Leggi le Ultime Notizie >>>